Infermiere derubato e picchiato dal ragazzo che stava curando

Il ragazzo era in ospedale per aver presumibilmente ingerito dei farmaci. Il 17enne è stato poi arrestato

Brutta avventura per un infermiere dipendente all’ospedale di Sondrio. Un 17enne giunto nella struttura ospedaliera per essere curato ha approfittato per rubare l’orologio dell’infermiere che lo stava assistendo. Quando questi se ne è accorto, il ragazzo lo ha aggredito picchiandolo e procurandogli lesioni guaribili in una trentina di giorni. Il sanitario è stato salvato da un collega che ha messo in fuga il giovane. Fuga breve visto che la polizia è riuscita a rintracciarlo e ad arrestarlo.

Tutto è avvenuto nella serata di mercoledì 4 settembre all’ospedale di Sondrio. Qui, un ragazzo residente nel lodigiano, è arrivato per una presunta intossicazione da farmaci. Con la scusa di allontanarsi per fumare, il paziente ha approfittato del momento per entrare in uno stanzino adibito a spogliatoio e intascare l’orologio di chi lo stava aiutando. Quando l’infermiere si è accorto del furto ha chiesto la restituzione dell’oggetto.

Per tutta risposta il 17enne lo ha colpito facendolo cadere a terra e ha poi continuato a prenderlo a calci e pugni. Solo l’intervento di un medico di guardia ha evitato che accadesse una tragedia. Il minorenne infatti ha lasciato la sua vittima al suolo e se l’è subito data a gambe, cercando di fuggire.

Dopo poco però i poliziotti sono riusciti a riacciuffarlo e ad arrestarlo. Il delinquente è stato quindi trasferito al carcere Beccaria di Milano. Dovrà rispondere delle accuse di rapina impropria e lesioni personali aggravate. La vittima di tanta violenza è stata soccorsa e le sue ferite sono risultate guaribili in trenta giorni.