Le intercettazioni della banda dell'Est: "In Italia la polizia non spara e in galera si resta pochissimo"

"Qualcuno informi il ministro Minniti e il ministro Orlando che i rapinatori e i criminali dell'Est prediligono venire a colpire in Italia, preferibilmente nella ricca Lombardia, perché tanto qui la polizia non spara e in galera si resta pochissimo", denuncia il leghista Paolo Grimoldi

"Qualcuno informi il ministro Minniti e il ministro Orlando che i rapinatori e i criminali dell'Est prediligono venire a colpire in Italia, preferibilmente nella ricca Lombardia, perché tanto qui la polizia non spara e in galera si resta pochissimo". È l'amara denuncia di Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e segretario della Lega Lombarda-Lega Nord. Che poi aggiunge: "Questo è quello che si dicevano al telefono, come emerso dalle intercettazioni, gli otto malviventi dell'Est arrestati a Brescia dopo una lunga serie di colpi ai bancomat fruttati oltre mezzo milione: colpivano in Italia, dicevano tra loro al telefono, perché tanto qui non si rischia nulla, neppure di farsi un soggiorno nelle patrie galere. Come dargli torto? Certo le parole di questi criminali sentenziano la sconfitta dello Stato, dello Stato di diritto, dello Stato di giustizia. Nessuno a Roma ha niente da dire su questo? In un paese normale Alfano, per gli anni precedenti al Viminale, Orlando e Minniti andrebbero subito a casa...".

Commenti

billyserrano

Mar, 20/06/2017 - 19:09

Ognuno fa il proprio mestiere, questi rubano, e il nostri politici li incentivano a incrementare il pil, (sich!) E poi fare leggi più severe contro la criminalità sarebbe come darsi la zappa sui piedi. E poi i nostri politici e amministratori non ci tengono ad andare in galera per quello che fanno, quindi le leggi saranno sempre favorevoli ai criminali.

aldoroma

Mar, 20/06/2017 - 19:23

grazie al nostro governo di non eletti dal popolo

vince50

Mar, 20/06/2017 - 20:26

Questo lo sapevamo tutti,ecco perchè per loro è terreno fertile e sicuro.

ziobeppe1951

Mar, 20/06/2017 - 21:41

I ladri, faranno sempre leggi a favore dei loro simili

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 20/06/2017 - 22:55

-----caro il mio leghista ---durante i 4 governi berlusconi si che si sparava---mi ricordo che le divise tornavano tutte le sere alla base coi caricatori vuoti---e le leggi erano severissime--per un nulla si finiva in carcere e non si usciva più---ma piantala idiotino--swag

moshe

Mer, 21/06/2017 - 00:38

qui la polizia non spara e in galera si resta pochissimo ..... ..... ..... con tanti ringraziamenti alla nostra magistratura, che interpreta i reati sempre salvaguardando i criminali e condannando vittime e forze dell'ordine !!!

claudioarmc

Mer, 21/06/2017 - 04:24

Come dar loro torto, qui si indennizzano i ladri e si processano i rapinati. E' uno stato dai valori INVERTITI.

igiulp

Mer, 21/06/2017 - 07:59

E se hai la fortuna di essere ferito, ti pagano pure i danni.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 21/06/2017 - 08:33

ziobeppe - Giustissimo.Ladro non mangia ladro. Ma possibile che non ci sia nessun ufficiale di polizia giudiziaria ( Leggasi Carabiniere ) che metta in galera questi politici collusi, mafiosi, ladri, traditori ecc.eccc.ecc. ? Ma fino a quando dobbiamo sopportare tutto questo?

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 21/06/2017 - 08:43

Ecco perché la delinquenza comunitaria ed extracomunitaria hanno trovato nel nostro paese una seconda patria dove delinquere.

giovanni951

Mer, 21/06/2017 - 09:20

dove é la novitá? non per nulla i delinquenti di mezzo mondo vengono qui a "lavorare"......poca galera e zero rischio di rssere impallinati. Siamo un grande popolo noi come direbbe renziloni. e con la nebedizione del papa.

Angelo664

Mer, 21/06/2017 - 09:43

Beh, almeno in questo i criminali hanno ragione e non mentono. Anzi, dopo un attento e sapiente studio di mercato hanno scoperto che i più pirla d'Europa siamo noi. I buonisti per eccellenza, i tolleranti, i pacifisti che non possono nemmeno sparare ad un criminale... tutti bravi e buoni e soprattutto rieducabili e salvabili. Quindi tutti fuori dalla galera ! Evviva ... Ne parlo spesso con un Carabiniere che conosco, mi dice che se prendono uno che spaccia il primo ad arrivare a casa è lo spacciatore perché lui di solito ha montagne di fogli da compilare e se sbagli una virgola il giudice di turno ti denuncia. Quindi la volta dopo invece che rischiare una coltellata o peggio gira la faccia dall'altra parte e non vede lo spacciatore. Tutto qui. Per il resto è anche peggio. Di fatto siamo in balia dei criminali. Servirebbero un 2 o 3 anni di Duterte anche da noi, per far piazza pulita di tutta questa feccia umana.

Marcello.508

Mer, 21/06/2017 - 09:52

Infatti qui mica siamo all'ok Corral! Con le leggi attuali chi rischia di più sono i così detti tutori dell'ordine, anche se fra loro c'è chi esagera. Il dott. Davigo tempo fa disse che se ad esempio nel "campo" dei furti si applicassero con i romeni le leggi del loro paese, non verrebbero più qui a far bottino. Naturalmente tutto dipende dal legislatore (il parlamento) che non agisce in modo consono, non crea altri istituti di pena, non sveltisce l'iter penale (fa il contrario con prescrizioni "secolari"), non diminuisce sconti di pena. Sempre il dott. Davigo ha affermato che questo governo si sta comportando peggio di quelli di dx. Se lo dice lui che è espertissimo nel suo campo, non posso non credergli.

maurizio50

Mer, 21/06/2017 - 10:02

Poi ci sono Preti e Comunisti, Renziani e Alfaniani, imbecilli di sinistra e dell'ultra sinistra che si ostinano a dire che la delinquenza diminuisce e che l'ordine pubblico è tutelato meglio adesso che non ai tempi del Berlusca. E intanto tutti i farabutti dell'Est, Albanesi, Romeni, Jugoslavi di tutte le repubblichette, insomma, tutti coloro che delinquono lo fanno in Italia. Chissà perchè?? Chiedetelo a Mons. Galatino, Renzi, Orlando, Alfano e prima tra tutti a Madama di Montecitorio!!!!!!!!!

Lissa

Mer, 21/06/2017 - 10:03

Sicuramente a personaggi come elkid, piacciono molto i personaggi come la mummia stramaledetta e i suoi accoliti. E da augurarsi che quanto prima la gente e in primis le forze dell'ordine si stancanno di questi cialtroni, poi ne vedremo delle belle.

polonio210

Mer, 21/06/2017 - 10:26

E' mia opinione che,nel nostro ordinamento giuridico,ci sia un gravissimo errore di fondo:errore dato da una impostazione delle leggi in senso cristiano del termine.Le nostre leggi prevedono il ravvedimento del criminale,il suo inserimento in un percorso di rieducazione ed infine la sua,quasi,beatificazione.Mentre per le vittime,qualora abbiano la malaugurata idea di ribellarsi al criminale,tutto ciò non avviene ed esse si ritrovano a pagare pesantemente,moralmente fisicamente e materialmente,davanti alla legge.Invece,sempre secondo la mia modestissima opinione,le leggi devono essere fatte per difendere le vittime e per punire,in modo esemplare e spietato,il criminale.Non è possibile che,criminali conclamati,rei di avere commesso delitti efferati siano allegramente in giro a perpetrarne altri.Ritengo che al terzo reato grave un criminale debba essere condananto all'ergastolo e restare in galere fino alla fine dei suoi giorni uscendone solo con i piedi in avanti.