Io dico grazie a Zuckerberg. La mia vita è migliorata

Non mi interessa che tu abbia ficcato il naso nella mia vita privata, non mi importa che tu abbia usato i miei dati per farmi recapitare pubblicità sartoriale. Anzi ti ringrazio

Caro Mark,
non ci conosciamo. Cioè io non ti conosco, ma a quanto pare tu sai tutto di me. Ma proprio tutto, anche i segreti più inconfessabili che affidavo alle mie chat. Io pensavo di scrivere a un mio amico e invece scrivevo a te. Almeno così dicono adesso. Quindi è un po' come se fossimo amici. E devi avere proprio un sacco di tempo da buttare per esserti fatto gli affari di qualche miliardo di persone. Ma io ti voglio ringraziare lo stesso. Non mi interessa che tu abbia ficcato il naso nella mia vita privata, non mi importa che tu abbia usato i miei dati per farmi recapitare pubblicità sartoriale. Anzi ti ringrazio. A dirla tutta mi hai fatto un favore. Perché preferisco vedere la réclame della mia ditta preferita di cravatte, piuttosto che il banner dei pannoloni più assorbenti della storia. In fin dei conti ho perso meno tempo. Anzi, se puoi, studiami un po' di più e profilami meglio, mi fai un favore. Ma io ti ringrazio per un altro motivo, in questi giorni tutto il mondo ti sta mettendo sulla graticola. Sei nel mirino. Ti accusano di essere uno spione globale. Prima Obama ti chiedeva i selfie e ora ti mettono alla sbarra. Perché hanno scoperto che traffichi con i nostri dati. Ma va? E dove diavolo pensavano che avessi pescato tutti quei miliardi? Che li raccogliessi dalle piante? Beh, io voglio comunque ringraziarti. Perché in questi dieci anni ci hai un po' cambiato la vita e in una certa misura la hai anche migliorata. A dimostrazione che i capitalisti - e tu lo sei - oltre a far quattrini, fanno anche del bene. La rete senza il tuo social network era un posto molto più triste. Una landa desolata, un deserto globale senza punti di riferimento. Più che navigare si naufragava nel web. Tu, nel deserto globale, hai costruito un villaggio e lo hai popolato di volti a noi conosciuti. Una agorà digitale. Idea geniale e al genio - come spesso capita - è seguito il profitto.
Grazie a Facebook abbiamo recuperato amicizie perdute e ne abbiamo fatte di nuove, abbiamo contattato il cugino disperso in Africa e il compagno di scuola svanito in terza elementare. Certo ci siamo trovati tra i piedi qualche rompiscatole in più, ma poco male. Ma meglio un rompiballe virtuale che uno reale.
Abbiamo diffuso le nostre parole, le nostre idee, la nostra musica e le nostre immagini. Puro esibizionismo. Certo. Ma che male c'è?
Negli anni, sul tuo social, ci siamo informati, abbiamo letto balle colossali, trovato lavoro, litigato e incontrato la compagna di una notte e qualcuno della vita. Se penso al mondo prima di Facebook, tutto sommato, non lo rimpiango. Eravamo un po' più soli. Certo, come ogni strumento, va usato con moderazione. È la mimesi della vita reale, talvolta la caricatura, ma non è la vita reale.
Per due cose, in particolare, ti ringrazio. Uno: hai contribuito alla scomparsa dell'ostensione delle foto delle vacanze in quei soporiferi dopocena passati davanti alle diapositive. Ora l'esibizionista le carica su Facebook e la vittima predestinata se vuole se le guarda, o finge di averlo fatto. Due: mi hai ricordato tutti quei compleanni che avrei dimenticato, provocando l'ira dei più permalosi e in un paio di casi mi hai anche salvato dall'essere mollato in tronco.
Ora chi si lamenta delle tue scorribande nei nostri dati, dopo aver passato anni a postare anche la propria coronarografia, è come una prostituta in vetrina ad Amsterdam che si lamenta per un passante che le ha guardato il sedere. Suvvia. Quindi togliti dal viso quell'aria da santo. Perché non lo sei. Ma che non ti dipingano neppure da diavolo. Sono ridicoli.

Commenti

cgf

Gio, 12/04/2018 - 09:31

NON ho FB, preferisco non avere la colonscopia virtuale ai miei dispositivi, mi tengo aggiornato benissimo senza che nessuno, a proprio insindacabile giudizio, censuri il Bacio di Rodin lasciano ben peggio. Le amicizie perdute? ho ancora amici conosciuti alle scuole elementari, altri persi per strada ed una ragione ci sarà, di certo non mi interessa scoprirla, la mia vita è già soddisfacente anche senza di loro. Non mi interessa poi divenire come alcuni, la maggior parte, che si mostrano + per quello che vorrebbero essere anziché quello che realmente sono, 'coltivando amici e seguaci', molti dei quali mai visti e/o conosciuti. è stato calcolato ci si connette anche + di un'ora, i teen fino a 9 ore, al giorno. Quanto tempo SPRECATO.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 12/04/2018 - 15:11

---altro che landa desolata --il web senza social è uno strumento fantastico---un parco giochi dove poter accrescere a livello esponenziale la propria curiosità--la propria cultura i propri hobbies--purtroppo ci sono anche i social--che sono la cosa più noiosa che ci sia--una fantastica perdita di tempo che di fatto non aiuta a socializzare ma chiude---perchè il tempo perso davanti al virtuale potrebbe essere imppiegato meglio nella frequentazione reale--trovo i social --mortiferi--deleteri--noiosi fino allo spasmo--ed anche pericolosi---quando il giornalista un giorno si recherà a stipulare una polizza vita che gli sarà regolarmente rifiutata---riflettendoci capirà anche il perchè---o quando i ladri gli ripuliranno la casa quando egli sarà tassativamente in vacanza --capirà di aver chiacchierato troppo--e potrei continuare con esempi all'uopo--

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 12/04/2018 - 15:37

Fiero di non essere mai stato su facciadilibro.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 12/04/2018 - 16:23

Perfetto. Chi ha voglia di spettegolare in rete lo faccia perchè è la più grande conquista libertaria che l'umanità si sia inventata per fottere il potere. Quando mai un Gavrilo Princip qualsiasi poteva far danno senza ammazzare una testa coronata? Noi, ora, col nostro cellularino e un social su cui postare A LIVELLO PLANETARIO. Mi sa che questa diatriba sia funzionale al controllo della rete.

cir

Gio, 12/04/2018 - 17:27

certo che se per qualcuno e' migliorata la vita con questo personaggio mi chiedo coma cavolo viveva prima ....

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 12/04/2018 - 17:41

I social sono la versione perversa dei forum , uno spazio per disadattati sociali cronici.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Gio, 12/04/2018 - 17:45

Evidentemente incapace di relazioni dirette, che infatti confessa di non avere avuto, e quindi orgogliosamente sodomizzato dalla tecnologia e dai manipolatori del sistema. Del Vigo è l'uomo di oggi, cresciuto a Drive in e computer, smartphone e ipad, poi a casa ma per spingere la carrozzina, tanto c'è mamma che ci tiene il bimbo a dormire, e ci prepara la cena a tutti e due...

dagdadedannan

Gio, 12/04/2018 - 18:01

Non posso immaginare un futuro in cui non vedrò più i piedi fotografati sulla spiaggia :-(

kytra1936

Gio, 12/04/2018 - 19:01

Non ho facebook e vi posso assicurare che sopravvivo benissimo, e quando cammino per strada mi guardo attorno, non dentro i telefoni come fanno sti beoti sempre con l'aggeggio in mano.

GCUK

Gio, 12/04/2018 - 19:30

Parole sante Del Vigo, ma cerchiamo di non essere troppo ingenui. Mark sembra un imputato alla sbarra, ma e' un attore sul palcoscenico in realta'. Questa e' una farsa mediatica e lui e' complice dei suoi accusatori. Un anno fa abbiamo visto le stesse scene per i Troll Russi del sicurissimo Russiagate (si e' visto), ora lo vediamo per la Cambridge Anlytica, insomma e' il solito film gia' visto. Tutto si tradurra in un nulla, il titolo facebook rimbalzera' (con tanti amici di Mark pronti ad approfittarne) e tutto cio' che restera' e' quella finta realta' di chissa' quale truffa elettorale millantata per settimane. Questa pagliacciata serve solo a lavare un po di cervelli, a fare propaganda, non tutti ci cascano, ma purtroppo molti si, sappiamo come funziona.

nunavut

Gio, 12/04/2018 - 20:18

@ elkid oggi ti mando un 10 e lode.A me é sufficiente vedere certe coppie o famiglie al tavolo di un ristorante per una cena familiale invece di scambiarsi idee o notizie personali ,che fanno ? smanettano come pazzi invece di godersi la compagnia dei genitori o dei figli.F.B. lo ebbi per 2 mesi e poi disattivai il tutto parecchi anni orsono.

venco

Gio, 12/04/2018 - 21:11

Facebook? un inutile teatrino per mostrarsi, per ostentare.

greg

Gio, 12/04/2018 - 23:01

Orgoglioso di avere i miei vecchi amici, chi c'è ancora d'infanzia, di quelli conosciuti a fare il militare che mi mandano l'invito ad andare alla celebrazione alla base missili in trentino, quelli di scuola, che rivedo una volta all'anno (ma quanto sono invecchiati!!! Loro.....) e quegli amici, molto rari, che mi sono fatto in anni di lavoro, io non ho mai chiesto un prestito a loro e loro mai a me, perciò siamo rimasti amici, perchè dagli amici mi guardi Iddio, che dai nemici mi guardo io. Il figlio di un mio cliente, 29 anni, una sera a cena si vantava di avere 169 amici, su Facebook. Gli ho chiesto come fa a gestire tanti amici, quando si trova con loro, quante volte all'anno. Mi ha detto che di loro ne conosce, da sempre, una decina, gli altri 159 non li ha mai visti......Gli ho chiesto: ma tu li definisci amici?? Si è sentito offeso......

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Ven, 13/04/2018 - 00:16

Sono ben altri i luoghi virtuali che possono cambiarci la vita in meglio, altro che le spazzature dei social network.

Ritratto di Mike0

Mike0

Ven, 13/04/2018 - 09:00

Hai ragione Del Vigo. Poi se uno ha delle cose che devono rimanere private non le mette in FB; anzi se uno vuole nemmeno si iscrive a FB! Ma per coloro che il naso ce lo mettono scoprono un mondo di informazioni altrimenti non accessibile. Come tutte le tecnologie va usato quindi con testa e moderazione per trarne beneficio e sbaglia chi vi si affida troppo.

GioZ

Ven, 13/04/2018 - 09:58

Ognuno ha la sua opinione, e la rispetto. Io, dico che è veramente triste che si debba ringraziare Facebook per cose che facevamo prima e meglio e con dei veri amici. E per quanto riguarda la solitudine, la penso al contrario di te, credo che facebook la alimenti e la sfrutti contemporaneamente.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 13/04/2018 - 10:58

Lo sapete, vero, che le aziende prima di assumere vanno a vedere il profilo del richiedente su facebook? Perchè nel cirriculm ci metti quello che vuoi ma su facebook sei disinibito. Quindi succede che presenti un certificato di malattia e posti le foto della tua meravigliosa vacanza a scrocco coincidente. Ma mica è colpa dello Zucke se sei un fesso/a.

giovanni951

Ven, 13/04/2018 - 11:37

io ci sono stato un anno su FB e da tre anni me ne sono andato. E sono ben contento. Anche se, usato con intelligenza non é del tutto negativo.

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 13/04/2018 - 11:55

Articolo double face-book. Mezzo serio e mezzo ironico. L'ironia è sprecata, la parte seria (se sincera) è preoccupante.

Ritratto di adl

adl

Ven, 13/04/2018 - 11:58

Io a Zuckerberg, invece dissi da subito NO GRAZIE. Che faccialibro fosse una svendita di PRIVACY, lo si sapeva sin da subito, quello che non torna sono LE INDIGNAZIONI EX POST.

CarloColombo

Ven, 13/04/2018 - 14:19

Facebook è spazzatura informatica. Solo chi non ha idea di cosa sia realmente internet attualmente lo utilizza. E' solo un enorme sistema di raccolta di dati personali edi manipolazione sociale. E dovrebbe essere chiuso.

kobler

Ven, 13/04/2018 - 16:20

Chissà quanto SPAM ha fatto e quante menzogne ha potuto inviare! FB, TW, WA, etc tutte cose che "a me gli occhi e il cervello". Starne fuori vuol dire essere ancora in grado di pensare da soli. I veri socials sono quelli piombati dove non c'è un guadagno nascosto anche dai clicks... ma i polli non devono saperlo!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 22/04/2018 - 08:11

Io trovo allucinante che una delle maggiori fortune del pianeta sia nelle mani di uno che non ha prodotto nulla e che se domani finisse il web non lascerebbe nessuna traccia nella storia. Eppure con un centesimo della ricchezza del zuckerpirlotto secoli fa costruivano Versailles o affrescavano la Cappella Sistina Cupolone compreso nel prezzo.

Anonimo (non verificato)

Agev

Dom, 22/04/2018 - 12:49

-Network di Sovranità Integrale- Il Network di Sovranità Integrale(SIN) esiste già, e di fatto, è sempre esistito. Tuttavia non vi è stato modo di connetterlo o interfacciarlo con le vostre tecnologie. La Terra ha creato tecnologie che sono per la maggior parte di natura meccanica ed elettrica, e solo ora sta iniziando a comprendere i campi di energia elettromagnetica e la tecnologia olografica. Purtroppo, quando le tecnologie sono nel loro stato infantile di sviluppo, molto spesso sono adattate ad applicazioni per il controllo milita o economico e non solo. E così è nel vostro caso di queste tecnologie emergenti. Il SIM non può interfacciarsi con tecnologie che supportano tali applicazioni. E questo non perché impossibile tecnologicamente, ma perché eticamente indesiderabile. Il SIN è , in realtà un network sub-atomico di filamenti di luce codificata che esistono in tutte le dimensioni del multi-verso. Pensate al SIM... Segue.. Gaetano

Agev

Dom, 22/04/2018 - 12:49

-Network di Sovranità Integrale- Il Network di Sovranità Integrale(SIN) esiste già, e di fatto, è sempre esistito. Tuttavia non vi è stato modo di connetterlo o interfacciarlo con le vostre tecnologie. La Terra ha creato tecnologie che sono per la maggior parte di natura meccanica ed elettrica, e solo ora sta iniziando a comprendere i campi di energia elettromagnetica e la tecnologia olografica. Purtroppo, quando le tecnologie sono nel loro stato infantile di sviluppo, molto spesso sono adattate ad applicazioni per il controllo milita o economico e non solo. E così è nel vostro caso di queste tecnologie emergenti. Il SIM non può interfacciarsi con tecnologie che supportano tali applicazioni. E questo non perché impossibile tecnologicamente, ma perché eticamente indesiderabile. Il SIN è , in realtà un network sub-atomico di filamenti di luce codificata che esistono in tutte le dimensioni del multi-verso. Pensate al SIM... Segue...Gaetano

Agev

Dom, 22/04/2018 - 13:04

Come a un numero infinito di fili di luce emessi dalla Sorgente Primaria che, come una ragnatela, collegano ogni forma di vita al suo livello di entità a tutte le entità e alla Sorgente Primaria. Questo è il network vivente utilizzato dalla Sorgente Primaria per trasmettere conoscenza alle entità e per ricevere conoscenza dalle entità. Il SIN alla fine si interfaccerà con la tecnologia OLIN (internet), ma questo non accadrà ancora per parecchie centinaia di anni. L'interfacciamento è ben Al Di La della vostra attuale tecnologia che della comprensione della cosmologia, e nessun sistema planetario può essere consono ad interfacciarsi con il SIN finché il suo contenuto e applicazione non siano assolutamente Puri. E' solo la Sorgente Primaria che decide quando un sistema planetario può divenire un nodo consapevole del SIN. Questo è lo scopo fondamentale dei Primi Esseri della Razza Centrale, aiutare la Terra a divenire .. Segue .. Gaetano

Agev

Dom, 22/04/2018 - 13:20

Divenire un nodo del SIN prima che possa venire a mancare la sua opportunità di interfacciarsi. Ogni Entità è un nodo del SIN, ma pochissimi si rendono conto che esiste questa connessione(l'uomo deve prima sviluppare il sesto e settimo senso..Ora facoltà di pochissimi incarnati)se non per quanto leggono o ascoltano. La connessione è reale e atemporale, e avviene a livello del aspetto fondamentale e più profondo del Entità, dove batte e vive la replica del cuore della Sorgente Primaria. Qui è il ricettacolo della Sorgente Primaria e da qui emana la SUA vibrazione Unica come un trasmettitore radio invia i suoi segnali in tutte le direzioni. Anche i vostri scienziati hanno trovato una traccia iniziale del SIN nelle loro ricerche con la teoria che hanno chiamato delle Super-Stringhe. Vi assicuriamo, comunque, che questo network sostituirà tutti gli altri network e questo principalmente perché è il canale vivente ... Segue.. Gaetano

Agev

Dom, 22/04/2018 - 13:34

Canale vivente verso l'Atemporalità e l'Eternità. Questa è la meta che, inizialmente attrae tutte le specie umanoidi attraverso un portale tecnologico simile al vostro Internet (OLIN),cosa che infine condurrà a un portale biomorfico costituito da filamenti di luce codificata che porta ai non-mondi della Realtà Sorgente. Quando una specie umanoide trasforma la sua Mente Genetica (Inconscio) per utilizzare il Network di Sovranità Integrale, allora e solo allora questo diviene la "nave" con cui percorrere i mari del Cosmo. E,in questo modo, alla specie è permesso di divenire " Dei" di mondi di nuova creazione a cui può ri-mettere in scena l'intero processo del Grande Esperimento utilizzando la conoscenza di base e la saggezza raggiunta nel suo precedente stadio di esistenza. Su larga scala, questo processo è lanciato in innumerevoli mondi nel multi-verso, e ad orchestrare tutta questa sorprendente attività di creazione.. Segue.. Gaetano

Agev

Dom, 22/04/2018 - 13:47

Attività di creazione sono la Sorgente Intelligenza e il Network di Sovranità Integrale (SIN). Quindi Zuckerberg con facebook non ha inventato nulla .. Gli è stata data una tecnologia già esistente utile solo per esprimere l'Ego-personalità dell'uomo... Giusto per esprimere ed usare il più delle volte in modo improprio la sua natura inferiore ... La realtà della SUA Mente Inferiore . D.S.V.C. Gaetano