"Io, spacciatore in nome di Allah per ammazzare voi cristiani"

Degrado e paura a Milano. Il racconto choc di un pusher tunisino: "I soldi per comprare la droga? Me li presta un imam"

In Italia, finora, niente bombe o kamikaze «autoarticolati». Ma la pace è solo apparente. Anche qui si combatte una jihad, diverse sono le armi. Soldati compresi, magari talvolta ignari, di certo balordi; in molti casi «integrati» ma con poco o nulla da perdere. Un esercito sottostimato, spesso munito di permesso di soggiorno o in attesa, chi con le stimmate del profugo, chi del disoccupato giunto in questo ex Belpaese quando l'immigrazione ancora non suonava come allarme.

Hussein, Jamaa, lMaahi, Hassan, Mohammed, si possono cambiare nomi e volti, la sostanza non muta. Vivono nell'illegalità. Soprattutto spacciando: hashish, cocaina, pastiglie, un po' di tutto a seconda di ciò che richiede il bazaar dello sballo milanese. «Piccola criminalità» derubricano troppe volte gli investigatori. Il denaro in ballo, al contrario, non è poco. Gli uomini del Califfato lo sanno. E, a quanto pare, anche qualche «predicatore» di Allah.

«La droga? I soldi per comprarla ce li presta l'imam della moschea. Basta che entro un paio di giorni gli vengano restituiti. Con gli interessi. Se mi dà 500 gli rido 600... lui la chiama offerta».

L'ammissione spaventa, chi ci parla deve rimanere anonimo. È un tunisino, in Italia da 20 anni. Circumnaviga la zona di via Padova. Chi sia l'imam non lo vuole dire, nonostante la baldanzosa e ingenua ammissione. Ma in fondo, almeno nell'ambiente del malaffare da strada targato Nordafrica, la rotta dell'approvvigionamento finanziario la conoscono in molti. Ai buoni pagatori il credito non si nega. Si narra che il business l'avesse architettato Abu Omar, l'ex imam egiziano della moschea di viale Jenner a Milano, sospettato di terrorismo e rapito nel 2003 dalla Cia. La leggenda metropolitana racconta anche che gli investimenti nel piccolo narcotraffico lui li riservasse soprattutto ai marocchini.

Da allora la guerra dei tagliagole si è intensificata anche sul fronte occidentale. Ogni arma è buona, disperati e cani sciolti, una volta manipolati e sfruttati, servono alla causa. Tutto è lecito.

Nelle moschee si prega, così come si può preparare la battaglia. Fidelizzando, indottrinando.«L'imam ripete che la droga non dobbiamo venderla ai fratelli musulmani ma solo agli infedeli», racconta ancora il nostro loquace pusher. Fa parte della strategia. L'avvelenamento è riservato ai cristiani. La regola? Lo stupefacente non va tagliato troppo, e soprattutto non con sostanze troppo nocive «perché così potremo guadagnare sugli infedeli fino all'ultimo facendoli morire lentamente». Ecco l'ultima agghiacciante spiegazione.

In via Padova, ormai zona simbolo di abbandono e violenza, come in altri tanti suburbi non di periferia, da qualche settimana, a fianco di polizia e carabinieri vigilano pure i soldati con il loro possenti fucili-mitragliatori. Di fronte al civico 144 - dentro il quale travestita da centro culturale fiorisce da anni una tanto molesta quanto iperaffollata moschea - capannelli stranieri e via vai dal sapore malandrino, continuano. Un poco meno intensi, forse più discreti dell'estate, ma sempre presenti.

Un negozio di copisteria, nonché internet point, a pochi passi, lavora secondo i consueti ritmi arabi. Orari compresi. Solo le facce conosciute, gli amici degli amici, possono fotocopiare, soprattutto falsificare - grazie a un ottimo servizio «paint» -, domande di richiesta di soggiorno, così come altre utili attestazioni rilasciate da uffici pubblici o ignari datori di lavoro. Le matrici sono originali, date e generalità adattate all'uopo. Duecento metri più avanti, verso piazzale Loreto, la piazza dove circa un mese fa si è consumato l'ennesimo omicidio capace finalmente di richiamare l'attenzione di sindaco e governo, l'umanità si rimescola. Qui etnie sudamericane mostrano colori diversi. Altri duecento metri a fianco, nelle strade parallele, stazionano prostitute e padroni dell'Est. Ecco i miracoli della globalizzazione mentre nei supermercati di zona i nostri prodotti scarseggiano. «Perché tanto ormai da queste parti gli italiani sono sempre di meno e il prosciutto non si vende», spiegano sconsolati commessi.

Suona paradossale, eppure è vero. Il consiglio di zona 2, mesi or sono, con finanziamenti europei e del ministero dell'Interno aveva finanziato un progetto per promuovere la coesione sociale e l'integrazione. Al telefono un'impiegata ci rispose così: «Serve agli abitanti per imparare a convivere. Con gli stranieri...».

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Mar, 27/12/2016 - 10:30

I frateli fel papa.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 27/12/2016 - 10:33

Non è il caso di spingersi in via Padova per trovare spacciatori all'opera. Basta solo osservare, nelle altre città, il frenetico andirivieni delle biciclette guidate dai Nigeriani. Per chi, naturalmente, vuole vedere. E non è il caso dei nostri politici.

guardiano

Mar, 27/12/2016 - 10:43

Eccovi presentata la latrina itaglia, quella che ama la sinistra composta da comunisti e mercenari cattolici, nell'illusione di conquistare il potere che non sono riusciti a conquistarlo negli ultimi settant'anni.

cabass

Mar, 27/12/2016 - 10:48

Sì, però è ben pirla chi cade vittima di questa forma di "jihad"... I tossici non vengono riempiti di droga a tradimento, ma la comprano volontariamente.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mar, 27/12/2016 - 10:49

Italia paese senza droga e drogati se non fosse per i mussulmani. Questa è l'ultima trovata. Che si droghino pure. Gli italiani no. loro vanno a acqua minerale liscia

elpaso21

Mar, 27/12/2016 - 10:50

Un altro articolo che ha come scopo quello di "dar voce" ai terroristi.

elalca

Mar, 27/12/2016 - 10:53

e adesso si deve predere l'imam e spedirlo fuori dall'italia

the_wanderer

Mar, 27/12/2016 - 10:56

mi vergogno di questo schifo di paese che permette tutto questo, abbiamo bisogno di una dittatura a termine per fare un pò di pulizia..

Ritratto di italiota

italiota

Mar, 27/12/2016 - 10:58

sono risorse ....

terzino

Mar, 27/12/2016 - 11:00

si sono integrati ormai

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 27/12/2016 - 11:12

Ma questi hanno solo in mente di ammazzare cristiani? Lavorare no? Però non sento nessun buonista, catto o comunista che sia, gridare dietro loro al razzismo. Che strano, lo gridano a tutti per molto, ma molto meno, sti ipocriti. Comunque sono riusciti a sfasciare l'Italia. Ma come fanno a votarli in milioni? Mah!

anfo

Mar, 27/12/2016 - 11:19

Leggi speciali per persone "speciali"!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 27/12/2016 - 11:27

Trovano una giustificazione a tutto con la scusa "religiosa" di far avanzare l'islam. Ed era proprio un imam che dava i soldi per la droga. Il pericolo è che- per loro - non è tanto l'avanzata dell'islam, ma la sopraffazione dei cristiani. Basta leggere la "sura della conversione" per rendersi conto con chi e con quale mentalità abbiamo a che fare. Con questo tipo di mentalità ogni possibilità di integrazione è difficile!

antonmessina

Mar, 27/12/2016 - 11:29

chissa perche vogliono distruggere i cristiani e non i giudei.. mah..domandina

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 27/12/2016 - 11:30

Vendere la droga al nemico è un vecchio trucco. Lo fecero gli Inglesi in Cina per fiaccare il popolo. Poi...se gli italioti si fanno invadere, loro si sentono in diritto di farlo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 27/12/2016 - 11:32

E Sion è il primo produttore al mondo di droghe sintetiche. Il mercato di ecstasy e altre porcherie è totalmente in mano sionista. I loro fratelli arabi, semiti come loro, sono ottimi allievi

Ritratto di JAHTJS

JAHTJS

Mar, 27/12/2016 - 11:33

L'ho sempre pensato.

flip

Mar, 27/12/2016 - 11:36

bufalo!. che t' hanno fatto i cristiani? sin' ora ti abbiamo accolto , hai la boldrini che ti stima e ti loda, cosa ti manca?

Marzio00

Mar, 27/12/2016 - 11:37

Ecco le risorse di cui abbiamo tanto bisogno!

Francolurisincu

Mar, 27/12/2016 - 11:42

L'Italia mia non c'e' piu!!!!!!!!

flip

Mar, 27/12/2016 - 11:45

riflessiva. sei di un' altro stato? perché dici "gli italiani no, ecc. ecc? invece dovervi dire "Noi no! ecc. ecc."

tatoscky

Mar, 27/12/2016 - 11:48

E si, sono tuti frateli, acogliamo loro è come acogliere Dio. Fa niente, ogni tanto anche lui bestemmia.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 27/12/2016 - 11:53

Per gli islamici ogni arma è buona per annientarci, persino la droga. Se gli stati nazionali, ai quali abbiamo delegato l'onore di difenderci, non sono in grado di provvedere, allora siamo noi cittadini ad avere il dovere di difenderci per conto nostro..

Beaufou

Mar, 27/12/2016 - 12:03

Bene. Farsi dire il nome dell'imam e passarli ambedue per le armi. À la guerre comme à la guerre.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 27/12/2016 - 12:03

Ed è per questo che le offerte vanno tassate e vanno registrati tutti gli avventori dei templi come qualunque club di gentiluomini. Chissà se i grillici lo hanno già proposto al loro capo. Per tutto il resto ci dovrebbero essere ricondizionamento forzato e lavoro coatto.

VittorioMar

Mar, 27/12/2016 - 12:08

...questi hanno capito come sopprimere una SOCIETA' DEBOLE, con un PENSIERO DEBOLE, con una politica debole.!!!

lawless

Mar, 27/12/2016 - 12:09

c'è una fortissima volontà da parte della sinistra e di una grande parte di papisti di farsi prendere per i fondelli. Non vogliono vedere, sentire e parlare di quanto accade ogni giorno da parte di questi islamici e della schiuma che gli gravita attorno. Botte, accoltellamenti, droga, rapine, sfruttamento, città ridotte a latrine, morti violente, tradizioni abolite ecc, niente da fare tutto viene scusato in nome di una accoglienza che è solo frutto di fantasie boldriniane , renziane e cardinalizie. Qualcuno subito dirà non tutti sono così, mah, sarà anche vero però io la distinzione tra i bravi e i cattivi non la vedo, non ho mai visto un corteo islamista scendere in piazza a difesa degli italiani(o altri) che subiscono per colpa di quelli che urlano halla è grande.

@ollel63

Mar, 27/12/2016 - 12:10

Quelli che debbono integrarsi, adattarsi siamo noi italiani: è ciò che ci costringono a fare i nostri sinistri governanti senza cultura, senza testa, animali dalle fattezze umane ma privi d'intelletto.

@ollel63

Mar, 27/12/2016 - 12:13

La pseudoreligione islamica deve essere dichiarata fuorilegge, e i mussulmani riportati tutti in Africa.

mariod6

Mar, 27/12/2016 - 12:15

I peggiori di tutti sono gli imam che non fanno nulla e dettano le regole ai loro caproni che ubbidiscono ciecamente. E il sindaco non venga a dire che non si può fare nulla perché bisogna integrarli. Bisogna cacciarli via a pedate, tutti indistintamente. Prima che ci caccino via loro.

mariod6

Mar, 27/12/2016 - 12:17

L'imam gli presta i soldi per comprare la droga da vendere agli italiani, il vescovo di Bari presta i soldi al pakistano per aprire un'attività sua. Chissà quale dei due li restituisce prima ?? Fuori dai piedi tutta questa feccia ipocrita e violenta. Invece che fare le moschee bisogna fare i centri di raccolta per mandarli indietro da dove sono venuti.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 27/12/2016 - 12:27

Ecco i frutti dell'accoglienza degli islamici, un passo alla volta stanno cancellando tutti i nostri valori, costretti a vivere il Natale come in stato di guerra, manifestazioni pubbliche in stato di assedio, una feccia laica cancella usi e tradizioni centenarie per non offendere i non mangia maiale. Mi chiedo quanto sia ancora sopportabile questo degrado sociale. Quelli che stanno contribuendo allo sfascio chiamano populisti chi si lamenta.......stiano molto attenti che il tempo sta scadendo e un altro dal caratteristico baffetto potrebbe arrivare !!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 27/12/2016 - 12:45

L'Islam è un alibi. Se i nostri spacciatori napoletani potessero attaccarsi a san Gennaro lo farebbero anche loro.

Ritratto di acroby

acroby

Mar, 27/12/2016 - 12:46

Una bella catapulta per rispedirli alla fogna da cui sono venuti

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 27/12/2016 - 12:57

I soldi per comprarla ce li presta l'imam della moschea. Basta che entro un paio di giorni gli vengano restituiti. Con gli interessi. Se mi dà 500 gli rido 600... lui la chiama offerta». E POI PARLANO MALE DEI CRAVATTARI!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 27/12/2016 - 12:58

La feccia islamica ha gioco facile contro questa Europa lobotomizzata dalla propaganda cattocomunista

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 27/12/2016 - 13:03

Sgualdrini e Svergogno dicono che sono nostri frateli.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 27/12/2016 - 13:04

Del resto gli italiani neppure sanno scendere in piazza a protestare. Al massimo scrivono commenti. Meritiamo tutto ciò. CI MERITIAMO TUTTO.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 27/12/2016 - 13:15

In una nazione che si fa rispettare ed applica le propri leggi questo imam e questo marocchino DEVONE ESSERE ESPULSI ...CONTROLLANDO LA PARTENZA.

venco

Mar, 27/12/2016 - 13:17

Normale, leggete i passi del corano che riguardano "infedeli" e donne.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 27/12/2016 - 13:18

Almeno questi sono sinceri, ti dichiarano guerra e tu cerchi di difenderti. Non capisco i PDioti come mai negano sempre, li favoriscono e li difendono. Forse credono di essere esenti. Poveri illusi, saranno i primi.

routier

Mar, 27/12/2016 - 14:03

Un'altra ottima ragione per non drogarsi!

Raoul Pontalti

Mar, 27/12/2016 - 14:05

E invece a me i soldi per spacciare me li dà il parroco e io per lui spaccio anche soldi e documenti falsi. Non ho paura a dirlo perché nessuno sa chi è il parroco di S. Pietro a Trento, nessuno è in grado di controllare cosa faccia con le offerte che riceve in chiesa, nessuno poi considera usuraio un tasso di interesse di oltre il 1500% e nessuno controlla se i soldi che spende o presta siano veri o falsi. I. canonica poi funziona una stamperia clandestina "napoletana" che produce passaporti, carte d'identità, patenti di guida, permessi di soggiorno per tutti i gusti. E così tra una dose l'altra, un permesso di soggiorno e una patente falsa spaccio anche un po' di catechismo edonistico tra i colleghi pusher. E se qualcuno non mi crede, dopo essersi bevute le bufale dell'articolo peste lo colga!

Tuthankamon

Mar, 27/12/2016 - 14:27

Ormai talune situazioni sono fuori controllo. In ogni caso, il corano li "autorizza" a compiere qualsiasi atto abietto purchè sia contro i Cristiani e gli Ebrei.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 27/12/2016 - 14:39

#Raoul Pontalti- 14:05 Già, le solite bufale a danno degli amici islamici. Che hanno come unico obiettivo la nostra salute fisica e...spirituale. E provare ad assumere un po' di disulfiram (Antabuse) non potrebbe giovare?

Beaufou

Mar, 27/12/2016 - 15:19

Passare per le armi anche certo Pontalti che confessa di spacciare per conto del parroco...Dare alle fiamme anche la parrocchia di S.Pietro a Trento, covo di spacciatori, falsari e via discorrendo. À la guerre comme à la guerre, non mi stancherò mai di ripeterlo...Ahahah.

Raoul Pontalti

Mar, 27/12/2016 - 15:54

Confratellio mio Menabellenius ma Ti pare logico che un beneficiato dal parroco, dall'imam pardon, vada a inguaiare chi gli fornisce il denaro? per non averne più e trovarsi braccato dai tagliagole anche se improvvisati (in quanto colleghi pusher anch'essi finanziati dal parroco) rimasti a loro volta a secco per l'inevitabile arresto del finanziatore? che finirebbe comunque nei guai anche se dichiarasse di non conoscere l'uso di quel denaro poiché un imam non è un istituto di credito né una società finanziaria? Se le dichiarazioni sono state effettivamente rese da uno spacciatore è solo perché l'imam de quo gli avrà detto di smetterla con certe pratiche. Confratello mio sai fare diagnosi e distinguere una malattia vera da una immaginaria o Ti sei arrugginito? Con la cirrosi che mi ritrovo il dietilditiocarbammato mi fa più danni della grappa...

pensaepoiagisci

Mar, 27/12/2016 - 15:59

MA I GIUDICI E LE AUTORITA' LE CONOSCONO QUESTE COSE..E SE NE SONO AL CORRENTE PERCHE' NON INTERVENGONO

Romolo48

Mar, 27/12/2016 - 16:00

@ Raoul Pontati ... almeno ai morti di Berlino ci credi o anche questa è una bufala dei soliti razzisti?

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mar, 27/12/2016 - 16:46

@allel63.sapientone. Guardi che i mussulmani non vivono tutti in Africa. Quindi...

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 27/12/2016 - 17:24

Applicazione immediata e inflessibile delle leggi di guerra. Bonifica, anche con la forza delle armi, di tutte le enclave islamiche: non devono esistere "no-go zones". Chiusura immediata di tutte le moschee abusive e non. Imposizione con la FORZA degli usi e costumi occidentali: NO a velo islamico, burqa, palandrana e a tutti i simboli dell'islam. NO a islamici nelle liste elettorali. No alla sharia. Al bando il corano con divieto di sua lettura, stampa e pubblicazione. Deve essere proibita l'imposizione del nome "mohammed" ai neonati. Istituzione, con pene severissime, del reato di apologia dell'islam e del reato di "professione della sharia". No al finanziamento e/acquisto in Europa di attività commerciali da parte di stati islamici. Divieto di vendita di prodotti halal e di scritte in arabo per tutte le insegne delle attività commerciali. L'islamico che vuole rimanere in Italia deve abiurare pubblicamente.

dakia

Mar, 27/12/2016 - 17:50

La colpa è solo degli italioti, se non andassero nei loro porcili a mangiare cus cus, pizza, a comprare ortaggi su di cui hanno orinato i loro negozi andrebbero in fallimento, comprese le bancarelle di castagne,abiti e panini, con loro soffrirebbe la mafia che li finanzia, alla merkel e boldrini, scagnozzi personali e famiglie non conviene non agendo si sono assicurate la vecchiaia.

Il giusto

Mar, 27/12/2016 - 19:13

Ecco che adesso ci rubano anche questo lavoro...non ci sono piu i pusher italiani di una volta...ufff...

Linucs

Mar, 27/12/2016 - 19:46

Ci vogliono il vigilantismo quello cattivo, i rastrellamenti, l'apartheid.

Tuthankamon

Mer, 28/12/2016 - 15:25

@ pensaepoiagisci Mar, 27/12/2016 - 15:59 ... quali giudici e quali autorità? Se pensi ai "nostri" stai e stiamo freschi!