Isis, trovata cellula in Italia

Smantellata cellula di estremisti islamici che operava tra l’Italia e i Balcani: reclutava jihadisti per lo Stato islamico. Sostieni il reportage

I tentacoli dello Stato islamico sono arrivati fino all'Italia. Al termine di una lunga indagine, l'Antiterrorismo ha smantellato una pericolosissima cellula di estremisti islamici che operava tra l’Italia e i Balcani. La cellula era dedita al reclutamento di aspiranti combattenti e al loro instradamento verso le milizie fedeli al califfo Abu Bakr Al Baghdadi. Tre persone sono state arrestate in provincia di Torino e in Albania.

"La regione balcanica - fanno sapere i servizi segreti italiani - si conferma nodale per il radicalismo di matrice islamica, in virtù dell’incessante attivismo di soggetti e di gruppi estremisti di orientamento salafita, sempre più coinvolti nel reclutamento e nel trasferimento di jihadisti in territorio siriano ed iracheno". L'operazione denominata "Balkan connection" è stata coordinata dal servizio centrale antiterrorismo della direzione centrale della Polizia di Prevenzione e condotta dalla Digos di Brescia con il concorso delle questure di Torino, Como e Massa Carrara. La complessa operazione ha portato all'arresto di due cittadini albanesi, zio e nipote, il primo (Alban Haki Elezi, 38 anni) residente in Albania e l’altro (Elvis Elezi) in provincia di Torino, e un 20enne marocchino, anch’egli residente in provincia di Torino. I primi due sono indagati del reato di reclutamento con finalità di terrorismo, il terzo di apologia di delitti di terrorismo aggravata dall’uso di internet. La cellula era in contatto, telefonico e via facebook, con Anas El Abboubi, marocchino residente a Vobarno (Brescia) e inserito nella lista dei 65 foreign fighter italiani che nel settembre del 2013 si è unito al Califfato. Pochi giorni prima di trasferirsi in Siria l'uomo era stato proprio in Albania per un brevissimo periodo. Il 12 giugno del 2013 era già stato arrestato dalla Digos proprio per reati di terrorismo.

Dopo la partenza di Anas El Abboubi per la Siria, i due albanesi avevano individuato un altro aspirante combattente da inviare nello Stato islamico. Si tratta di un giovanissimo tunisino residente in provincia di Como, ancora minorenne all’epoca dei primi approcci avvenuti sempre tramite internet, che, inizialmente titubante, era stato progressivamente convinto ad aderire al Califfato. Proprio per rinforzare i suoi propositi di combattente, uno dei due reclutatori era appositamente venuto in Italia per incontrarlo.

Il marocchino è l'autore del documento di propaganda dell’Isis, Lo Stato islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare, un testo di 64 pagine interamente in italiano che recentemente era stato pubblicato sul web. Il testo illustrava nel dettaglio le attività del Califfato in Siria e Iraq, descrivendolo come una vera e propria organizzazione in grado di offrire protezione ai propri cittadini e di essere spietato con i nemici. "L’importanza del documento - sostengono gli investigatori - sta non tanto nei contenuti quanto nel fatto che è stato ideato specificatamente per il pubblico italiano". Le indagini hanno accertato che dopo esser stato messo in rete dal ventenne, il documento è stato rilanciato da diversi utenti, attraverso Facebook e siti internet. "Se non fossimo intervenuti, riteniamo che a breve molti avrebbero potuto aderire a questa deriva", ha detto il dirigente della Digos di Brescia, Giovanni De Stavola, spiegando che il materiale sequestrato agli arrestati era destinato a "italiani di seconda generazione che, al compimento del 18° anno d’età sarebbero diventati cittadini italiani".

Aggiornamento del 25/07/2016: Il documento di cui si parla nel presente articolo è stato rimosso per evitare di diffondere propaganda jihadista.

Commenti
Ritratto di bruno_dore

bruno_dore

Mer, 25/03/2015 - 08:39

Che tempismo!!! ieri 24.03 -- 19:50 - "La strategia del Califfo è mille piccoli tagli per dissanguare il nemico. Non esiste un Paese a rischio zero, ma non abbiamo segnali di minaccia e stiamo facendo un lavoro di prevenzione". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, a proposito dei rischi legati al terrorismo in Italia. "Ho firmato 25 provvedimenti di espulsione di soggetti pericolosi", ha poi aggiunto il titolare del Viminale.

fedeverità

Mer, 25/03/2015 - 08:51

Con questa feccia umana possiamo concimare i campi!!!! Non possiamo farne altro uso!

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Mer, 25/03/2015 - 09:20

"""Il 12 giugno del 2013 era già stato arrestato dalla Digos proprio per reati di terrorismo."""" Naturalmente poi rilasciato dai nostri esimi magistrati con tante scuse !!!! Anche quelli arrestati ieri saranno poi rilasciati e magari anche indennizzati !!! AVANTI COSI'

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 25/03/2015 - 09:30

Onore alla nostra Polizia.

vince50

Mer, 25/03/2015 - 09:35

Mi raccomando non fategli del male,altrimenti insorgeranno magistrati giudici comunisti centri sociali e saranno c***i vostri.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 25/03/2015 - 09:35

MA; CHISSÁ COME REAGIRA LA SBOLDRINI! QUANDO LEI SAPRÁ CHE LE SUE "RISORSE" SONO UNA CELLULA DELL;ISIS IN ITALIA?!.

Tuthankamon

Mer, 25/03/2015 - 09:55

Ma va, c'era una cellula?? Ma se non riuscivamo a controllare i criminali infiltrati dalle guerre balcaniche negli anni '90, come pretendiamo di controllare questi che sono incontrollabili per loro natura? Acciappandoli e poi rilasciandoli? Cerchiamo di essere seri! Una sola Guantanamo non basta!

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 25/03/2015 - 09:59

Io temo di più l'incapacità dei nostri politici e la loro propensione al tradimento della loro Nazione e del popolo che la abita, piuttosto che i tagliagole dell'ISIS.

claudio faleri

Mer, 25/03/2015 - 10:03

nessun pericolo sono amici di rifondazione.....anzi più cellule ci sono e meglio stiamo, presto andranno al governo

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/03/2015 - 10:31

A questo punto superfluo domandarsi se ci saranno attentati nell'Italia democratica ed antifascista. Conviene chiedersi quando si verificheranno. E pensare alla giusta ricompensa da tributare al governo di traditori che con perseveranza ed ottusità a questo punto ci hanno condotto.

SCHIZZO

Mer, 25/03/2015 - 10:32

@pasquale.esposito- Ecco un altro male educato che scrive maiuscolo!

pinux3

Mer, 25/03/2015 - 10:33

@vine50 e claudio faleri...Fare a meno ogni tanto di scrivere scemenze, no eh? Troppo difficile per voi, vero?

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 25/03/2015 - 10:33

ma quale ISIS! la sboldrina e alf-ANO lo sanno degli arresti?? vi beccherete una denuncia per razzismo e violazione dei diritti civili e umani!

buri

Mer, 25/03/2015 - 10:36

Almeno tre di meno in circolazione, speriamo che non siano rilasciati da qualche magistrato di manica larga che non li oricesserà per terrorismo e li manderà assolti

Gyro

Mer, 25/03/2015 - 10:42

Molti giovani vanno all' ISIS perché non c'è lavoro, non solo Musulmani, ma anche Italiani convertiti, a fare il Jihadista si guadagna molto purtroppo.

Ritratto di frank60

frank60

Mer, 25/03/2015 - 11:06

come faremo senza queste utili preziose indispensabili risorse?

Ritratto di Chichi

Chichi

Mer, 25/03/2015 - 11:33

La domanda è: quante altre di simili cellule dormienti (con compiti precisi per quali sono già state addestrate) ci sono in Italia? Visto l’entusiasmo accogliente delle sinistre e anche di parte del clero (che pare abbia dimenticato la condizione del porgere la mano al bisognoso: «senza distogliere lo sguardo dai tuoi familiari») e la faciloneria di chi ci governa, «in tutt’altre faccende affaccendato», temo che siano tante. Temo anche, che quando riceveranno l’ordine di agire, cercheranno di eguagliare l’impatto psicologico delle torri gemelle. Se gli USA sono il simbolo dell’odiato modo di vivere occidentale, l’Italia e Roma sono il simbolo, altrettanto detestato, della cristianità.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 25/03/2015 - 11:58

#schizzo. TU; NON HAI BISOGNO DI LEGGERE I MIEI COMMENTI! É SE A TE NON PIACE CHE IO SCRIVO IN MAIUSCOLO A ME NON ME NÉ FREGA NIENTE!!!.

rigadritto

Mer, 25/03/2015 - 12:22

"Lo Stato islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare" ah ma che bello chi è il direttore marketing dell'isis?

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 25/03/2015 - 12:42

Arrestati … ma per quanto tempo?

Ritratto di bassfox

bassfox

Mer, 25/03/2015 - 12:44

aiuto, 3 fiancheggiatori su 70 milioni di abitanti ed 1 milione di immigrati: ci stanno invadendo! come faremo a difenderci?? ci costringeranno a non riconoscere le unioni gay e a maltrattare le donne.. ah no, lo facciamo già...

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 25/03/2015 - 12:44

Il problema arriva adesso che li hanno presi. Volete che un solerte magistrato comunista non li rimetta in libertà? O che l'avvocato non faccia ricorso bloccando tutto?

mariod6

Mer, 25/03/2015 - 13:44

Se il document é stato rilanciato sul web e su facebook, la Polizia Postale identifichi gli utenti e li arresti immediatamente con le stesse accuse. Il cittadino "italiano" di origini marocchine venga messo in galera a vita e i suoi famigliari espulsi perché non potevano non sapere. Via la cittadinanza e via i documenti.

Tuthankamon

Mer, 25/03/2015 - 14:04

Ora , mi chiedo come sara' gestita la cittadinanza dell' "italiano di origine marocchina". Se le responsabilita' vengono accertate, sono convinto che debba essere revocata. E non mi si parli di recupero, viste le prospettive non c'e' da recuperare proprio niente, solo agire in maniera drastica.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 25/03/2015 - 14:08

non dico altro perchè quello che volevo dire lo avete detto tutti,....meno che 2 che contestano sempre davanti all'evidenza, si vede che hanno le fette di prosciutto sugli occhi....fenomeni!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/03/2015 - 14:18

#bassfox Ironia e sarcasmo, temo, si spegneranno quanto prima. Quando, a seguito di qualche exploit dei nostri "fratelli islamici" allupati, la gente comune (quelli, per intenderci, senza scorta) si toccherà le palle al pensiero di prendere un mezzo pubblico o frequentare ambienti affollati.

claudio faleri

Mer, 25/03/2015 - 14:29

caro pinux3 cosa vorresti fare con un governo di m......a che dirige l'italia, ci vorresti piangere, vorresti fare il triste...è dagli ani 70 che in italia circolano liberamente i fanatici arabi che poi fanno gli attentati in qua e là....se ci vuoi piangere fai pure...l'unica soluzione è godersi la vota il più possibile

fisis

Mer, 25/03/2015 - 14:34

Piccoli terroristi crescono. Venghino, signori, venghino. Ci pensa la Marina Militare Italiana, fiancheggiata da questo governo di cattocomunisti e di traditori di centrodestra a fomentare l'invasione di clandestini. Tra queste centinaia di migliaia di disperati, l'Iisis non faticherà certo a trovare qualche aspirante kamikaze.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 25/03/2015 - 14:46

Aggiungo a quanto ottimamente esposto da Memphis35... bassfox, ma a seguito del primo attentato che ci sarà in Italia, voi dell'ironia e del sarcasmo facile, indosserete magliette con scritto "je suis cojon"?

asalvadore@gmail.com

Mer, 25/03/2015 - 15:03

Attenzione!! Ce ne possono essere altre e speriamp non molte altre cellule.

asalvadore@gmail.com

Mer, 25/03/2015 - 15:08

Una sola cellula? Viba l'ottimismo.

marcomasiero

Mer, 25/03/2015 - 15:10

qualche anima buona si perita ancora di volere aprire moschee accogliere etc etc etc ...

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mer, 25/03/2015 - 15:25

L'esimio deputato PD Khalid Chaouki (marocchino di nascita), sempre presente (purtroppo) in moltissimi talk-show, l’anno scorso è anche stato testimonial in un video del suo conterraneo Amir Issaa che incitava all'odio. Ergo, stiamo attenti che come disse la compianta Oriana Fallaci e dice ancor oggi Magdi Cristiano Allam, le serpi le abbiamo in seno!!!

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 25/03/2015 - 15:39

Tre persone sono state arrestate??? Se facessero delle vere indagini approfondite e serie, ne dovrebbero arrestare minimo TREMILA!!!!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 25/03/2015 - 16:02

BASSFOX. QUANTI SONO GLI ITALIANI????? Studia studia!!! LOL LOL Hasta mañana dal Leghista Monzese

Tuvok

Mer, 25/03/2015 - 16:11

Intanto il papa, ancora pochi giorni fa, durante la visita al carcere, ha ricordato che dobbiamo accogliere gli immigrati. Se la chiesa si occupsse degli affari del Vaticano invece di ficcare il naso negli affari nostri e si limitasse, per quanto riguarda l'Italia, a dire preghiere e dare benedizioni, farebbe molti meno danni.

gedeone@libero.it

Mer, 25/03/2015 - 16:36

bassfox, mi scusi, ma il suo nik vuole dire che lei proviene dai bassifondi?

Ritratto di enniodorissa

enniodorissa

Mer, 25/03/2015 - 16:36

rainews24 il terzo arrestato lo chiamava "italiano" (poi si scopre marocchino) traduco: i media italiani quando è un italiano vero a commettere un reato diffondono nome cognome età e residenza, quando invece sono clandestini o semplicemente residenti dicono "persona" , "uomo" o "italiano" e niente nomi o foto, tutelare il migrante è di importanza primaria

Ritratto di enniodorissa

enniodorissa

Mer, 25/03/2015 - 16:39

hernando45, io sono pienamente daccordo con te, in questi casi la tutela del migrante viene prima della sicurezza nazionale

Much63

Mer, 25/03/2015 - 19:06

Fateli sparire, senza fare troppa pubblicità. A cominciare dall'"italiano". Già che siamo in argomento provvediamo a nazionalizzare meno magrebini.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 26/03/2015 - 00:39

Chissà quanti ce ne sono di questi schifosi topi di fogna annidati nel nostro paese. Viene a vivere tra noi gente plagiata dallo scritto di un tizio che circa 1300 anni fa si è messo in testa di essere il portavoce di una divinità. Un tale Allah gli avrebbe detto di STERMINARE tutti coloro che non si sarebbero inchinati alla sua "religione". MI CHIEDO: MA COME SI FA AD ACCOGLIERE SERENAMENTE CHI TI VUOLE UCCIDERE PER ORDINE DEL SUO DIO?

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Gio, 26/03/2015 - 07:06

ma nooo cosa dite, sono risorse non e' possibile, sono brave persone!!

claudio faleri

Mer, 22/07/2015 - 20:38

ma quale cellula era un amico di rifondazione