Ispezioni alla Renault: "Frode sulle emissioni"

Gli agenti della divisione anti frode della polizia francese ha effettuato una serie di perquisizioni in alcuni impianti produttivi della Renault

Gli agenti della divisione anti frode della polizia francese ha effettuato una serie di perquisizioni in alcuni impianti produttivi della Renault. Lo fa sapere il sindacato Cgt. Secondo le prime informazioni, l’ipotesi investigativa è che anche alcuni motori diesel Renault siano equipaggiati con un software che consente di eludere i controlli sulle emissioni, come quello alla base dello scandalo che ha investito Volkswagen.

Le forze dell’ordine, aggiunge il sindacato, hanno sequestrato numerosi personal computer ai dirigenti. In seguito all’esplosione del caso Volkswagen, Renault aveva promesso di investire 50 milioni di euro per far sì che i livelli di emissione effettivi delle sue auto fossero in linea con quelli registrati durante i test. Il titolo Renault cede oltre il 10% in borsa in seguito alla diffusione della notizia. Nella vicenda Renault è stato osservato "uno sforamento delle norme" sul Co2 e l’ossido di Azoto ma "nessuna frode": lo ha detto il ministro francese responsabile dell’Ambiente e dei Trasporti, Sègolène Royal. Per lei, le analisi condotte sui motori Renault e di altri due costruttori stranieri non rivelano l’esistenza di un "software illegale" per truccare le emissioni.

Annunci
Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 14/01/2016 - 12:32

non sono sorpreso.

antipifferaio

Gio, 14/01/2016 - 13:58

Ormai è una certezza che le i dati sulle emissioni siano truccati praticamente su tutti i veicoli...esattamente come avviene per le percentuali del PD e dei disoccupati in Italia...Ahahahah... Mi piacerebbe sapere anche quelli VERI della Fiat...ci sarebbe da ridere per 3 ore...Insomma l'Europa in mano a questa élite finaziario-bancaria è diventata un casino vero e proprio. Non funziona più nulla e le cose devono essere mascherate, imbrogliate per evitare di far sapere a tutti che vanno sempre peggio.

pupism

Gio, 14/01/2016 - 14:01

Allora Se vanno agli stabilimenti di Pomigliano non troverebbero ne Software ne computer se poi si facessero i ctrl sui fumi di scarico di Camion e furgoni diesel che circolano in Italia ....

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 14/01/2016 - 14:07

E 2.La fiat essendo "anglo-olandese-americana" è sicuramente quando parte.Quando parte....

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 14/01/2016 - 14:19

I dati relative alle emission delle autovetture possono essere certamente taroccati, ciononostante e' appurato che I generatori di inquinamento sono proprio I mezzi pubblici e I furgoncini utilizzati per le consegne in citta'. non sarebbe opportuno sostituire I mezzi pubblici e rottamare I vecchi furgoni?

Ritratto di giorgio51

giorgio51

Gio, 14/01/2016 - 14:33

Fra tedeschi prima, francesi poi saranno disperati i detrattori nazionali mi spiace proprio. Speriamo che serva a qualcosa, ma ne dubito con questa massa di pdidioti.

Albius50

Gio, 14/01/2016 - 15:20

E' una strana NOTIZIA

Albius50

Gio, 14/01/2016 - 15:24

E' una strana notizia la RENAULT è dello STATO FRANCESE, a meno chè gli USA abbiano imposto le verfiche.

Jimisong007

Gio, 14/01/2016 - 17:20

Nel frattempo Mekel e Sarkozy si scambiavano sorrisetti, volevano dire li abbiamo fregati?