Istanbul, l'inquietante post su Facebook di una delle vittime: "Morirò in un'esplosione"

L'attentato di Capodanno al night club Reina di Istanbul ha tolto la vita a 39 persone, tra le vittime c'è anche Rita Chami che poco prima di partire per la Turchi aveva scritto un messaggio sui social

L'attentato di Capodanno al night club Reina di Istanbul ha tolto la vita a 39 persone, tra queste c'era anche Rita Chami che poco prima di partire per la Turchia aveva scritto un messaggio su Facebook.

Rileggerlo ora, una volta che la strage è stata compiuta, fa venire i brividi. Eppure Rita lo aveva scritto e previsto: "Spero di divertirmi, ma nella peggiore delle ipotesi morirò in una esplosione e seguirò mia madre". Parole crude quelle scritte su Facebook da Rita poco prima di partire per Istanbul.

Rita aveva 26 anni, era libanese e studiava scienze e tecnologie all'American University di Beirut. La ragazza, scrive Adnkronos, aveva da poco perso la madre a causa di un tumore, ma aveva deciso comunque di passare la notte di Capodanno con i suoi amici e il suo fidanzato Elias Wardini. E proprio tra le su braccia Rita ha chiuso gli occhi.

Commenti

PerQuelCheServe

Mer, 04/01/2017 - 17:08

Il cordoglio e la tristezza per TUTTE le vite spezzate di cani vigliacchi terroristi - di ogni epoca - sono senza fine.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 05/01/2017 - 19:16

Di certo una cosa: Rita non aveva paura di morire ... semmai di dover vivere da cane per il resto dei suoi giorni e secondo le statistiche ISTAT propinate per i mantenuti INPS avrebbe dovuto vivere fino a 85 anni. RIP.