"Istiga a cucinare i gatti". E vengono denunciate la Poste

Nel mirino dell'associazione lo spot delle Poste in cui si vede un ragazzino di 12 anni che insegue il gattino per saltarlo in pentola

"Istiga a cucinare i gatti". L'accusa è pesantissima e, al tempo stesso, surreale. E pende sulla testa del presidente in carica di Poste Italiane. A inviarla al tribunale penale di Milano, questa mattina, è stata l'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (Aidaa) che non ha digerito uno spot delle Poste in cui si vede un ragazzino di 12 anni che insegue il gattino per saltarlo in pentola.

L'Aidaa vuole che che il tribunale penale di Milano incrimini le Poste per il reato di istigazione al maltrattamento di animali. "La denuncia - spiega l'associazione animalista precisando - riguarda un video di pubblicità dei prestiti del Banco Posta dove appare evidente che tale video, almeno nella scena relativa al gatto da cucinare, è lesiva dei diritti degli animali ma sopratutto istiga al maltrattamento di animali ai sensi dell'articolo 544 del codice penale, in quanto non è spiegato in nessun modo che si tratta di una parodia ma appare come una azione di consuetudine della cucina italiana, mentre i gatti sono protetti sia dalla convenzione europea di Lisbona che dalla legge 281/91 contro il randagismo e dalle leggi in cui questo animale viene riconosciuto come animale di affezione".

Commenti

giovanni235

Dom, 15/05/2016 - 17:59

Faccio rabbrividire gli animalisti.Mio padre,classe 1903,mi raccontava spesso come per il cenone in paese di Capodanno sparissero tutti i bei gattoni maschi,che dopo essere stati scuoiati e svuotati e rimasti una settimana sotto la neve a frollare venivano cucinati e consumati al circolo del paese.A suo dire si trattava di una squisitezza.Un saluto agli esaltati animalisti,che schiacciano gli animali che dànno loro fastidio,come le zanzare.Bravi,continuate così.

paco51

Dom, 15/05/2016 - 18:19

sono d'accordo! il responsabile " va scottato" in pentola!

Reziario

Dom, 15/05/2016 - 19:09

come tutti i fanatici, gli animalisti non hanno il senso dell'humour e dell'ironia. E' solo una trovata pubblicitaria che fa sorridere e nessuno pensa di cucinare il gatto dopo aver visto la pubblicità (neppure io, che ho un gatto in casa che adoro..). Come una vecchia pubblicità di un'auto e del piccione scaraventato via, "bannata" forse per lo stesso motivo. Animalisti ridicoli, li manderei in Stage Premio ad Aleppo.

freevoice3

Dom, 15/05/2016 - 20:00

Ma i vecchio simpaticissimo detto: "Vicentin magna gatti". Ma in tempo di guerra quanti animali considerati da compagnia, sono serviti a saziare popoli denutriti.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Dom, 15/05/2016 - 20:27

ridicolo sarà lei Reziario. Ci impongono l'inciviltà per non offendere la sensibilità dei mussulmani, tant'è che il parlamento gli ha concesso anche di praticare l'inaccettabile macellazione rituale proibita dalla nostra legge, ma la sensibilità di chi ama gli animali si può offendere. Ultimo esempio l'infelice esternazione del Papa. Ha fatto benissimo l'AIDAA a denunciare, il rispetto vale per tutti, l'humor e l'ironia sono altra cosa.

porcorosso

Dom, 15/05/2016 - 21:09

Non istiga... il gatto scappa e la fa franca. Amo ed amerò sempre i gatti. Come ha detto un saggio "Dio ha creato il gatto per fargli provare il piacere di accarezzare la tigre". Quanti poveri animali vengono invece travolti e veramente uccisi sulle nostre strade ogni giorno? Sulle nostre strade comunque sono anche vittime di incidenti, quasi quotidinamente, esseri umani. Diamoci delle priorità: 1)Salvare vite umane.2)Salvare gli animali.nnnnnnnnnnnnnn)occuparsi di slogan pubblicitari. Saluti

Anonimo (non verificato)

Reziario

Dom, 15/05/2016 - 21:48

@Gloriabiondi: Cosa c’entrino i musulmani con questa pubblicità, lo sa solo lei. Ma con me il giochino del “confondimento” capzioso non attacca. Un conto è sgozzare un povero animale per strada, un conto una pubblicità divertente che non fa male a nessuno. “Cogitatio poenam non patitur”, come dicono gli studiosi di diritto. Del resto, cosa mai di meglio potremmo aspettarci, da personaggi che denunciano Sgarbi perché offende le Capre… E sorrida. PS: scommetto che è animalista integralista. Sbaglio?

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Dom, 15/05/2016 - 21:49

Giovanni235, io non schiaccio neanche le zanzare, e non sono esaltata. Una signora originaria dello Henan mi raccontò che negli anni 58-62 quando la carestia annientò la classe contadina in Cina, il cannibalismo era realtà. I bambini piccoli morivano prima degli altri, li cuocevano sotto alla brace, meglio del coniglio, e forse, del gatto, tant'è che ne sparivano ancora vivi. Come vede è una questione di gusti e abitudine.

Reziario

Dom, 15/05/2016 - 21:50

@Porcorosso: grazie, quando leggo commenti di buonsenso come il suo, torno a credere nel genere umano. Adoro gli animali, ma mi pare che stiamo perdendo la trebisonda, a volte. PS: ogni anno, ci sono 70.000 aggressioni da parte di cani, e 11.000 incidenti stradali provocati da animali domestici. Ma non si può dire...

yulbrynner

Dom, 15/05/2016 - 21:52

giovanni a quei tempi c'era ..la fame... come a tempo di guerra e poco dopo e posso comprendere.. oggi E' REATO.. io ho 3 gatti e guai a chi fa loro del male!!! se accadess e lo beccasi non lo scotto solo in pentola l'appendo a testa in giu x i cxxxxxxi e comunque meglio gli animali di tanti bastardi a due zampe, hai capito caro?

yulbrynner

Dom, 15/05/2016 - 21:55

reziario conosci l'emulazione??? tanti imbecilli spinti da una pubblicita' possono mettere in pratica cio che in tv e' pura finzione e prender i gatti x il solo piacer di far del male a chi e' più debole in questo caso i gatti ma potrebbere in altri casi essere bambini vecchi o persone handicappate... arrivaci dai non c'e bisogn odi essere un genio xcapirlo.,

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Dom, 15/05/2016 - 22:01

Questo spot sarà molto apprezzato da Papa Bergoglio: ecco come fare per non attaccarsi troppo al gatto di casa e aiutare la vicina affamata.

fifaus

Dom, 15/05/2016 - 22:28

ma hanno tempo da perdere..chi paga questa associazione?

Ritratto di Loredana.S

Loredana.S

Dom, 15/05/2016 - 22:58

Ma che ridicoli sono? come si i tribunali non fossero già abbastanza intasati da cause vere! Io ho visto lo spot e mi ha fatto sorridere. Non c'era minimamente una "spinta" a cucinare i gatti. Questi animalisti fanno paura. Campoamor, scrittore spagnolo del IXX sec diceva: todo depende del color del cristal con que se mira, vale a dire: vedi quello che vuoi vedere secondo quello che tu faresti.

paolopd2000

Dom, 15/05/2016 - 23:04

Sti animalisti sono solo quattro sciroccati che non hanno un cxxxo da fare!! Badile .. prima sulla schiena e poi ...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 16/05/2016 - 00:27

# gloriabiondi 20:27 La sua totale mancanza di senso dell'umorismo è indice di come riescono a vivere e prosperare i regimi totalitari. Che siano nazisti, fascisti, comunisti o musulmani non importa. L'importante è il tessuto sociale su cui fondano che è costituito perlopiù da gente come lei. COMPLIMENTI AI SUOI PARAOCCHI.

il sorpasso

Lun, 16/05/2016 - 08:14

Sarà anche una trovata pubblicitaria ma a sembra una ...strunzata!

Beaufou

Lun, 16/05/2016 - 08:58

Quanta gente che non ha nulla da fare...Parlo di quelli che hanno ideato lo spot come di quelli che vanno a denunciare, con tanto di richiami a leggi e articoli, una sciocchezza di questo genere. Rixatur de lana caprina.

Reziario

Lun, 16/05/2016 - 09:06

@yulbrynner: Hai ragione, non avevo pensato all'emulazione. Ma allora, direi di abolire tutte le pubblicità di auto perchè invitano a correre; quelle sulle posate perchè ci sono i coltelli, si sa mai che a uno venga in mente di usarli per uccidere; direi di abolire la satira e l'ironia, perchè magari qualcuno la prende sul serio...Vivere in funzione del terrore di qualche idiota che sbrocca e proibire tutto di conseguenza? Che mondo triste sarebbe.Io faccio "legittimo affidamento" che una persona media non sia una deficiente psicopatica. E tu?