Italia chiusa ad agosto, la lezione di Marchionne

. Vengo in Italia, arrivo in ufficio in agosto e non c'è nessuno. 5 milioni al giorno, eh! Chiedo: «Ma la gente dov'è?». «Eh, sono in ferie». Ma ho detto: «In ferie da cosa?»

Si impara molto andando fuori, all'estero. Perché si vive una realtà completamente diversa da quel tipo di comfort che abbiamo noi in Italia: andare al bar, fare le stesse cose che facciamo con una certa abitudine.

Il fatto che poi le ferie noi le prendiamo in agosto...

Vi racconto una cosa: nel 2004 io perdevo 5 milioni al giorno. Sono arrivato il 4 giugno, o il primo giugno, non mi ricordo, poi da quel momento là son diventati giorni uno dopo l'altro... Io stavo girando per il mondo nel mese di luglio. Vengo in Italia, arrivo in ufficio in agosto e non c'è nessuno. 5 milioni al giorno, eh! Chiedo: «Ma la gente dov'è?». «Eh, sono in ferie». Ma ho detto: «In ferie da cosa?».

Mi son trovato con un altro che mi ero portato dietro, un finanziario che ha vissuto con me per vent'anni. Stavamo in ufficio e non c'era una persona. 5 milioni al giorno... Un'azienda che fondamentalmente era una multinazionale, dove in Brasile se ne fregano di agosto, in America ad agosto si lavora... E la Fiat chiudeva.

Quindi anche questo atteggiamento estremamente provinciale di dire «noi siamo la Fiat e come tale stabiliamo quando il mondo va in ferie» è la più errata, no? Non è assolutamente vero, il mondo se ne frega. Se ne frega che siamo belli, se ne frega del bel tempo, che abbiamo belle macchine, se ne frega del fatto che siamo capaci di cantare. Sono tutte cose che a livello internazionale non contano niente.

Io ogni volta che vado in giro con gli americani mi dicono: «Noi amiamo l'Italia, ci piace visitarla, venire lì in vacanza». «Ok, investireste nel Paese?». «Oh no, quello no».

Commenti

alfa553

Mer, 08/08/2018 - 09:13

Certo....voi non lo sapete,ma in america le ferie non esistono,forse qualcuno fara una settimana ma non e cosa ricettata.Lo stesso in inghilterra,mio figlio lavora praticamente tutto l'anno,certo,ci sono interruzioni varie ma dipende quale ente,come le scuole,ma credete ,le ferie sono una iattura e le feste come ferragosto ,pasqua,santi vari,persino il natale,no certo s.stefano e no certo la befana.......si dovrebbe crescere culturalmente e in italia ancora si fanno gli auguri per il proprio santo.Orribile,io non festeggio neanche il compleanno,e cosa si ha da festeggiare ditemelo voi,se no una occasione per dire sciocchezze.

Treg

Mer, 08/08/2018 - 09:33

Perciò Marchionne era un grande. Diverso dagli altri Italiani. Finché gli Italiani non impareranno queste lapalissiane cose (ma lo vorranno veramente ?) saremo sempre una nazione di serie B.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mer, 08/08/2018 - 09:44

In Brasile ad Agosto sono in pieno inverno!!!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 08/08/2018 - 10:31

Bravo. Ma chi obbliga i dipendenti a fare le ferie ad agosto? I suoi compari imprenditori che vogliono chiudere per risparmiare energia invece di fare ferie scaglionate. Se potessero i dipendenti visti i costi le ferie non le farebbero ad agosto. Questo è il sistema creato dalla cricca dirigente. Che vuole?

isolafelice

Mer, 08/08/2018 - 10:32

@alfa553 Non è il diritto alle ferie ad essere messo in discussione, ma l'incapacità di organizzare le grandi aziende in modo tale da essere sempre presenti sul mercato ed alle richieste dei clienti anche nei mesi estivi. Se poi uno vuole essere schiavo del lavoro per arricchire se stesso o peggio ancora il proprio datore di lavoro..... In merito alle festività religiose esse sono calendarizzate in tutto il mondo siano esse cristiane o di altre religioni; anche qui è questione di organizzazione aziendale.

ginobernard

Mer, 08/08/2018 - 10:34

beh però caro Marchionne se ti fossi fatto un giro in una azienda piccola privata i ritmi di lavoro li avresti visti. Vero è che ci sono due Italie ... forse anche di più con nicchie di fancazzismo e non solo anche corruzione. Di solito nel pubblico e nel parapubblico. Dove c'è un padrone di solito ha un frustino.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 08/08/2018 - 11:37

L'assassinio di Sergio Marchionne, assolutamente verosimile, ipotizzabile, fino a smentite. - Io non mi do pace fino a che non viene eviscerata tutta la verità. Se, come è stato detto, il 'deceduto' era in cura da anni a Zurigo, dovrebbe esserci un elettrocardiogramma. Vogliamo vederlo. Perché non gli sono stati somministrati i medicinali del caso? Se è morto per cancro del fumo, come mai non gli hanno proibito il tabagismo? Molti altri interrogativi ai quali devono rispondere i suoi clinici. Sia resa pubblica la sua CARTELLA CLINICA. Imploro Sgarbi perché se ne parli. -11,37 - 8.8.2018

Slomb

Mer, 08/08/2018 - 11:43

Sì certo, lavorare e lavorare per queste multinazionali che stanno sputtanando il mondo. Allora sono io che dico “Perché, per chi, per che cosa?”. O qualcuno sa darmi una ragione convincente del perché io dovrei passare la mia vita in un ufficio? L’uomo lavora per vivere e non vive per lavorare. Prendere ad esempio paesi schizofrenici come USA o Gran Bretagna è assurdo nonché pericoloso. Io ci ho vissuto negli Stati Uniti e vi posso garantire che quella non è una società a misura d’uomo, anzi, è l’esatto contrario. E allora teniamocele strette le nostre sane abitudini: le ferie ad agosto, il bar con gli amici, le passeggiate rilassate nei nostri centri storici e se dobbiamo prendere come esempi paesi come gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, allora facciamolo per ricordarci cosa NON vogliamo diventare. E chissà se ora questo Marchionne si starà domandando a che gli è giovato passare i suoi lugli ed agosti in ufficio al posto che con la sua famiglia al mare.

jaguar

Mer, 08/08/2018 - 11:47

A molti imprenditori quando parli delle ferie dei dipendenti si rizzano i capelli, per cui niente di nuovo.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 08/08/2018 - 12:59

-i repeat-è vero--in USA la materia ferie non è regolata per legge--ogni stato -ma soprattutto ogni azienda concorda le ferie col lavoratore--mediamente sono 10-14 giorni l'anno--in australia ed europa i giorni variano da 20 a 25 e sono regolati da legge-ma a parte ciò--la domanda è sempre la stessa--si vive per lavorare?--oppure si lavora per vivere e fare anche altro?--secondo me la seconda--la fine di marchionne è emblematica--non avrà neppure visto i figli crescere--non conoscerà le passioni di ognuno di loro--non avrà mai giocato con loro--oggi i 2 figli ringraziano il fato perchè non faranno più una cippa per il resto dei loro giorni--facendo la bella vita coi 700 milioni del babbo assente--

GioZ

Mer, 08/08/2018 - 13:14

Proilmente il mio esiguio reddito da plebeo mi rende insensibile ai problemi che può avere uno come Marchionne in tempo di ferie, ma...non ho capito qualìè la lezione e perché dovrebbe darcela uno svizzero fasullo come lui.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 08/08/2018 - 15:18

GioZ, sei un essere volgare ed incapace di scrivere come si deve. 15,18 - 8.8.2018

ubibui

Gio, 09/08/2018 - 18:13

Buonasera, il Dott. Marchionne aveva un compenso tale da non aver sicuramente difficilmente andava in ferie. Un operaio o un impiegato che percepiscono meno di duemila €/mese sicuramente non si può pretendere che sacrifichino la loro vita per l'azienda dove lavorano. Impegno e correttezza sicuramente ma sempre commisurati al ruolo e alla retribuzione. Retribuzione che non garantisce cure sanitarie decenti, accesso al credito (casa/auto ecc) molto limitato ecc. In caso di imprevisti è il dramma. Io poi sono dell'idea che la FIAT porti davvero sfortuna, la scia di morti è impressionante.