Per gli italiani calano le aspettative di vita

Secondo i dati del 2015, in Italia salgono i tassi di mortalità e scendono le speranze di vita. Si assottigliano le differenze tra uomo e donna

In Italia si muore sempre di più e gli italiani muoiono prima. È la sintesi del rapporto Osservasalute presentato oggi al policlinico Gemelli di Roma e che raccontano di un Paese in cui l'aspettativa di vita si è abbassata.

In particolare il 2015 è stato un anno nero per la mortalità: a fronte delle circa 600mila morti medie nel 2013 e nel 2014, nel 2015 si sono verificate 49mila morti in più. concetrate per lo pià nel periodo invernale (durante le epidemie di influenza) e a luglio (quando il caldo causa problemi alle fasce più deboli). Questo anche a causa dell'invecchiamento della popolazione, che ha portato a una posticipazione di due anni dei decessi.

Tutto ciò, naturalmente, ha dei riflessi sulla speranza di vita della popolazione. Al 2015, la speranza di vita alla nascita è più bassa di 0,2 anni negli uomini e di 0,4 anni nelle donne rispetto al 2014, attestandosi, rispettivamente, a 80,1 anni e a 84,6 anni. Questi rallentamenti sono generalizzabili a tutto il Paese, passando da casi in cui la diminuzione è stata cospicua (Valle d'Aosta) ad altri in cui la speranza di vita è rimasta ferma al livello del 2014 o, invece, aumentata lievemente.

Nel complesso però, tra il 2011 e il 2015 gli uomini hanno guadagnato 0,6 anni, mentre le donne 0,2 anni. Come ormai è evidente da alcuni anni, la distanza della durata media della vita di donne e uomini si sta sempre più riducendo anche se, comunque, è ancora fortemente a favore delle donne (+4,5 anni nel 2015 vs +4,9 anni nel 2011).

Commenti

cgf

Lun, 10/04/2017 - 16:41

quindi abbasseranno l'età pensionabile, infatti è proprio per l'aumento dell'aspettativa di vita che è stata prorogata.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 10/04/2017 - 17:04

è evidente che se dipendesse da quell' emerito che se ne è andato in pensione con 94omila euro all'anno, a noi poveri mortali, di aspettative ne lascerebbe ben poche! pensione?? si ma novant anni e non prima: valore delle pensioni?? cinquecento euro al mese! scandaloso! veramente scandaloro.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 10/04/2017 - 17:05

diminuzione della pressione fiscale?? solo ai pensionati che si suicidano!

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 10/04/2017 - 17:23

Il "costo" della sanità con ticket e super ticket ha fatto sì che molte persone hanno rinunciato a curarsi. Mentre per gli extracomunitari è "tutto gratis". Alla fine il governo prima ci fa diventare tutti poveri poi ci toglie anche qualche anno di vita.

killkoms

Lun, 10/04/2017 - 17:40

effetto eurogermania!

libertyfighter2

Lun, 10/04/2017 - 17:52

Ottimo, quindi sono già in fermento per legiferare un abbassamento dell'età pensionabile, giusto??? Ahahah

Jesse_James

Lun, 10/04/2017 - 18:18

Ci pensa l'ISIS ad abbassare l'aspettativa di vita, con tutti gli attentati che stanno facendo!

ziobeppe1951

Lun, 10/04/2017 - 18:23

In tutti i regimi di sinistra, le aspettative di vita calano...fame miseria e povertà

titina

Lun, 10/04/2017 - 18:24

le differenze si assottigliano perchè ormai anche la donna lavora. le aspettative di vita diminuiscono perchè gli anziani non possono curarsi

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 10/04/2017 - 21:56

L´Italia é diventata un pozzo di desolazione ... Andrá a peggio ... L´appello é per i giovani che non vogliono morire: abbandonate la sozza patria della mafia e del fascismo che fa schifo al mondo ... O fate fuori i politici maiali che vi stanno mangiando la voglia di vivere

Luigi Farinelli

Mar, 11/04/2017 - 00:09

Non occorreva essere indovini ancora qualche anno fa per prevedere questo tipo di andamento. L'Italia è stata sempre fra le prime al mondo come alta aspettativa di vita ma ora stanno arrivando al pettine gli effetti delle magagne del "progresso", con le generazioni di ex giovani che in gioventù hanno vissuto di sballo, disordine di vita, "nuovi diritti" e poca voglia di programmare l'esistenza, a partire dal "mitico" 68.

xywzwyx

Mar, 11/04/2017 - 08:36

Visto che il maggior numero di morte si è avuto durante il periodo influenzale, non sarebbe stato il caso di riportare il numero dei vaccinati nel 2015 rispetto agli anni precedenti così avremmo anticipato i commenti del tipo piove, governo ladro

Ritratto di sepen

sepen

Mar, 11/04/2017 - 09:15

E sarà sempre peggio. L'aumento dell'età media che c'è stato fino a pochi anni fa era dettato da una combinazione di due fattori: popolazione ancora reduce dalla selezione naturale e accesso a cure fino a prima della guerra inesistenti. Cessata la selezione naturale (i vecchi di adesso sono nati negli anni 30, quando già le cose stavano migliorando, sopratutto per l'igiene ed il riscaldamento) e con lo stato sociale che perde sempre più colpi, è ovvio che la vita media si abbassa.