"Gli italiani infettano gli immigrati". Ed è polemica sulla tesi di Burioni

Il virogolo Roberto Burioni sul suo sito Medical Facts sostiene che "siamo noi italiani a trasmettere batteri agli immigrati". Ma le sue parole fanno discutere

Il virogolo Roberto Burioni sul suo sito Medical Facts sostiene che "siamo noi italiani a trasmettere batteri agli immigrati". Di fatto, come riporta La Verità, l'articolo apparso sul sito di Burioni cita una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica The Lancet Infectious Diseases, una edizione che si occupa proprio di malattie infettive. Sul suo sito Burioni scrive: "I batteri resistenti – tenetevi forte –, i migranti li contraggono quando sono costretti a vivere, pigiati con altre centinaia di persone, in condizioni inumane in Paesi in cui i batteri resistenti agli antibiotici sono presenti in maniera molto abbondante. Indovinate qual è uno di questi Paesi? Avete indovinato: l’Italia, che non solo è un luogo di primo approdo per i migranti, ma anche un Paese (insieme alla Grecia), che primeggia in Europa per la presenza di questi pericolosissimi batteri resistenti ai farmaci.

Dunque, non siamo noi che prendiamo questi pericolosi batteri dagli immigrati (le evidenze di trasmissione alle popolazioni locali sono ancora molto scarse)". Una tesi di certo abbastanza forte che ha fatto parecchio discutere. Quelle del virogolo sono state definite "balle" da La Verità e così lo stesso Burioni ha deciso di rispondere per chiarire la sua posizione. Il virogolo ha prima twittato: "Confermo che il contenuto del nostro articolo su Medical Facts – ha scritto Burioni su Twitter allegando la prima pagina de La Verità- rappresenta una corretta e rigorosissima lettura dell’articolo citato, pubblicato su Lancet Infectious Diseases. La Verità gli fa male lo so; ma i fatti sono fatti e bisogna accettarli anche se sgraditi". Poi su Facebook rincara la dose: "Pier Luigi Lopalco, uno dei più autorevoli studiosi di malattie infettive e della loro diffusione del mondo, Professore Ordinario di Igiene allUniversita di Pisa, dice invece che il mio articolo è impeccabile. Scegliete voi di chi fidarvi".

Commenti
Ritratto di Evam

Evam

Mer, 28/11/2018 - 23:05

Questa è bella, oltre che razzisti anche infettivisti. Quindi un motivo in più ad alimentare i sensi di colpa di una popolazione che si vorrebbe succube e vittima di questi mostri terracquei che sono i clandestini. Guardi virologo, anche fosse, personalmente non mi interessa, ma per non sembrare di parte facciamo che ognuno resti a casa sua e così non ci sarà chi l'attacca e chi la prende. Profilassi che avrebbe dovuto essere presa già da parecchio tempo, a mio parere almeno dalla fine degli anni '60.

fifaus

Mer, 28/11/2018 - 23:29

E bene: un motivo in più perché se ne stiano a casa loro!

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Mer, 28/11/2018 - 23:44

Una ragione in più per rimanere a casa loro

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mer, 28/11/2018 - 23:52

a beh, questo lo dice lei, caro infettivologo, si presenti alle elezioni e vediamo chi ha ragione! siamo proprio avviati ad un rapido tramonto se ormai la scienza viene negata in ogni campo dello scibile dagli incapaci ed inetti patentati che ci stanno governando.

Ritratto di ursus47

ursus47

Gio, 29/11/2018 - 00:12

Italia piena di batteri cattivi, porti insicuri, clandestini al largo.

Ritratto di filospinato

filospinato

Gio, 29/11/2018 - 00:13

Sono d'accordissimo. I porti vanno blindati ed i respingimenti resi obbligatori per motivi umanitari e sanitari.

dare 54

Gio, 29/11/2018 - 00:16

Giusto! Quindi, per evitare che prendano la malaria, il morbillo, la scabbia, l'HIV ed altro, per il loro bene è meglio non vengano da noi! Così anche i nostri marinai, poliziotti, finanzieri ed altri volontari addetti all'accoglienza non dovranno essere costretti ad indossare mascherine e guanti per non contagiare queste povere e sane risorse!

al59ma63

Gio, 29/11/2018 - 00:30

...ha una venerazione per i SUBUMANI che ci troviamo tra i piedi...

justic2015

Gio, 29/11/2018 - 00:32

Lo schifo di questo maledetto paese a superato qualsiasi traguardo di stupidita e lignoranza non ha più limiti vergogna.

Mauritzss

Gio, 29/11/2018 - 01:44

Gli immigrati restino a casa loro . . . . !!!

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Gio, 29/11/2018 - 01:57

Ah, allora il sito l'ha aperto ? Perfetto, spero solo che ci sia lo spazio per i commenti del lettori, ché gli faccio fare un po' di figuracce proprio sul piano che secondo lui gli darebbe ragione: quello dei dati di fatto.

Lotus49

Gio, 29/11/2018 - 03:23

La tubercolosi e la malaria in Italia erano sconfitte da anni e non c'era nemmeno un caso, di scabbia pochissimi casi. Ora sono tornate in forze. Le abbiamo portate noi? Che poi anche gli immigrati prendano qualche malattia dagli Italiani può essere benissimo: mischiando a casaccio razze diverse, capita sempre.

Ritratto di scappato

scappato

Gio, 29/11/2018 - 05:21

Non voglio farti male, stammi lontano e torna al tuo Paese :-)

Aegnor

Gio, 29/11/2018 - 07:20

Se avete timore che li infettiamo,lasciateli a casa loro

Angel59

Gio, 29/11/2018 - 07:32

A me risulta il contrario. Gli incas furono sterminati dalle malattie che portarono gli spagnoli, simile sorte toccò agli indiani d'America i cui valorosi guerrieri furono falcidiati dalle malattie trasmesse dai colonizzatori. A questo punto occorre rivedere anche la sua discussa teoria sui vaccini.

umberto nordio

Gio, 29/11/2018 - 07:59

Vogliono evitare i nostri virus e batteri? Non fanno altro che andarsene alla svelta ,tutti sarebbero felici ,anche i virus e batteri.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 29/11/2018 - 08:22

Una ragione in più per tenerli a casa loro caro professore.

Vostradamus

Gio, 29/11/2018 - 08:25

Senza entrare nel merito dell'evidente idiozia (quando ci rechiamo in paesi infetti da patologie endemiche, allora, dovrebbero essere gli abitanti di quei paesi a vaccinarsi, e non noi, e qui mi fermo), dopo questo articolo è evidente che i porti italiani sono non sicuri, e quindi va impedito ad ogni costo lo sbarco di chicchessia. I porti sicuri sono quelli da cui provengono, ove debbono essere sbarcati a tutta velocità, onde impedire che si contagino delle malattie che portano essi stessi.

dredd

Gio, 29/11/2018 - 08:43

Non riesco a smettere di ridere

gneo58

Gio, 29/11/2018 - 08:49

che dire.......ente cosi' andrebbe.......

giangi60

Gio, 29/11/2018 - 08:51

Un motivo in più per non farli sbarcare!

Ritratto di skuba2017

skuba2017

Gio, 29/11/2018 - 08:54

Da un punto di vista ha ragione la sproporzione di utilizzo di antibiotici ha creato dei germi resistenti, ma dire che noi siamo untori e infettiamo gli immigrati è una cavolata pazzesca. Che ci siano dei personaggi che affermano senza evidenza scientifica delle cavolate è noto, ma che Professori sparino queste cose non vere per motivi politici è obrobrioso.

Ritratto di wciano

wciano

Gio, 29/11/2018 - 08:57

Adesso i batteri sono comunisti perché l'ha detto un giornale. E senza citare nemmeno uno studio scientifico. AAH AH A AH AH AH AH

Tommaso_ve

Gio, 29/11/2018 - 08:58

Burioni ha ragione!!! Cordone umanitario contro l'Italia!!! E chi viene da paesi "puliti" non entri... manco morto. Fine... ma... Burioni perché allora non si trasferisce in Africa???

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 29/11/2018 - 08:59

e' un cialtrone sinistro...questa sarebbe la voce della scienza vs novax?

ampar

Gio, 29/11/2018 - 09:17

forse é il caso i riaprire i manicomi

Papilla47

Gio, 29/11/2018 - 09:20

E che proponete per risolvere questo problema? Una vaccinazione di massa? E' proprio vero in questa nazione c'è la corsa a chi la spara più grossa.

Ritratto di saggezza

saggezza

Gio, 29/11/2018 - 09:25

Il fanatismo di tifoseria politica porta a dire queste assurde scemenze?. Non ci posso credere…… Speriamo che lo credano gli energumeni se servisse a farli ritornare nel loro paese, credo di no, ci vorrà ben altro……

ruggerobarretti

Gio, 29/11/2018 - 09:41

Il Lancet se non ricordo male aveva pubblicato in passato lo studio del dr. Wakefield sulla correlazione tra vaccino morbillo contenente mercurio ed insorgenza di autismo. Studio poi ripudiato ad anni di distanza sotto le pressioni dell'industria farmaceutica. Quindi caro luminare dove sta la verita' di queste riviste (pseudo)scientifiche?? Sono Vangelo solo quando fa comodo o e' giusto prenderle con beneficio d'inventario???

lappola

Gio, 29/11/2018 - 09:48

E dove sta il problema? se siamo noi a trasmettere il virus agli immigrati facciamo il bene loro e teniamoli lontani dalla nostra terra. Se invece il virologo sbaglia e sono gli immigrati a trasmettere il virus a noi, teniamoli lontani dalla nostra terra. Ecco le soluzioni, scegliete.

Darbula

Gio, 29/11/2018 - 09:57

Le scemenze come si trasmettono? Che questo tizio è bello carico.

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 29/11/2018 - 10:11

Balle!! lo dice il rapporto dell’Agenzia Europea per la prevenzione delle malattie. Tantissimi immigrati sono affette e quindi portatori di Tubercolosi, Malaria, HIv ed Epatite B. In Svezia secondo il rapporto, il 96,1% degli infetti da epatite B è un immigrato, e Burioni se ne faccia una ragione.

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 29/11/2018 - 10:30

supponiamo che sia vero io avrei una soluzione semplice. Rimangano a casa loro e nessuno li appesterà

Antenna54

Gio, 29/11/2018 - 10:32

Il virologo deve essere stato contaminato da un batterio, lo "stupidotis batterium"! I gentili africani ed asiatici che piombano in italico stato, possono sempre evitare le brutte malattie restando a casa loro o andando in qualche altro paese più "sano"!

andy15

Gio, 29/11/2018 - 10:37

Sara' anche cosi'. Ma se costoro rimanessero a casa loro non correrebbero il rischio di essere infettati da noi, ne' noi da loro.

Ginestra

Gio, 29/11/2018 - 10:46

Che notiziona... speriamo che la Kyenge informi gli africani dei mille pericoli che incontrerebbero nel nostro paese; purtroppo lei non è stata scoraggiata.

Paolorux

Gio, 29/11/2018 - 10:58

Ci mancava, la sparata sui nostri batteri razzisti! Pagherei perche' fosse vera!

guardiano

Gio, 29/11/2018 - 11:00

Si chiama burioni questo professore forse sarebbe più appropriato un altro cognome.

perseveranza

Gio, 29/11/2018 - 11:18

Burioni da ricovero coatto urgente.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 29/11/2018 - 11:21

Dicono che lo studio amplifica la mente e nobilita l'uomo ma a certi..il troppo studio e relative sostanze di supporto rinc..retinisce del tutto!!

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 29/11/2018 - 11:23

In un paese di gente di passaggio chi può dirlo, basterebbe delle semplici precauzioni ed evitare troppi contatti.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 29/11/2018 - 11:25

COMUNQUE,SE COSI' FOSSE,BISOGNA RISPEDIRE AI LORO TUCUL TUTTI QUELLI CHE SONO IN ITALIA E NON FAR ENTRARE I CLANDEST..QUELLI PETULANTI CHE VOGLIONO SBARCARE A COSTO DI SPARARGLI..PER IL LORO BENE,S'INTENDE!!

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Gio, 29/11/2018 - 11:35

Il virologo ha dunque aperto la strada per vietare l'ingresso agli immigrati! Tutti i terzomondisti (Papa Francesco in primis) non vorranno mica fare del male ai clandestini che arrivano in Italia? Sarebbe un crimine contro l'Umanità. Per il loro bene non devono venire in Occidente per non essere infettati. C H I A R O!

cabass

Gio, 29/11/2018 - 11:36

Ottima notizia! Mi sarei incavolato se fosse stato il contrario... :-) Bene, ora che lo si faccia sapere a tutte le risorse presenti e future, di modo che girino al largo.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Gio, 29/11/2018 - 11:40

Toh, sono andato a vedere: sul sito di Burioni non sono possibili i commenti dei lettori. Fifa, eh ?

emigrante

Gio, 29/11/2018 - 11:41

Da oltre 18 anni lavoro in Africa come Medico. Il problema della resistenza batterica agli Antibiotici è un problema mondiale, in massima parte dovuto all'uso indiscriminato, estensivo, di questi preziosissimi Farmaci. E' un problema in Occidente, ma per la mia esperienza lo è in misura maggiore nei Paesi Emergenti dove ho lavorato. Infatti qui gran parte degli Ambulatori è in mano a Infermieri scarsamente istruiti, che "per non sbagliare" trattano sovente qualsiasi malattia, anche non infettiva, con antibiotici, anche due o tre diversi contemporaneamente. Quindi, se "Lancet" registra un problema "occidentale", non è che il "sud del mondo" stia meglio. E contribuisce con le migrazioni incontrollate a diffonderlo. Non si deve strumentalizzare un articolo che giustamente indica in sovraffollamento e cattive condizioni igieniche pericolosi co-fattori della diffusione.

Ritratto di Cosmonauta

Cosmonauta

Gio, 29/11/2018 - 12:48

Che problema c'è, se siamo un rischio possono benissimo evitarci e andare altrove, no? Sta gente è ridicola, va presa a calci nel sedere e sbattuti fuori da sto paese anche se con cittadinanza italiana. Questi individui non ci rappresentano e anzi, sono un pericolo per la comune gente e le loro comuni vite.

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 29/11/2018 - 13:45

Verissimo l'igiene e la prevenzione è un ottimo scudo per i batteri. Bisogna educare chi ha le emorroidi... hahahahahahahahahahahaha