Italiani sempre meno e più vecchi: la preoccupante previsione dell'Eurostat

Secondo l'Eurostat in Italia nel 2050 saremo 10 milioni in meno. Il ministro Costa: "Servono interventi strutturali a livello europeo". Le eccezioni di Francia e Gran Bretagna

Culle vuote, popolazione a picco: di questo passo nel 2050 il numero degli italiani si ridurrà dai 60,6 milioni di oggi a 51,5. Fra sessant'anni saremo ancora meno: 39 milioni. Sono i numeri di uno studio dell'Eurostat pubblicati oggi sul quotidiano "La Stampa". Le cifre sono allarmanti. È l'effetto di un progressivo calo delle nascite, un dato che peggiora di anno in anno e che potrebbe toccare il picco negativo nel 2080: 308 mila neonati. "Ci vogliono politiche strutturate", ha commentato il ministro per gli Affari regionali con delega alla famiglia, Enrico Costa. "Un intervento una tantum, anche se meritevole, non porta risultati nel medio-lungo termine". A salvare gli italiani dall'estinzione allora potrebbero essere i flussi migratori.

I numeri finora snocciolati infatti non comprendono nel conto l'apporto dei migranti. Secondo l'Ufficio statistico dell'Ue, tenendo conto dei flussi migratori, la fotografia del paese cambierebbe parecchio. La popolazione sul territorio italiano salirebbe a 67 milioni nel 2050 per assestarsi poi sui 65 milioni nel 2080. Anche il numero delle nascite crescerebbe fino a 570 mila nel 2080.

Senza flussi migratori, dice Eurostat, non solo saremo di meno, saremo anche più vecchi. A migrazione zero, l'età media degli italiani salirà a 53,2 anni nel 2080. Includendo anche i migranti l'età media resterebbe al di sotto dei 50 anni: 48,9 nel 2080. Oggi l'età media è di 44,7 anni.

"La necessità di politiche struttuali organiche e stabili a sostegno della natalità non può essere una questione lasciata ai piani nazionali dei singoli Stati dell'Ue, ma va affrontata e coordinata a livello europeo", ha spiegato il ministro Costa. La dinamica demografica delineata da Eurostat in effetti va di pari passo in tutto il continente, con poche eccezioni.

Senza tener conto della variabile migratoria, la popolazione europea calerà dai 507 milioni di oggi ai 399 del 2080. Il numero delle nasciste crollerà da 5,1 milioni a 3,6. Numeri che avrebbero effetti catastrofici anche sull'economia. Anche in questo caso la situazione migliora tenendo conto dei fenomeni migratori, con la popolazione che crescerebbe a 520 milioni nel 2080. I nuovi nati sarebbero 5,1 milioni, tanti quanti quelli dell'ultimo anno.

Le eccezioni di Francia e Gran Bretagna

Due i paesi virtuosi che vedranno la popolazione aumentare anche al netto dei flussi migratori. In Francia, secondo Eurostat, la popolazione salirebbe dai 66 milioni di quest'anno ai 69 del 2050. Nel 2080 la popolazione si assesterebbe sui 68 milioni. Stesso discorso per la Gran Bretagna. Oggi i sudditi della regina sono 64 milioni. Saranno tre in più nel 2030 e di nuovo 64 milioni nel 2080.

Per il ministro Costa questi ultimi sono numeri che devono far riflettere: "In questi paesi le politiche adottate a sostegno della famiglia sono state improntate all'insegna della stabilità. In Italia al contrario sono state adottte misure caratterizzate da troppa incertezza: un intervento una tantum anche se meritevole, non porta a risultati nel medio lungo termine".

Commenti
Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Lun, 22/08/2016 - 13:38

Tutto sxxxxxxxe. Ci saranno milioni di asiatici ed africani

Gianmario

Lun, 22/08/2016 - 14:02

Mi sembra inevitabile data la situazione attuale. Siamo bombardati da tasse, balzelli, multe, canoni, bolli, prelievi forzosi... Sposarsi e mettere su famiglia (cosi ti aumentano TARI, TARSU, ENEL,etc...)?!? Bisogna essere dei pazzi per farlo. Per un giovane è più conveniente (sul lungo periodo) scappare all'estero.

ghorio

Lun, 22/08/2016 - 14:38

Basterebbe adottare provvedimenti per facilitare la formazione delle famiglie. Così facendo aumenta la popolazione, se necessario fare adunate tra celibi e nubili, copiando Danimarca e Giappone.

giorgio81

Lun, 22/08/2016 - 15:00

Come possono gli immigrati salvare dall'estinzione gli italiani? Loro e i loro figli non sono e non saranno mai della nostra etnia. L'equazione cittadinanza italiana = etnia italiana non è più valida da quando l'Italia è diventata un paese multietnico. Poi, per quanto riguarda la Francia, lasciamo stare, abbiamo visto come sono i nuovi francesi tra attentati e burkini vari.

agosvac

Lun, 22/08/2016 - 15:15

E' del tutto incredibile che si possa pensare di sostituire gli italiani con gli stranieri. Che Italia sarebbe quella senza gli italiani??? Il mondo attuale ha una sovrappopolazione costituita da quelli che fanno figli senza poterli mantenere e poi si rivolgono ai paesi che i figli li possono mantenere perché sono pochi. Voglio dire: fare pochi figli è una scelta sensata. Ad essere fuori da ogni regola sono i coniglietti che insistono a fare figli senza avere la capacità di mantenerli. Solo un Governo di deficienti può solo pensare di sostituire gli italiani con gli stranieri.Questi stranieri non contribuiscono affatto al benessere della nazione perché , al contrario, sono un peso per lo Stato visto che di lavorare non ne vogliono sapere un bel niente.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 22/08/2016 - 15:39

Il nostro sistema ha le sue conseguenze. Informatevi sulla politica di incentivazione della procreazione seguita dalla Russia, mentre nel bel paese siamo indotti a non procreare e sono incentivate le unioni non procreative.

Ernestinho

Lun, 22/08/2016 - 16:30

Colpa delle leggi contro la famiglia!

beale

Lun, 22/08/2016 - 16:51

è un articolo ferragostano per riempire il giornale. anni di crisi economica, assenza di prospettive e Daniele Eboli (Eboli: nome d'arte?) ci commina il pistolotto delle culle vuote. renziano anch'egli? negli anni '70/'80 campagne per la contraccezione ed il concepimento responsabile e oggi.....importiamo migranti! volete fare i giornalisti o copiare veline?

Marco-G

Lun, 22/08/2016 - 17:08

Balle colossali. Il nostro pianeta è sovrappopolato e le risorse naturali scarseggiano. Il decremento demografico è l'umica risposta plausibile e sensata. Tra cinquanta anni la tecnologia avrà sostituito gran parte della mano d'opera. La riprova è che nonostante il decremento demografico la disoccupazione è in crescita e ci dobbiamo inventare lavori inutili per sopravvivere. L'incremento demografico fa comodo solamente a chi punta sulla quantità e non sulla qualità (politici massoni e multinazionali)

medico

Lun, 22/08/2016 - 18:42

Vorrei che qualcuno mi spiegasse quale vantaggio si ha ad essere troppo numerosi. Ma non capite che se in Italia fossimo in meno non ci sarebbe disoccupazione,avremmo a disposizione piu'risorse : Si vivrebbe meglio! In una Famiglia con pochi figli si vive meglio che in una Famiglia con troppi figli (anche se li mantiene lo Stato,cioe'gli altri).

Poldo51

Lun, 22/08/2016 - 19:03

La soluzione del problema demografico non e' certo la sostituzione della popolazione italiana con gli africani ma la corretta politica in favore della famiglia. Noi stiamo aiutando solo gli stranieri! Che vergogna!

venco

Lun, 22/08/2016 - 19:10

Ma per produrre beni di consumo manodopera ne servirà sempre meno, se la popolazione cala non è un fatto negativo in questa Italia ora sovrappopolata

carlottacharlie

Lun, 22/08/2016 - 20:13

Eurostat, da quel che ricordo del suo passato di Veggente, non ne ha azzeccata una, in compenso ha sempre retto la coda ai comunisti.

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 22/08/2016 - 21:27

E qual è il problema? Non ci sono più italiani ? Bene ci saranno più francesi o più inglesi!Eh bè! qual è il problema? Fatevi furbi che è meglio......se una razza è destinata a scomparire non sarà certo l'uomo ad impedirla! L'uomo è meglio che stia al suo posto perché fa solo danni!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/08/2016 - 21:40

Prima si lamentano che il pianeta è sovrapopolato (7 miliardi), poi perchè conviene, si dice che rimaniamo in pochi. Non incantante nessuno, e si dichiarano intellettuali! Puah.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 22/08/2016 - 22:08

@Marco-G: osservazione pertinente. Dipoi perché in India cercano di "sterilizzare" la popolazione, principalmente le caste povere, e in Cina fino a poco tempo fa con il figlio unico mentre nel mondo mussulmano ... non serve chiarirlo l'hanno già detto loro.

Ritratto di pulicit

pulicit

Mar, 23/08/2016 - 00:25

Siamo seri. Chi fa le previsioni non ci azzecca mai. In tutti i settori. Regards

steffff

Mar, 23/08/2016 - 01:02

Caro agosvac, e' purtroppo quello che sta succedendo. Decine di migliaia di giovani vanno a trovare lavoro all'estero e sono sostituiti dai migranti. Esportiamo italiani con laurea e importiamo africani analfabeti. L'Italia cosi' come la conoscevo da giovane non esistera' piu' fra al massimo dieci anni.