Italiano morto a Brisbane investito da un pirata della strada

Si chiamava Umberto Gatti e aveva 32 anni, era italiano ed è stato investito a Brisbane mentre viaggiava sul suo motorino. Ora la polizia sta cercando i responsabili che hanno abbandonato la Bmw X3, auto pirata con cui hanno ucciso Umberto

Un italiano è stato investito a Brisbane mentre stava viaggiando a bordo del suo motociclo. Ora è stata aperta una caccia all'uomo che era alla guida di una Bmw X3 che ha provocato uno schianto coinvolgendo ben sette veicoli. La polizia del Queensland sta cercando il pirata della strada che ha travolto e ucciso Umberto Gatti, di 32 anni che lavorava come cameriere a Brisbane. Il ragazzo era originario di Moncalieri e con lui viaggiava un'altra persona, un ragazzo di 23 anni che è morto come Umberto. Sono partiti gli interrogatori di eventuali testimoni per poter trovare chi ha provocato il grave incidente. Almeno altre due persone sono rimaste ferite mentre il pirata della strada ha fatto perdere le sue tracce essendo fuggito a piedi.

La sua pagina Facebook è stata presa d'assalto da chiunque l'abbia conosciuto in vita. Un suo amico, ed ex compagno di scuola, gli scrive così (riporta Repubblica): "Eri andato in Australia a cercare un mondo migliore, Ed hai trovato due che fanno i folli in auto e tu ci hai rimesso la vita". Una tragica fatalità che ha colpito un ragazzo che aveva cambiato la sua vita in cerca di una situazione lavorativa migliore.