Ivoriano distrugge le auto posteggiate e aggredisce la polizia

L’ospite della casa di accoglienza “Pensionato San Giuseppe” di Como è ora nei guai. L'udienza sarà il 30 aprile

Un ivoriano ha prima lanciato dei sassi contro alcune auto parcheggiate nel cortile interno di un centro di accoglienza, distruggendo lunotti e parabrezza, Quando poi sono intervenuti i poliziotti li ha aggrediti. Il protagonista di tanta violenza è uno straniero di 24 anni, con tanto di permesso di soggiorno per motivi umanitari. Ieri, martedì 22 aprile, verso le 13, l'uomo ha lanciato dei sassi contro le auto parcheggiate in via Tommaso Grossi a Como. Nel cortile interno della struttura di accoglienza “Pensionato San Giuseppe” in cui l’ivoriano è ospite.

La proprietaria di una delle auto parcheggiate nel cortile della struttura e danneggiate ha avvertito in lacrime la polizia richiedendo l’intervento di una volante. Giunti sul luogo indicato gli agenti hanno subito individuato il colpevole, sia perché ancora nel cortile, sia perché già fermato il giorno precedente per altri danneggiamenti. L’uomo aveva inoltre precedenti per lesioni personali. Il senzatetto passava la giornata a rompere le vetture posteggiate. Il vandalo è stato portato in Questura per accertamenti e qui ha aggredito gli agenti, procurando loro lesioni giudicate guaribili in cinque giorni.

Domenica sera, 21 aprile, giorno di Pasqua, e ieri mattina, il 24enne aveva procurato fastidi e molestie ad alcuni ospiti e collaboratori dello stesso centro. Per questi gravi motivi e per la flagranza di reato, il giovane è stato arrestato in attesa dell’udienza per direttissima avvenuta questa mattina. Oggi infatti è stato convalidato l’arresto e sotto richiesta del suo avvocato l’udienza è stata spostata a martedì 30 aprile. L’ivoriano nel frattempo verrà trasferito nella Casa Circondariale di Como fino alla data stabilita. Probabilmente in quel frangente verrà anche riesaminato il suo permesso di soggiorno.

Commenti

Giorgio5819

Mar, 23/04/2019 - 22:00

Le forze dell'ordine DEVONO POTER AGIRE CON LA DOVUTA FERMEZZA. Senza dover temere i vermi che difendono costantemente questi schifosi parassiti. Devono essere cambiate le regole, SUBITO.

kennedy99

Mer, 24/04/2019 - 07:54

adesso il conto per le auto danneggiate li dovrebbe pagare i loschi individui che vogliono queste persone sul sul suolo italiano. permesso umanitario in costa d'avorio non cè nessuna guerra e il pil ivoriano è molto piu alto di quello italiano. quindi andrebbe subito ri spedito al suo paese. buonisti permettendo.