James Van Der Beek: "Io, vittima di abusi ai tempi di Dawson's Creek"

Con una serie di tweet, l'ex protagonista di Dawson's Creek racconta particolari scottanti risalenti all'inizio della sua carriera

James Van Der Beek è stato vittima di violenze sessuali. E ora che il caso Weinstein è su tutti i giornali, anche l'ex protagonista di Dawson's Creek ha deciso di rompere il silenzio.

Con una serie di tweet, James Van Der Beek ha rivelato alcuni episodi del suo passato fino ad ora rimasti nascosti. L'ex attore di una delle serie televisive pù amate sarebbe stato vittima di abusi sessuali all'inizio della carriera. A spingerlo alla confessione è stato il caso di Harvey Weinstein, il produttore cinematografico americano co-fondatore di Miramax, negli ultimi giorni al centro delle polemiche per le rivelazioni scottanti fatte dal New York Times.

L'attore, oggi 40enne, ha criticato aspramente il comportamento di Weinstein e, soprattutto, di chi ha sostenuto che la colpa delle violenze sessuali fosse da attribuire alle donne abusate. Con un altro tweet, racconta poi cosa ha passato all'inizio della propria carriera: "Il mio sedere è stato afferrato da uomini molto potenti". Una confessione che ha lasciato scioccati i suoi fan, di ieri e di oggi.

Commenti

ORCHIDEABLU

Ven, 13/10/2017 - 11:41

MA A TE CHE SEI UN UOMO NESSUNO TI CRITICHERA'PER AVER ACCETTATO LE AVANCE.CMQ BISOGNA DISTINGUERE VIOLENZE SESSUALI ,CON TENTATA VIOLENZA LE PALPATE ANCHE SE ODIOSE NON SONO PARAGONABILI ALLE VERE E PROPRIE VIOLENZE SESSUALI.