John Galliano: "Così sono rinato dopo droga e alcol"

John Galliano, tra i più apprezzati stilisti del panorama della moda si confessa in un'intervista su Chi in edicola dal 22 giugno

"Prima della caduta per me il lavoro veniva davanti a tutto, anche alla salute e questo è da pazzi. Il processo creativo è divorante, ed è qualcosa che ho in me, uno dei molti difetti di carattere che devo tenere sotto controllo". John Galliano, tra i più apprezzati stilisti del panorama della moda si confessa in un'intervista su Chi in edicola dal 22 giugno. Un'intervista serrata in cui Galliano non risparmia nulla e apre le porte del suo passato. E così racconta del periodo più difficile della sua vita quando fu costretto ad abbandonare la maison Dior per un video che lo ritraeva ubriaco mentre grida frasi antisemite ad una coppia per le strade di Parigi davanti ad un bar.

Un periodo buoio della sua vita di cui ha deciso di parlare senza omettere la fatica che ha affrontato per uscire da questa difficile situazione: "Il culmine di anni di abuso di alcol e droga, aggravati dalla pressione di dover creare". Poi la sua vita è cambiata e ha deciso di invertire la rotta: "Ora sono completamente sobrio. Gli unici spacciatori che frequento sono quelli di abiti vintage". "Quando ho lasciato il mio lavoro precedente", ha detto lo stilista a Chi "non sapevo neppure come scrivere una mail o usare un telefonino perché ci pensavano sempre gli altri".