L’incredibile odissea in Europa di due auto della polizia italiana

Due macchine della polizia italiana, con a bordo quattro operatori, sono state costrette a percorrere l'Europa senza armi per colpa di una norma europea

“In occasione della manifestazione Rescue Vlissingen sul soccorso pubblico, i nostri colleghi in viaggio su due veicoli con i colori d’istituto sono stati costretti a lasciare l’armamento di dotazione al valico svizzero di Ponte Chiasso, e da lì attraversare Svizzera, Germania , e Belgio (circumnavigando anche Bruxelles) e Lussemburgo, prima di raggiungere i Paesi Bassi, senza armi a difendere se stessi?”. A chiederlo, in una lettera indirizzata a Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza europea, è Gianni Tonelli, segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap).

“Tutto ciò ha il sapore del paradosso!”, spiega Tonelli che ricorda come il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, si sia raccomandato che i poliziotti siano armati anche al di fuori dell’orario di lavoro. Secondo il Sap obbligare due autoveicoli della Polizia di Stato con quattro operatori a percorrere mezza Europa senza armi, sia una disposizione gravissima e inammissibile in un momento storico in cui l’allarme terrorismo è ai massimi livelli. E quindi “ferma la necessità di rispettare gli accordi internazionali ed i vincoli imposti all’Italia, - continua la lettera del Sap - è necessario immediatamente rivedere le politiche europee in materia, che attualmente non consentono agli appartenenti delle Forze di Polizia che si recano in missione all’estero di portare con sé l’armamento individuale, specie quando ciò avviene in uniforme e utilizzando veicoli con i colori d’istituto, sia per il fine di consentire l’effettivo espletamento della missione istituzionale della Polizia di Stato, sia per difesa personale e di tutta la cittadinanza”. Dato che la revisione degli accordi internazionali, richiederebbe tempi troppo lunghi, il Sap propone all’amministrazione italiana due soluzioni immediate:“Richiedere un servizio di scorta dello Stato ospite che accompagni gli agenti disarmati fino a destinazione. Oppure, ancora più semplice e immediato, far sì che gli operatori, al di fuori dei confini nazionali possano vestire in borghese, senza divisa”.

Commenti

guido.blarzino

Mer, 27/07/2016 - 21:59

Ma questa non è Unione Europea. Questo è un conglomerato di Stati dove ognuno pensa ai fatti propri. E quelli più forti o che urlano di più comandano gli altri. L'Europa non sarà mai gli USA: 1 solo Presidente per tutti. L'Europa è il vecchio continente pieno solamente di individualismo e vecchie prime donne autoreferenziali.

Ritratto di ettocima

ettocima

Mer, 27/07/2016 - 22:06

E mi sembra giusto. Solo ai delinquenti ed ai terroristi deve essere concesso di girare armati. Ma che razza d'Europa ...

KAVA

Mer, 27/07/2016 - 23:39

Mammamia che rischio...attraversare svizzera e germania senza armi! Ma il sindacato non può occuparsi di questioni meno frivole?

cgf

Gio, 28/07/2016 - 00:19

imo Tonelli dovrebbe studiare un poco di diritto prima di vantare... diritti!! ma chi lo ha messo a rappresentare i poliziotti? mandatelo a fare un posto di blocco fuori da un campo rom per una notte intera e poi quella successiva, prossima missione IDEM.

cgf

Gio, 28/07/2016 - 00:29

perché sono passati dal Lussemburgo circumnavigando anche Bruxelles per andare a Vlissingen, Paesi Bassi? Se avessero fatto la E42 rispetto la E25 sarebbe stata certamente più lunga (di 8km su un totale di oltre 1.000) ma ci avrebbero anche messo meno, in certi orari passare Bruxelles è da prima/seconda!!

Ritratto di StefanoParma

StefanoParma

Gio, 28/07/2016 - 07:15

Va chiesto anticipatamente il permesso di transito con le armi ai paesi interessati, non si può presentarsi in frontiera direttamente con le armi. Questo lo sa anche un bambino.

rampy

Gio, 28/07/2016 - 07:37

Cosa c'è di strano, da noi i prefetti scrivono alle polizie municipali di intensificare la vigilanza contro atti di terrorismo. Peccato che le nostre leggi, contemporaneamente, impongono agli agenti di lasciare le armi se per servizio devono recarsi in un altro comune. Alla faccia della vigilanza.

rossini

Gio, 28/07/2016 - 08:17

La domanda è la seguente. La stessa regola vale, a parti invertite, per i poliziotti olandesi o per quelli tedeschi? Se la risposta è sì, allora è l'Unione Europea che è bacata e fa acqua da tutte le parti. Se la risposta è no, allora è l'Italia che, more solito, si fa trattare a pezza da piedi.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 28/07/2016 - 08:35

La Mogherini sta pensando al servizio di piatti. Questa è l'Europa. Regole, barriere, confini. Che non vengano a sventolare una bandiera per farci sentire Europei. Io mi sento Italiano, come un tedesco si sente tale nella sua Germania o un Francese nella sua Francia.

viperino

Gio, 28/07/2016 - 09:33

Se le scorte dei politici possono portare armi in giro per il mondo registrandole alla frontiera dopo averle preannunciate, qual' è il problema per le Forze dell'Ordine, basta seguire la stessa procedura. Burocrazia sveglia !!!

evuggio

Gio, 28/07/2016 - 11:30

E' Ora di mettere fine a questa Europa fuori di testa! Le vecchie barzellette che prendevano in giro i carabinieri sarebbe bello che fossero riciclate su questi grandi cervelli che stanno distruggendo l'Europa a colpi di imbecillità.

mariod6

Gio, 28/07/2016 - 12:36

I poliziotti italiani devono girare disarmati, i criminali italiani e non, invece possono portarsi anche un cannone appresso. La Mogherini sta scaldando la sedia come i nostri ministri e prima/seconda/terza carica dello Stato. L'importante è che lo stipendio e le indennità (sic!!!) corrano, poi i poliziotti possono anche crepare, se si difendono li accusano di torture ai poveri delinquenti indifesi. Buffoni !!!!

cgf

Gio, 28/07/2016 - 15:33

RIPROVO... sapevo che non è possibile entrare in un qualsiasi altro Paese con la divisa e le mostrine (provate a farlo negli USA), ma da qualche tempo in Europa, e solo con autorizzazioni concesse, è ammesso. Però ora mi viene un dubbio: noi italiani permettiamo che poliziotti/militari esteri entrino nel ns Paese armati per di più con divisa d'ordinanza su mezzi 'con i colori d’istituto'? Sarebbe molto preoccupante una risposta affermativa. Sarebbe un brutta Europa! i poliziotti all'estero sono i cittadini comuni, tutti possiamo dunque andare armati perché "non ci fidiamo" di altri poliziotti? LBNL La Svizzera non è UE e loro GIUSTAMENTE NON PERMETTONO a nessuno entrare armato, tantomeno se deve andare ad 'una parata'. btw LA POLIZIA INGLESE NORMALMENTE GIRA DISARMATA *ci sono delle ragioni per questo* ma prova ad assalire un poliziotto..