Lamezia, marocchino picchia e tenta di stuprare donna: arrestato

Un marocchino ha picchiato e tentato di stuprare una donna romena all’interno di uno stabilimento abbandonato a Lamezia. Il nordafricano è stato arrestato

Un immigrato marocchino di 34 anni, irregolare in Italia, è stato arrestato dai carabinieri di Lamezia con le accuse di tentata violenza sessuale e minaccia aggravata. L’uomo, infatti, sotto la minaccia di un coltello a serramanico ha tentato di violentare una donna romena che aveva conosciuto poco prima all’interno dell’ex zuccherificio di Sant’Eufemia.

Intorno alla mezzanotte, una pattuglia degli uomini dell’Arma impegnata nei quotidiani servizi di controllo del territorio ha notato una giovane che, in preda al panico, era uscita di corsa dallo stabile fatiscente ed abbandonato. La ragazza, con tutta la forza che le era rimasta, gridava disperatamente cercando così di attirare l’attenzione di chi transitava lungo la strada. I militari si sono avvicinati alla donna e, dopo averla tranquillizzata, hanno chiesto spiegazioni per quel suo comportamento.

Con un preciso quadro della situazione, i carabinieri supportati da un’altra pattuglia immediatamente intervenuta, hanno fatto irruzione nel vecchio immobile trovando il sospetto con la pericolosa arma. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, grazie al racconto della stessa vittima, la giovane ed il 34enne nordafricano, insieme ad altri immigrati senza fissa dimora, si erano conosciuti durante un viaggio in treno per raggiungere Lamezia.

Non avendo un posto dove trascorrere la notte, per trovare riparo dalle intemperie i due si erano diretti all’interno dello stabilimento abbandonato. Lì si erano addormentati in attesa dell’alba. Tutto sembrava tranquillo ed invece, mentre la donna riposava, il suo aggressore prima l’ha aggredita sferrandole un violento pugno nello stomaco e poi, sotto la minaccia di un coltello, ha tentato di stuprarla.

Il marocchino è stato tratto in arresto per tentata violenza sessuale e minaccia aggravata e condotto immediatamente presso il carcere di Catanzaro.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Ven, 09/11/2018 - 12:36

altra risorsa che ci paga la pensione

venco

Ven, 09/11/2018 - 12:54

L'immigrato al primo fermo va recluso in attesa dell'espulsione, non deve più circolare libero.

Malacappa

Ven, 09/11/2018 - 13:58

Arrestato e liberato perche' e' la loro cultura

Ritratto di navajo

navajo

Ven, 09/11/2018 - 14:33

Ma che belle personcine i cui usi e costumi dovrebbero diventare i nostri.

Geegrobot

Ven, 09/11/2018 - 14:51

A forza di arresti ad extracomunitari chi mi pagherà la pensione? Forse i membri dei centri sociali?

killkoms

Ven, 09/11/2018 - 14:55

pagatori di pensioni!

Ritratto di Laura51

Laura51

Ven, 09/11/2018 - 15:02

Allora, se è irregolare, è clandestino, non "immigrato irregolare". Smettetela un po' con sto 'politicamente corretto' e chiamate le cose e le persone col loro nome.

Gianni11

Ven, 09/11/2018 - 15:29

Come decide la toga rossa? Dunque...tutti e due "migranti", MA uno e' abbronzato. Ovviamente innocente. Da rilasciare subito. Irregolare? Che c'entra? Immediato rilascio. O sarebbe "rassismo", no? Se invece fosse stato un italiano che avesse aggredito una "abbronzata"? Allora....caso di razzismo clamoroso. Da bombardamento mediatico a tappeto. Poi uscita di mattarella e bergoglio contro il razzismo e il far-west e insulti contro tutti gli italiani dalla boldrini e kyenge. Altro che legge uguale per tutti e Liberi e Uguali! L'opposto!

restinga84

Ven, 09/11/2018 - 15:43

Lei,romena,senza una dimora.................lui,marocchino,componente del quadrunvirato delinquenziale,Nigeriani/Senegalesi/Marocchini/Tunisini leaders in Italia,cercava un puo`di calore e conforto dalla romena,quindi, e`perdonabile.Questo,credo,sara`il giudizio che verra`emesso dal nostro magistrato,di turno,nei riguardi del marocchino.