Lapo Elkann, la rinuncia al passaporto Usa può pesare nel processo

Un piccolo inconveniente potrebbe aggravare davanti alla giuria la posizione del rampollo di casa Agnelli

Fissato per il 25 gennaio il processo a carico di Lapo Elkann dopo la vicenda che l'ha visto protagonista a New York nel mese di novembre quando, dopo aver passato una notte a base di droga e in compagnia di un trans ha simulato un finto rapimento per farsi consegnare 10mila euro dai familiari per restituirli a chi era stato con lui tutta la notte.

C'è però un piccolo inconveniente che potrebbe aggravare ancora di più la posizione del rampollo di casa Agnelli. Come riporta Dagospia, infatti, Lapo ha rinunciato poco tempo fa per motivi principalmente fiscali alla cittadinanza e al passaporto americano.

Questa decisione potrebbe influire in modo negativo sulla giuria e sembra che l'entourage di Lapo Elkann non voglia che questo particolare emerga pubblicamente quando ci sarà il processo.

Commenti

DIAPASON

Mar, 10/01/2017 - 19:36

Non c'e' niente da processare, basta guardarla in faccia, o al limite farla parlare

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 10/01/2017 - 20:32

stessa efficienza della giustizia italiana .... gli è andata bene, se lo beccavano in italia 15 anni di processi non glieli toglieva nessuno

Una-mattina-mi-...

Mar, 10/01/2017 - 20:59

IN GALERA!

cicero08

Mer, 11/01/2017 - 06:16

e la RAI con quanti inviati sarà presente ???

Ritratto di luigin54

luigin54

Mer, 11/01/2017 - 07:55

Un consiglio agli Americani non mettetelo in galera altrimenti non ve ne liberate +. Li può trovare ciò che cerca qualcuno che glielo metta in quel posto.

gneo58

Mer, 11/01/2017 - 08:34

dategli 5-6 anni - sara' un po' come fare il militare, ti "inquadrano un attimo" e quando esci forse capisci qualcosa di piu''.