L'arcivescovo elemosiniere del Papa lascia la sua casa per darla ai rifugiati

L'arcivescovo Konrad Krajewski, elemosiniere del Papa, ha lasciato il suo appartamento dato dal Vaticano per cederlo a una famiglia di rifugiati siriani

L'arcivescovo polacco Konrad Krajewski, elemosiniere del Papa, ha deciso di lasciare il suo appartamento che gli aveva concesso il Vaticano per darlo a una famiglia di rifugiati.

L'incarico gli era stato dato dal Papa nel 2013 e Sua Santità aveva dato anche un consiglio all'arcivescovo al momento della nomina: “La scrivania non fa per te, puoi venderla; non aspettare la gente che bussa, devi cercare i poveri”. Quando ha saputo dell'arrivo di una coppia siriana che ha da pochi giorni avuto una bambina, Krajewski ha ceduto il suo appartamento e si è trasferito nell'ufficio posto all'ultimo piano della palazzina.

Per qualche settimana ha vissuto in una stanza al piano terra, poi si è spostato all'ultimo piano per avere un po' di privacy. In un'intervista rilasciata a La Repubblica l'elemosiniere ha dichiarato che quello che ha fatto è una cosa normale, "nulla di eccezionale".

“Sono tanti i sacerdoti nel mondo che, non da oggi, si comportano così. La carità e la condivisione sono nel dna della Chiesa. A ognuno è chiesto qualcosa secondo il suo compito. Io non ho famiglia, sono un semplice sacerdote, offrire il mio appartamento non mi costa nulla”, ha dichiarato.

L'arcivescovo ha racconatto che diversi poveri bussano alla sua porta per ricevere aiuto o sostegno: “Tutta l’estate i nostri servizi rimangono aperti: la barberia, le docce vicino al colonnato di san Pietro, il presidio medico, i bagni pubblici. La gente ha bisogno tutti i giorni dell’anno, e tutte le ore del giorno. E noi non chiudiamo mai. Abbiamo già iniziato la domenica a portare i disabili e i poveri nel stabilimento balneare vicino a Polidoro. La sera la giornata si chiude sempre con una pizza tutti insieme. Cose semplici ma concrete”.

Commenti

Anonimo (non verificato)

giosafat

Mar, 13/06/2017 - 23:20

Bene, ora non resta che disseminare per Roma le istruzioni per i clandestini in arrivo e il problema è risolto. Finalmente anche il vaticano fa la sua parte. Ps: per gli sfrattati dalla Raggi deve invece intervenire Silvio, e poi dicono che il papa è un argentino.

ziobeppe1951

Mer, 14/06/2017 - 00:00

mmmmmmhhhh...mi puzza un po' di buonismo peloso...questi non fanno mai niente per niente....gli appartamenti sono due..ci vuole sempre del personale che si occupi della persona e della casa

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 14/06/2017 - 00:26

BENE FINCHè Dà IL SUO TUTTO OK.

Trinky

Mer, 14/06/2017 - 07:45

Dovrebbe dirci e frar5ci vedere dove abita adesso, però! Ma, essendo un religioso ben retribuito, di difficoltà non ne ha, al limite si trasferisce nell'attico di Bertone! Vogliamo scommettere su chi siano questi cosiddetti profughi siriani?

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 14/06/2017 - 08:27

Ottima scelta. Se non avesse fatto questa manovra di immagine, nessuno avrebbe mai sentito il nome di Konrad Krajewski... ora invece è una star! Tempo fa qualcono con i capelli lunghi e delle strane cicatrici su piedi e mani aveva detto altre cose, circa l'umiltà e la beneficienza senza apparire. Questa è la nuova chiesa del nuovo Vaticano!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 14/06/2017 - 08:38

a poveri italiani no eh?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/06/2017 - 08:44

anche bertone ha lasciato la casetta di 400 mq per ospitare una cinquantina di migranti .

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 14/06/2017 - 08:54

con la sua può fare quello che vuole..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 14/06/2017 - 08:55

sicuramente lui non andrà a dormire in auto come fanno certi italiani onesti.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 14/06/2017 - 08:57

Vaticano is no ITALY.

Palumbo

Mer, 14/06/2017 - 08:58

Mi piacerebbe vedere un politico di sinistra, prima di tutti la Sig.ra Boldrini, fare una cosa del genere. Difesa a oltranza degli immigrati, ma mai mettere avanti se stessi con mezzi oltre che con parole.

Trinky

Mer, 14/06/2017 - 08:58

Egregio monsignore, per lei non è difficile fare quello che ha fatto visto che nei soldi ci sguazza! Si rilegga quel passo del vangelo dove Gesù spiega la differenza tra l'elemosina di un fariseo e di un pubblicano! Ah, chiaramente lei è il fariseo...un sepolcro imbiancato che fa la carotà cosiddetta pelosa! Si vergogni.....

lilli58

Mer, 14/06/2017 - 09:10

per premio gliene daranno una migliore, scommettiamo?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 14/06/2017 - 13:06

Le volpi hanno le tane, gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il figlio dell'uomo non ha un luogo ove posare il capo. E' dunque probabile che Gesù pronunciò questa frase quando, i0 sommi sacerdoti che lo braccavano, distrussero la casa paterna, con annesso laboratorio di falegnameria, dopo aver ucciso suo papà san Giuseppe.