"Lasciami stare sono piccolo". Ma il parroco abusava di lui

Bufera nel brindisino. In manette un parroco. La testimonianza choc della vittima: "Io capivo che non era una cosa per bambini"

"Io capivo che non era una cosa per bambini, mi immaginavo che non era una cosa per bambini, gli dicevo sei grande, per favore, lasciami stare, sono un bimbo. Qualche volta piangevo". Un bambino di 10 anni racconta agli inquirenti quello che ha subito da Francesco Caramia, ex parroco arrestato e condotto in carcere questa mattina dai carabinieri. Alcuni stralci delle dichiarazioni sono contenute nell'ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pm Milto Stefano De Nozza e disposta dal gip Maurizio Saso.

L'arresto del pedofilo

Caramia, 42enne nato a Mesagne (Brindisi), è stato arrestato e condotto in carcere con l'accusa di atti sessuali continuati e pluriaggravati su un bambino di 10 anni. I fatti risalgono agli anni 2009 e 2010. Il provvedimento restrittivo è stato richiesto dal pm Milto Stefano De Nozza e disposto dal gip Maurizio Saso. Nello scorso dicembre i carabinieri avevano fatto perquisizioni e sequestri nella chiesa in cui prestava la sua opera, la San Giustino de Jacobis del rione Bozzano, notificandogli contestualmente una informazione di garanzia. Una volta appreso di essere indagato, don Caramia si era dimesso dall'incarico. Di recente l'arcivescovo di Brindisi, monsignor Domenico Caliandro, ha nominato un suo sostituto.

Le dichiarazioni della vittima

Secondo quanto raccontato dal bambino, che faceva il chierichetto, le violenze avvenivano al termine degli incontri di catechismo "almeno due volte alla settimana". Il parroco, stando sempre al racconto del ragazzino che all'epoca dei fatti aveva 8 anni, acquisito nella forma dell'incidente probatorio, gli diceva che doveva "stare tranquillo" perché tutto ciò che faceva con lui "era per opera di Dio e che quello era solamente amore che voleva ricevere". Gli accertamenti sono partiti dalla denuncia di un pediatra, formulata nel luglio del 2015: il minorenne aveva raccontato al professionista di aver subito abusi e aveva riferito anche alcuni dettagli.

Commenti

ESILIATO

Mer, 15/06/2016 - 14:23

B A S T A.....castrazione chimica e poi carcere a vita

Fjr

Mer, 15/06/2016 - 14:35

Lo schifo più assoluto , e il Papa?troppo preso a tirare le orecchie agli italiani perché non vogliono accogliere altre risorse

Fossil

Mer, 15/06/2016 - 14:42

É in manette finalmente? All' hotel millesbarre prima o poi metteranno lui a 90*. . .

Pinozzo

Mer, 15/06/2016 - 14:43

Abolire tutte le religioni, che sia islam, cristianesimo, ebraismo e induismo. Superstizioni superate.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mer, 15/06/2016 - 15:04

NON SI MERITA DI VIVERE

MARCO 34

Mer, 15/06/2016 - 15:14

D'accordo con Fjr. Pinozzo che cavolo c'entrano le religioni? Spero che si avveri la previsione di Fossil!!

orso bruno

Mer, 15/06/2016 - 15:16

E papa Francesco continua a ragliare.....

Beaufou

Mer, 15/06/2016 - 15:31

Ah, Pinozzo, lei crede che, abolite le religioni, spariscano i pedofili e i viziosi? Io no.

petra

Mer, 15/06/2016 - 15:56

Ecco di chi si dovrebbe preoccupare il Papa, altro che immigrazione. Invece solo un indifferente: inaspriremo le pene ai vescovi "negligenti" (ovvero, quelli che coprono questi delitti). VERGOGNA!!!

petra

Mer, 15/06/2016 - 16:01

#Beaufou Ma quando sono coperti dalla veste talare sono ancora piu' pericolosi e dannosi. Perchè ci si fida di loro e la delusione e il tradimento per i piccoli è ancora maggiore.

rossini

Mer, 15/06/2016 - 16:30

Chiedetelo al piccolo Francesco Caramia di Brindisi, chiedetelo al ragazzino quattordicenne di Brescia, chiedetelo a mille altri fanciulli e fanciulle che ogni giorno in ogni parte del mondo subiscono abusi sessuali da parte di pretacchioni, fratacchioni e vescovacci viziosi. Niente otto per mille alla Chiesa cattolica. Passate parola. Ciascuno ne convinca un altro.

Fossil

Mer, 15/06/2016 - 16:55

In carcere esiste una sorta di legge interna che non è scritta ma dice più o meno questo: puoi fare quello che vuoi ma non toccare mai un bambino. A meno che il prete pedofilo (che ha disonorato l'abito che porta) non venga tenuto costantemente in isolamento,prima o poi riceverà il benservito. Anche se cambiasse carcere ci penseranno altri a dargli qualche lezione e non avrà davvero più pace. E quel povero ragazzo come potrà vivere ormai?

Cheyenne

Mer, 15/06/2016 - 17:20

normalità nell'era del pampero e dei gallantinetti

brunog

Mer, 15/06/2016 - 17:35

Bergoglio, Bagnssco e Galantino si preoccupano dei clandestini, forse non hanno il coraggio di guardare cosa succede in casa.

rossini

Mer, 15/06/2016 - 18:13

Caro Fossil, forse quel prete il benservito, come lo chiami tu, è proprio quello che cerca. Ricordati che i ricchioni non sono solo attivi ma anche passivi e spesso sono AMBIDESTRI. Per lui in carcere sarà una pacchia. E' all'INFERNO che la musica cambierà.

Duka

Mer, 15/06/2016 - 18:42

SCHIFOSO IDIOTA!!!!!

FRANCO1

Mer, 15/06/2016 - 23:04

Merita di vivere?? Merita mantenerlo?? Fate voi ... per me sarebbe già faccenda chiusa per sempre!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 16/06/2016 - 00:13

Quel maledetto non si è fermato neanche di fronte alle innocenti e accorate proteste del bambino. I giudici dovrebbero considerarla un'aggravante al reato già di per grave.