L'Austria pronta a chiedere referendum sulla permanenza nell'Ue

Dopo il "no" di Atene adesso altri Paesi sono pronti a consultare i cittadini per capire se vogliono restare legati all'Ue o cercare un exit strategy

Il referendum greco ha risvegliato l'anima euroscettica dell'Europa. Dopo il "no" di Atene adesso altri Paesi sono pronti a consultare i cittadini per capire se vogliono restare legati all'Ue o cercare un exit strategy. Il primo duro colpo all'integrità dell'Unione europea potrebbe arrivare presto dall'Austria. Da qualche mese infatti in Austria è partita una petizione popolare che è arrivata a quota 261mila firme per chiedere al governo di indire un referendum sulla permanenza di Vienna all'interno dell'Unione Europea. Di fatto il governo, attenendosi alla Costituzione, non potrà ignorare la petizione e molto probabilmente sarà costretto a convertire in referendum la raccolta firme. Ma la consultazione popolare diretta potrebbe essere un boomerang proprio per l'Ue. Anche la Slovacchia sarebbe pronta a dar vita ad un referendum. In questo caso potrebbe scattare la richiesta ai cittadini su quanto siano disposti a continuare a pagare per inviare aiuti economici alla Grecia. E anche in Italia qualcuno prova a invocare il referendum sull'euro.

La richiesta è arrivata dal Movimento 5 Stelle, che ha chiesto di discutere con urgenza un disegno di legge popolare per indire una consultazione "sull'adozione di una nuova moneta nell'ordinamento nazionale in sostituzione dell'euro". Una proposta che però è stata bocciata.

Commenti

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 17:50

Ciò che gli austriaci chiamano EU-Austrittsvolksbegehren è semplicemente una petizione popolare per l'uscita dell'Austria dalla UE presentata da un gruppetto di patetici neutralisti (Initiative Heimat & Umwelt, Iniziativa Patria e Ambiente) e che sarà discussa dal Nationalrat a tempo debito (ossia alle calende greche). Nessuno dei 38 Volksbegehren che in Austria hanno raggiunto il numero prescritto di firme si è mai tradotto in una legge o in un referendum (la possibilità alternativa a scelta del Nationalrat). Nessun partito austriaco presente al Parlamento è per l'abbandono dell'euro e per l'uscita dalla UE: se ne traggano le conclusioni per questo ridicolo Volksbegehren.

Ritratto di N€URO£andia

N€URO£andia

Mer, 08/07/2015 - 17:58

in italia i pd2isti non consentiranno mai questo referendum

buri

Mer, 08/07/2015 - 18:15

Oramai sono molti quelli che vedono l'UE non come una soluzione per l'europa ma come un vero e proprio problema da eliminare al più presto, questo è iò èrimo risultato del referendum greco

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Mer, 08/07/2015 - 18:28

la "GRANDE EXIT MANIA" ha iniziato, dall'Austria alla Slovaccia e Gran Bretagna Brexit e alla fine la Ue sarà la storia dei falliti!!

Miraldo

Mer, 08/07/2015 - 18:49

Il M5S propone? Ma no che sono impazziti questi pensano solo al loro portafoglio. oltre tutto sono solo degli incompetenti come i loro due padroni.