L'autopsia sull'autista: ​così l'ha ucciso Amri

Emergono nuovi particolari sulla morte dell'autista del tir "dirottato" da Amri per la strage di Berlino: così è morto Lukasz

L'autista di origini polacche, il cui camion è stato utilizzato per compiere la strage ai mercatini di Natale di Berlino, è stato ucciso ore prima dell'attacco con un colpo di pistola alla testa. Lo rivela oggi la Bild citando i risultati dell' autopsia che confutano le informazioni pubblicate dallo stesso quotidiano tedesco in cui si riferiva che Lukasz Urban fosse morto dopo l'irruzione del tir al mercatino. Secondo la prima versione data dalla Bild, sembrava certo che l'autista di 37 anni, sposato e con un figlio, avesse lottato con l'attentatore, Amis Amri, per impedire la strage, dato che sul suo corpo erano state trovate ferite da arma da taglio.

A questa ipotesi ha contribuito anche il racconto di Ariel Zurawski, cugino di Urban e proprietario della ditta di trasporti per cui lavorava: dopo aver identificato il cadavere, l'uomo ha fatto sapere che il volto del cugino era pieno di tagli. Secondo i risultati dell' autopsia diffusi oggi, Urban è invece stato raggiunto dal colpo di pistola tra le 16.30 e le 17.30 locali di lunedì 19 dicembre. L'attentato è invece stato compiuto dopo le 20.

Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Mar, 27/12/2016 - 12:10

-----siamo ancora lontani dal sapere chi l'abbia ucciso---hasta

Ritratto di Kampf63

Kampf63

Mar, 27/12/2016 - 13:05

già elkid... potrebbe essersi suicidato per l'onta d'aver perso il mezzo...? mah...?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 27/12/2016 - 13:15

@Elkid, sei l'unico con il S.Omar che crede al gombloddo. Ma sei integralista musulmano anche tu? Perchè difendi a spada tratta un assassino tunisino terrorista? Non ti va giù? Il partito dice di negare sempre?

lorenzovan

Mar, 27/12/2016 - 13:39

ambedue i protagonisti sono morti...la verita' non la sapremo mai...del come e del perche' il fanatico assassino abbia viaggiato probabilmente dall'Italia in Germania col povero polacco..io ho un paio di teorie...ma essendo tali..mai mi permetterei di divulgarle

Raoul Pontalti

Mar, 27/12/2016 - 16:10

Riproviamooo!) L'autopsia conferma ciò che era ovvio sulla base di riscontri precedenti: il terrorista si impossessò dell'autoarticolato nel parcheggio per mezzi pesanti di Moabit attorno alle 16/00 di quel lunedì (da quel momento né l'azienda né la famiglia riuscirono più a mettersi in contatto con Urban). Da rilevare che Amri dimorava e comunque gravitata proprio nel quartiere di Moabit e dunque sapeva come muoversi. Sorprende per contro che accertata la definitiva perdita di contatto con l'autista l'azienda non abbia immediatamente chiesto verifiche di polizia considerato che il mezzo con il suo carico avevano un rilevante valore economico e che con il sistema GPS il mezzo risultava perfettamente localizzabile. Un allarme tempestivo avrebbe consentito di bloccare il mezzo evitando la strage.

Cesare007

Mar, 27/12/2016 - 16:13

Perché, come nel caso di Nizza, non hanno ricostruito l'animazione del percorso che ha fatto il tir, per poter capire meglio come sono andate le cose? Secondo me, i tedeschi non riescono a digerire che un polacco abbia salvato molte loro vite.

Antonio43

Mar, 27/12/2016 - 16:16

Lascia spazio a molte congetture il fatto che sul camion si sia potuto ritrovare il documento d'identità del tunisino. Sta di fatto che i suoi precedenti non ne fanno uno stinco di.... allah. Stavo per dire "di santo". Vediamo se l'esame dei proiettili di Berlino, quello che ha ucciso l'autista polacco e di Milano, quello che ha ferito il nostro poliziotto, darà una risposta convincente.

Cesare007

Mar, 27/12/2016 - 16:28

Con le 6 o 8 identità diverse del terrorista di Berlino, la polizia ha avuto fortuna che abbia lasciato l'unico suo documento vero!!!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 27/12/2016 - 16:43

---esatto --anche io attendo l'esame balistico----dei colpi sparati a milano e di quelli nella capa del polacco---hasta

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mar, 27/12/2016 - 16:54

La chiusura del cerchio avverrà con la comparazione dei proiettili: quello che ha ucciso l'autista e quello che ha ferito l'agente a Sesto. Tutte le congetture dei dietrologi saranno confutate!!