Lavagna, la madre del 16enne suicida: "Grazie alla Finanza"

La mamma del sedicenne suicida di Lavagna ha preso la parola durante il funerale e rivolgendosi direttamente ai ragazzi

Grande commozione nella chiesa di Santo Stefano, a Lavagna, dove è stato celebrato il funerale del giovane che si è tolto la vita gettandosi dalla finestra della sua abitazione mentre era in corso un controllo della Guardia di Finanza che qualche ora prima lo aveva sorpreso con della droga leggera durante un controllo fuori dalla scuola.

"Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta", recita uno striscione appeso alla balconata della basilica, tanti giovani, amici e le divise della Virtus Entella, quella con il numero 15 che indossava nel settore giovanile del club calcistico, la cosiddetta Accademy.

La mamma del ragazzo ha preso la parola dall'altare ringraziando anche i finanzieri, quasi a non volerli colpevolizzare per ciò che è accaduto al figlio: "La domanda che risuona dentro di noi e immagino dentro molti di voi è: perchè è successo, perché a lui, perché adesso, perché in questo modo? Arrovellandoci sul perché, ci siamo resi conto che non facevamo altro che alimentare uno stato d'animo legato alla sua morte senza possibilità di una via d'uscita. Allora abbiamo capito che forse la domanda da porsi in questa situazione è piuttosto: come?"

Poi si è rivolta direttamente ai ragazzi presenti: "Vi vogliono far credere che fumare una canna è normale, che faticare a parlarsi è normale, che andare sempre oltre è normale. Qualcuno vuol soffocarvi. Diventate protagonisti della vostra vita e cercate lo straordinario. Straordinario è mettere giù il cellulare e parlarvi occhi negli occhi. Invece di mandarvi faccine su whatsapp, straordinario è avere il coraggio di dire alla ragazza sei bella invece di nascondersi dietro a frasi preconfezionate. Straordinario è chiedersi aiuto proprio quando ci sembra che non ci sia via di uscita. Straordinario è avere il coraggio di dire ciò che sapete. Per mio figlio è troppo tardi ma potrebbe non esserlo per molti di voi, fatelo", ha detto la donna.

"Noi genitori invece di capire che la sfida educativa non si vince da soli nell'intimità delle nostre famiglie, soprattutto quando questa diventa una confidenza per difendere una facciata, non c'è vergogna se non nel silenzio: uniamoci facciamo rete. In queste ore ci siamo chiesti perché è successo, ma a cercare i perché ci arrovelliamo. La domanda non è perché, ma come possiamo aiutarci. Fate emergere i vostri problemi", ha concluso la madre.

A celebrare le esequie Don Andrea Buffoli, parroco della chiesa di Santa Maria Assunta di Ne e assistente spirituale della Virtus Entella che durante la funzione ha sottolineato, rivolto ai tanti giovani presenti, sconvolti dalla tragedia, come la loro stessa partecipazione fosse una testimonianza del "bene che gli avete dato e che da lui avete ricevuto". "Questo amore - ha aggiunto - va custodito".

Commenti

cicocichetti

Mer, 15/02/2017 - 18:49

cara signora. invece di ringraziare la Gdf si chieda perchè hanno trattato suo figlio come un volgare criminale. e la prego di non usare la morte di suo figlio per portare avanti una campagna contro la legalizzazione delle droghe leggere. Altrimenti farà il giocho delle mafie e delle camorre !!!

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 15/02/2017 - 19:20

Grande madre.

ludovik

Mer, 15/02/2017 - 19:22

premesso che le mie considerazioni nascono esclusivamente sulla base dell'articolo letto, ma come fa a chiamarsi madre?? una che denuncia il figlio a 16 anni perchè si fa le canne?? giocava calcio qndi una vita sportiva (no da sportivo) la faceva, aveva tutto il tempo per farlo crescere maturare e far capire cos'era giusto o sbagliato, invece ora avrà per sempre sulla coscienza la morte di un figlio...poveraccia

Martinico

Mer, 15/02/2017 - 19:26

Che coraggio. Grande madre. Per il povero Figlio riposi in pace.

lorenzovan

Mer, 15/02/2017 - 19:49

l'aveva denunciato lei...povero ragazzino!!! capisco perche' cercava rifugio nel fumo...e poi nella morte...riposa in pace povero ragazzino...vittima di adulti succubi di pregiudizi e succubi di telenovelas e episodi di don matteo...io ne ho combinate tante...ma tante..ma mia madre...santa donna ..mai mi avrebbe denunciato..a meno non fossero cose veramente terribili...r queste non lo erano e non lo sono!!!

lorenzovan

Mer, 15/02/2017 - 19:58

spero che chi ha scritto "grande madre" avesse intenti ironici...mi sa che hanno una idea contorta di paternita' e maternita'...o genitori devono esaurire TUTTE le strade possibili..e poi..sonlo in presenza di situazioni gravi..veramente gravi..spogliarsi dell'amore genitoriale e denunciare i figli...chi si comporta levianamente non ha diritto di fregiarsi del titolo di genitore

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 15/02/2017 - 20:03

no, deve fare il tuo giocho, mio caro tossicomane. Perchè solo un tossicomane parla di difendere il libero uso delle droghe.

Fjr

Mer, 15/02/2017 - 20:26

Tutti pronti a dare giudizi fino a quando il prossimo non sei tu e allora rivaluti quelle parole, solo coraggio ,di madri che hanno denunciato i figli in passato ce ne sono state ,basta cercare nelle cronache, molliamo sti telefoni per una volta, non costa nulla solo un like del caxxo su FB, ma la soddisfazione di un sorriso e un'abbraccio di un'amico che magari non vedi da mesi ,non ha prezzo.Questa sera a tavola pensiamo a questa famiglia può fare bene anche a noi

Enricodiba

Mer, 15/02/2017 - 21:14

La classica madre italiana oppressiva-apprensiva, non mi stupisce il comportamento del figlio, addirittura umiliarlo in quel modo davanti a tutti i suoi compagni di scuola, mi chiede se questa madre è mai andata a scuola. L'unica cosa buffa che trovo in tutto questo è che tra i miei compagni delle superiori, quelli che più si "aiutavano" con queste sostanze, sono finiti tutti arruolati nelle forze dell'ordine e militari.

Ritratto di ateius

ateius

Mer, 15/02/2017 - 21:20

commoventi le parole della madre...stridono un pò con il suo comportamento.- se è vero ciò che si legge che di fronte ai sospetti nei confronti del figlio, si preoccupa di chiamare i Finanziari.. dimenticando che un possibile aiuto educativo può arrivare da uno Psicologo, magari dai servizi sociali..magari provando ad Ascoltare e a dialogare con lui. i finanzieri hanno tutt'altro compito. mi pare.

VittorioMar

Mer, 15/02/2017 - 21:21

...E' UN GRANDE DOLORE CHE SI PORTERA 'DENTRO PER SEMPRE; SPERIAMO RIESCA A SOPPORTARLO!!!! MA E' IL GIUSTO COMPORTAMENTO CHE UN GENITORE ,PER AMORE DI SUO FIGLIO DEVE FARE,PER SALVARE IL RAGAZZO DA DISCESE ALL'INFERNO!!..NON SI DEVE FAR FINTA DI NIENTE E ABBANDONARLO AL SUO DESTINO DI SPACCIATORE DI MORTE;;POI INCOLPARE SOCIETA' O AMICI !!!....DIVENTANDO COMPLICI !!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 15/02/2017 - 22:29

Lorenzovan, daccordo neppure io avrei denunciato mio figlio. Quattro scapaccioni si. Il problema é che per quattro scapaccioni, meritatissimi, sarei poi finito in galera io (con i tempi che corrono). Parlarne? Dipende dalla recettivita del soggetto. Ci sono alcuni che vogliono avere sempre ragione. Altri invece che capiscono l'errore e cercano di correggersi. Altri, invece, si comportano come la gallina che vuole giocare a dama. E' difficile la situazione, pertanto non biasimo la mamma. Pace all'anima sua poro fiolo. Se era minorenne la GdF non poteva procedere alla perquisizione della stanza se non dietro un preciso ordine giudiziario e con la presenza di un legale.

fert64

Mer, 15/02/2017 - 23:03

Genitori Eroi davanti alla inadeguatezza dello stato, della scuola e di tanti che professano il fumo libero......bisogna solo vergognarsi di predicare falsi paradisi per ottenere voti e un posto di lavoro strapagato con i ben noti partiti sulla pelle dei nostri figli...canna libera....dose personale...tutte porcherie medioevali di chi ci deve guadagnare sui figli della povera gente CHE SCHIFO! con questa scuola assente e lo stato delinquente Carabinieri e Guardia di Finanza ed Esercito ogni giorno a presidio davanti le scuole!!!!! Le "squole" d'elite del nord che sono solo un monnezzaro!!!!

un_infiltrato

Gio, 16/02/2017 - 03:44

Rispetto per sorella Morte, quindi pìetas umana e potrei continuare... sono motivazioni sufficienti che dovrebbero indurre, noi glossatori da bar, solo a stendere un velo pietoso su questa immane tragedia.

Esteban63

Gio, 16/02/2017 - 08:25

Caro Cicocichetti, mi sembra che non hai capito il senso dell'intervento della mamma. Leggi bene, prima di commentare. Saluti

i-taglianibravagente

Gio, 16/02/2017 - 08:44

"Vi vogliono far credere che fumare una canna è normale"...e' finita in tragedia, ma questa madre puo' dire di essersi presa fino in fondo la responsabilita' di educare e di cercare il bene di suo figlio. Cosa che tantissimi altri non possono e non potranno dire, a cominciare da quelli che fanno finta di ignorare che le scuole siano infestate dalla droga senza che nessuno possa opporsi minimamente.

i-taglianibravagente

Gio, 16/02/2017 - 09:05

La madre aveva paura fosse finito in un brutto giro e ha chiesto aiuto alla GdF. Il ragazzo era colombiano, adottato quando aveva un anno, e i genitori adottivi erano separati. La madre era da sola. Onora alla madre e al suo senso di responsabilita'. In aggiunta andrebbe detto che se fossimo un paese libero e non ostaggio dell'ideologia dei tossicomani di sinistra, le scuole andrebbero DISINFESTATE dalle droghe e DAI PROFESSORI CHE NE FANNO USO.

ORCHIDEABLU

Gio, 16/02/2017 - 09:06

L'ASSURDITA' DI QUESTA DONNA,E' CHE RESTERA' CONVINTA DI AVER FATTO LA COSA GIUSTA.FINCHE' C'E' VITA C'E' SPERANZA.CHI LO DICE CHE LA USASSE DAVVERO O SEMPLICEMENTE ERA DI UN AMICO O LO HANNO INCORAGGIATO PER GIOCARE MEGLIO A CALCIO?.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 16/02/2017 - 09:13

FINCHÈ AL GOVERNO (ITALIANO), ALCUNI,O MOLTI, TRA SENATORI MINISTRI E PARLAMENTARI, LASCERANNO ENTRARE "DROGA, (COMPRESI SIGARI E SIGARETTE) O ALCOL, (DALL`APERITIVO AL VINO,, AI SUPER ALCOLICI)," NON PENSO CHE ABBIANO LA CAPACITÀ DI POTER EMETTERE LEGGI, CHE IMPONGANO ALLA CITTADINANZA DI COMBATTERE TUTTI COLORO CHE INFONDONO O SPACCIANO LA DROGA!!! """LORO, E GLI AMICI DEI LORO AMICI SONO I RESPONSABILI E I VERI COLPEVOLI DI QUESTO SFACELLO, TRA I GIVANI"""!!! FORSE, SE I GENITORI FOSSERO STATI PIÙ VICINI AL FIGLIO E AVESSERO INSEGNATO I DANNI FATTI DALLA DROGA, FORSE TUTTO CIÒ NON SAREBBE SUCCESSO???

paolo1944

Gio, 16/02/2017 - 09:18

Grazie alla finanza? Io fossi per lei mi sarei già buttato anch'io dalla finestra, ha sulla coscienza la morte del figlio e fa i comizi in chiesa? Delirio mediatico.

ORCHIDEABLU

Gio, 16/02/2017 - 09:36

ADOTTATO????? ECCO PERCHE' RINGRAZIA ANCHE ADESSO.CHE SCHIFO DI MADRE.

ORCHIDEABLU

Gio, 16/02/2017 - 09:38

PER FERT64 BRAVISSIMO BENDETTO.

swiller

Gio, 16/02/2017 - 09:45

Comportamento folle e incompetente delle forze dell'ordine.

ORCHIDEABLU

Gio, 16/02/2017 - 09:59

XLORENZOVAN,BRAVO BRAVISSIMO.

ORCHIDEABLU

Gio, 16/02/2017 - 10:15

xswiller,ma le f,d,o, hanno fatto il loro dovere,sono stati chiamati e sono intervenuti,certo non sappiamo come si sono posti davanti al ragazzo,ma i figli adottati sono molto piu' fragili di quelli naturali,essendo un minore avrebbero dovuto essere accompagnati da uno psicologo per non spaventarlo.chissa' se questa esperienza insegnera' qualcosa .che madre stupida .