L'avvocatura dello Stato: "I No Tav torturarono un carabiniere"

Nel processo di Torino 53 attivisti a giudizio per le violenze dell'estate 2011: un militare dell'Arma fu isolato, picchiato e trattenuto per un'ora

Furono una vera e propria "tortura", le violenze a cui i No Tav sottoposero un carabiniere rimasto isolato e detenuto per un'ora durante gli scontri del 3 luglio 2011. Lo sostiene l'avvocato Maurizio Prinzivalli, dell'avvocatura dello Stato, nel corso del maxi processo in corso a Torino per i disordini provocati dai No Tav tra fine giugno e inizio luglio del 2011.

Il vicebrigadiere Luigi Dematteo venne circondato dai manifestanti, isolato dai commilitoni e picchiato così brutalmente da vedersi prescrivere 408 giorni di prognosi. Rilasciato dagli attivisti solo dopo un'ora, venne poi giudicato non più idoneo al servizio.

Dall'avvocatura dello Stato arrivano poi pesanti richieste di risarcimento per il danno morale per il pregiudizio all'immagine dello Stato: 500mila euro a favore del Ministero dell'Intero, 100mila per quello della Difesa e 50mila per quello dell'Economia.

Prinzivalli inoltre ha richiesto le provvisionali a favore degli agenti rimasti feriti nel corso degli scontri del 2011, come anche il risarcimento dei danni provocati ai mezzi delle forze dell'ordine schierati a presidio del cantiere della Tav.

L'udienza di Torino prosegue a porte chiuse dopo che settimana scorsa le requisitorie dei pm erano state oggetto di contestazioni.

Commenti
Ritratto di mina2612

mina2612

Mar, 14/10/2014 - 15:56

Non ci resta che aspettare la sentenza... che non dovrebbe essere inferiore a quella patita dalle brave Forze dell'Ordine del G8 di Genova.

BALDONIUS

Mar, 14/10/2014 - 16:06

Perché di questo Carabiniere si è scritto così poco ? E adesso lo Stato, dopo averlo dichiarato non idoneo al servizio gli ha dato alno un posto di lavoro in altra amministrazione ?

killkoms

Mar, 14/10/2014 - 17:33

@baldonius,la magistratura e i giornali di sinistra tengono conto solo delle vittime delle forze dell'ordine,vere o presunte!delle centinaia di membri delle forze dell'ìordinew che si portano a casa danni fisici ogni giorno ne parlano pochi!è dell'altro giorno la notizia,pubblicata dal giornale il messaggero,che gli aggressori di un poliziotto,32 pugili,non saranno puniti perchè grazie all'inattività dei giudici il reato va verso la prescrizione!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 14/10/2014 - 22:01

...Pur avendo seguito quotidianamente i fatti di cronaca di sui si sono resi protagonisti i no tav in Piemonte, sconoscevo del tutto il grave episodio di cui all'art.= Rilevo oggi che anche l'articolista Ivan Francese, sia stato piuttosto avaro di fornire dettagli nel redigere l'articolo. Mi auguro che il processo riguardante il caso venga seguito con più attenzione di quanta ve ne sia stata fino ad ora, dando il giusto rilievo al gravissimo fatto.