Lecce, 95enne muore e lascia 3 milioni all'Asl: "Costruite un ospedale"

Il suo obiettivo è fare in modo che la Asl di Lecce costruisca un ospedale a Maglie, città dove è cresciuta la donna, e lo intitoli a suo fratello

Ha lasciato in eredità tre milioni di euro all'Asl di Lecce da usare per la costruzione di un nuovo ospedale. Protagonsita di questo gesto onorevole è Vita Carrapa, un'anziana morta a 95 anni lo scorso febbraio. Il suo obiettivo, spiega Repubblica, è fare in modo che la Asl di Lecce costruisca un ospedale a Maglie, città dove è cresciuta la donna. L'anziana, non avendo né fratelli o sorelle poiché morti anni fa, o nipoti, ha deciso di lasciare così la sua eredità per far realizzare questo scopo.

È stato un consigliere comunale di Maglie, Antonio Giannuzzi, a rendere nota la vicenda e la volontà della donna. "La signora Cita - spiega - dispone con atto pubblico, davanti al notaio Giovanni De Donno, quale erede universale l'Azienda sanitaria locale Lecce 1, per la realizzazione, sul territorio di Maglie, di una struttura di cura ed assistenza che dovrà essere intitolata a Carrapa Paolo e sorelle. Evidentemente, l'eredità può contribuire alla realizzazione di una struttura più grande e complessa quale la realizzazione del nuovo ospedale, della quale si incominciava già a parlare nel momento della stesura del testamento, avvenuta nel dicembre 2009".

Secondo quanto raccontato dal consigliere, "i fratelli Carrapa non hanno vissuto di lussi e hanno scelto come loro veri eredi i cittadini di Maglie affinchè potessero godere al posto di quei figli che non hanno potuto avere".


Commenti

vince50

Ven, 31/05/2019 - 16:50

Grande gesto,però quei tre milioni basteranno soltanto per un garage!!!!!!

Popi46

Ven, 31/05/2019 - 18:41

@vince50: speriamo che non sia proprio così e comunque a lei non importerà nulla e i suoi concittadini magari la ricorderanno con benevolenza fossanche si realizzi solo un pronto soccorso attrezzato...

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 31/05/2019 - 19:05

Secondo quanto raccontato dal consigliere, "i fratelli Carrapa non hanno vissuto di lussi e hanno scelto come loro veri eredi i cittadini di Maglie affinchè potessero godere al posto di quei figli che non hanno potuto avere". appunto, come hanno fatto ad accumulare tre milioni di euro in una nota città di una nota regione del sud eternamente bisognosa? Da dove proveniva il loro reddito? Statistiche: In provincia è Maglie la più ricca del reame con 18.129,32 euro di reddito medio Quindi, per arrivare a RISPARMIARE una simile cifra NON hanno mangiato per 166 ANNI che, diviso 2 fa 83 anni cad. Al netto delle tasse, se mai hanno pagato un cent. Probabilmente erano due respiriani. Sequestrate l'eredità e datela all'erario come maltolto alla comunità. Questa è la solita storia delle vecchiette del sud morte di fame che si fanno raggirare per centinaia di migliaia di euro, e piangono.