Lecce, aggredita militante 17enne della Lega

A Lecce il segretario cittadino della Lega, Mario Spagnolo, e una militante di 17anni sono rimasti feriti dopo essere stati aggrediti davanti a un gazebo allestito in vista dell'arrivo di Matteo Salvini nel capoluogo pugliese

A Lecce il segretario cittadino della Lega, Mario Spagnolo, e una militante di 17anni sono rimasti feriti dopo essere stati aggrediti davanti a un gazebo allestito in vista dell'arrivo di Matteo Salvini nel capoluogo pugliese in piazza sant'Oronzo.

A portare avanti il rai sembra siano stati alcuni esponenti anarchici-antagonisti che sarebbero arrivati davanti al gazebo (che poi hanno dannegiato) urlando insulti rivolti alla Lega e al ministro dell'Interno che martedì, in piazza sant'Oronzo, terrà un comizio. In occasione del suo arrivo, l'Arci Lecce ha indetto l'iniziativa "Un lenzuolo per i diritti" con cui ha invitato i leccesi a esporre degli striscioni di protesta contro il decetro Sicurezza e la politica dei "porti chiusi". Dopo l'aggressione sono arrivati vari messaggi di solidarietà da ambo le parti politiche."È ' ferma la mia condanna nei confronti di degenerazioni infami e violente come questa, in cui è addirittura rimasta ferita una minorenne, costretta a ricorre alle cure in ospedale. Non è oltretutto la prima volta che esponenti dell'antagonismo leccese si rendono protagonisti di azioni inaccettabili come questa", dice il candidato del centrodestra Saverio Congedo che aggiunge: "Credo che il livello di guardia sia ormai stato raggiunto, se non superato. Sono certo che le nostre forze dell'ordine e la magistratura sapranno assicurare alla giustizia, in tempi rapidi, i teppisti responsabili di questa aggressione". Il consigliere regionale leghista, Andrea Caroppo, candidato alle Europee, attacca: "Le zecche che hanno assaltato il gazebo della Lega a Lecce, ferendo anche una nostra militante, sono la perfetta rappresentazione di coloro che chiedono porti aperti, accoglienza, solidarietà, pace e tolleranza... ma fateci il piacere!". "Questo gesto inaccettabile, che ferisce Lecce e la sua civilissima campagna elettorale, rivela tutta l'ipocrisia e l'odio delle sinistre. Sono vicino agli amici della Lega Lecce", conclude l'esponente leghista.

Commenti

Divoll

Lun, 20/05/2019 - 01:23

Restano umani solo verso gli immigrati e anche il concetto di pace e' relativo. Ipocrisia al massimo grado di cosidetti antifascisti che si comportano da autentici fascisti.