Lecce, condannato per molestie, ma la vittima lo sposa a settembre

Un 32 enne di Cutrofiano che maltrattava la compagna anche sotto effetto di alcolici dovrà scontare un anno e 4 mesi di carcere dopo il fatidico “Sì”

Una storia che ha dell'incredibile. O meglio, un amore che ha dell'incredibile, forse perché incondizionato? O forse perché si può cambiare idea clamorosamente di fronte a Cupido che scocca la freccia? A Lecce, una donna ha prima denunciato il suo compagno per maltrattamenti e poi ha deciso di sposarlo. Sarà a settembre, mese scelto dalla coppia.

Lui è sotto processo, appunto, per maltrattamenti e dovrà scontare un anno e quattro mesi di reclusione, non prima però di aver detto il fatidico "Sì" alla sua "amata". Ripetuti gli episodi di violenza dell'uomo ai danni della donna che dopo due anni di insulti, minacce e percosse aveva preso coraggio e lo aveva denunciato. Molto spesso lui agiva sotto effetto di alcolici. Si tratta di un 32enne di Cutrofiano, un Comune in provincia di Lecce, accusato di maltrattamenti in famiglia. Ma l'amore non è bello se non è litigarello? Almeno un tempo si diceva così... Lei ha deciso di perdonarlo e addirittura di diventare sua moglie.

Come si legge sul quotidiano on line LecceSette, proprio ieri l'avvocato dell'uomo ha presentato un documento nella richiesta di patteggiamento. Le due parti al processo si sposano.

Il Gup Simona Panzera non ha potuto fare a meno di prendere in considerazione la scelta della parte offesa di unirsi in matrimonio con l'uomo condannandolo, come dicevamo, a un anno e 4 mesi di reclusione.

Commenti

kennedy99

Gio, 14/03/2019 - 18:30

non è la prima volta che questo succede e continuera ancora ha capitare. valle ha capire le donne.