Lecce, fermato in scooter investe agente e si schianta sulla volante

Un ragazzo di 22 anni è stato arrestato per aver forzato un posto di blocco nel tentativo di fuga perché senza documenti di circolazione investendo così un agente

Ha tentato di scappare al posto di blocco perché era senza patente, investendo un agente e schiantandosi poi contro la volante. Davide Ben Rizzo, un giovane 22enne di Taviano, in provincia di Lecce, è stato arrestato per resistenza, violenza e lesioni personali a pubblico ufficiale.

Fermato durante un normale controllo da una volante della polizia a Torre San Giovanni, località balneare nel Leccese, si è spaventato perché senza patente, già ritirata in passato, assicurazione e revisione, e ha provato a fuggire aggravando di molto la sua posizione.

Gli agenti del commissariato di Taurisano, comune vicino, avevano notato in un parcheggio al buio il ragazzo che armeggiava con uno zaino. I poliziotti, riporta "LeccePrima", l'hanno seguito mentre si allontanava sospettando che dentro potesse nascondere droga o armi e l'hanno fermato.

Alla richiesta di documenti il 22enne ha reagito accelerando all'improvviso, colpendo così alla gamba con lo scooter il capopattuglia. Nel tentativo sconsiderato di fuga il giovane si è schiantato contro la volante che si era messa di traverso e ha provato a scappare a piedi. Bloccato immediatamente dagli agenti avrebbe tentato di opporre ancora resistenza. Nello zainetto non nascondeva nulla, ma in ragione della reazione scriteriata che avrebbe potuto mettere in pericolo anche la vita dei turisti per strada, il ragazzo è stato messo ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.