Lecce, sul treno ferisce guardia e rompe naso a agente: preso 46enne

Per il poliziotto, ricoverato in ospedale dopo il trauma subito, si è reso necessario un intervento chirurgico alle ossa del naso. Ferita allo zigomo anche una guardia giurata

Paura a bordo del treno FrecciArgento 8326 in servizio lungo la tratta Lecce-Bari-Roma, dove un uomo in evidente stato di agitazione ha creato scompiglio ed aggredito gli agenti Polfer intervenuti per placarlo.

L'episodio a cui si fa riferimento si è verificato durante la giornata dello scorso martedì, quando le forse dell'ordine sono state messe in allarme per quanto si stava verificando all'interno della carrozza 6.

Fuori controllo, un uomo stava molestando pesantemente gli altri viaggiatori e seminando il panico, cosa che ha portato due guardie giurate allarmate dagli stessi a contattare ed a chiedere aiuto agli agenti, saliti sul convoglio alla prima fermata utile.

È bastato veder sopraggiungere gli uomini in divisa per scatenare un'ulteriore violenta reazione dell'individuo, che ne ha aggredito uno colpendolo con un forte pugno in pieno volto. Intervenuta in soccorso dell'agente, anche una delle guardie è stata centrata sullo zigomo da un altro affondo del facinoroso, ridotto in manette con grande fatica.

Per il responsabile, un 46enne leccese con precedenti, si è resa necessaria una sedazione, operata dai sanitari del 118. In ospedale sono finiti anche i due operatori da lui feriti. Per l'agente Polfer, dopo il ricovero in ospedale, si è reso necessario un intervento chirurgico alle ossa del naso.

Il responsabile è accusato di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.