Tuffo quasi mortale per un 22enne di Monteroni

Il fatto è accaduto in provincia, a Porto Cesareo. Il ragazzo ha subito un arresto cardiaco. Ora è in rianimazione e le sue condizioni sono gravissime

Tragedia sfiorata a Porto Cesareo, Comune in provincia di Lecce. Giovane di 22 anni di Monteroni (sempre nella provincia salentina) si è tuffato in acqua a mare urtando la testa contro fondale. Il ragazzo, nell'impatto con la sabbia, ha subito un trauma cranico perdendo i sensi ed è sopraggiunto l'arresto cardiaco. A dare l'allarme gli amici del giovane. L'incidente è accaduto in uno stabilimento balneare di cui il 22enne era cliente abituale. A soccorrerlo prontamente gli assistenti balneari insieme ad alcuni medici che si trovavano lì come bagnanti. Sono poi giunti sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato il malcapitato all'ospedale Vito Fazzi di Lecce in codice rosso.

Purtroppo, dai primi accertamenti, pare che le condizioni del 22enne siano gravi. Dal pronto soccorso è stato trasferito al reparto di rianimazione. Non è ancora chiaro, come si legge sul quotidiano regionale "La Gazzetta del Mezzogiorno", se il giovane abbia riportato lesioni al collo, alla testa o alla spina dorsale.
Quando è accaduto il fatto il 22enne stava giocando con gli amici in acqua. Faceva quello che tutti i ragazzi fanno quando vanno a mare in compagnia, si divertiva tuffarsi. Un gioco che può essere molto pericoloso.