La Lega "offre" benzina senza accise: assalto alle pompe

"Lo Stato ruba 1 euro per litro di benzina". Così il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, ha spiegato l’iniziativa di questo pomeriggio a Cinisello Balsamo dove la Lega ha "offerto" la benzina, a un distributore della città alle porte di Milano, al
netto delle accise

"Lo Stato ruba 1 euro per litro di benzina". Così il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, ha spiegato l’iniziativa di questo pomeriggio a Cinisello Balsamo dove la Lega ha "offerto" la benzina, a un distributore della città alle porte di Milano, al
netto delle accise. Secondo i calcoli della Lega sul prezzo al distributore della benzina, che è di 1,434 euro, togliendo le accise e l’Iva rimarrebbe un prezzo reale di 0,447 euro per litro, da qui l’iniziativa per protestare contro questo ricarico di tasse sul carburante e Salvini ha poi aggiunto che in Italia, rispetto alla media europea, si pagano 22 centesimi di tasse in più.

"Non promettiamo - ha proseguito Salvini - di tagliare le accise subito, ma sicuramente è una vergogna. Quando saremo noi al governo mi impegno a toglierne qualcuna, per esempio i 22 centesimi che gli italiani pagano in più rispetto agli europei". L’iniziativa di questo pomeriggio della Lega, così come ha spiegato il suo segretario, è stata a spese del Carroccio e sono state rifornite circa 100 macchine che potevano acquistare al massimo 10 euro di benzina che vuol dire poco più di 20 litri, al prezzo al netto delle accise. La protesta era stata accompagnata da una contro manifestazione dei centri sociali. Sul posto sono stati schierati i contingenti delle Forze dell’Ordine in assetto antisommossa ma non si è registrato alcun incidente nè contatti tra i due gruppi. Le manifestazioni si sono quindi concluse senza alcun problema.

Commenti

krgferr

Dom, 08/11/2015 - 10:24

Chi accusa i tizi dei centri sociali di avere le idee confuse ed essere digiuni di economia sbaglia di grosso; è proprio per l'attenzione che portano alle regole economiche che fanno tutto 'sto bordello: le accise e le tasse varie che noi paghiamo sono proprio gli strumenti attraverso cui il potere consente loro, direttamente o meno, di procurarsi pane e companatico e un sacco di divertimenti. Saluti. Piero

Ritratto di max2006

max2006

Lun, 09/11/2015 - 01:45

se si può usare un francesismo vi dico che questi centri sociali hanno proprio rotto i cxxxxxxi!!!!!!