Lei gli insegna italiano, profugo molesta la prof: arrestato

In un centro d'accoglienza pugliese, un immigrato del Mali è finito in manette: perseguitava la sua insegnante d'italiano da quasi un anno

Lei tentava di insegnargli l'italiano, ma lui non sembrava molto interessato a tempi verbali, apostrofi ed elisioni.

Un immigrato trentenne originario del Mali ospitato in un centro di accoglienza pugliese è stato arrestato dai carabinieri per molestie nei confronti della propria professoressa d'italiano. Come riferisce la Gazzetta del Mezzogiorno, secondo i militari dell'Arma l'uomo avrebbe cercato di approcciare la donna proponendole una relazione sentimentale, compiendo atti di violenza fisica verbale.

Le molestie si sarebbero protratte quindi per circa un anno. Il profugo sarebbe stato addirittura allontanato dal centro di accoglienza, rientrandovi abusivamente per aggredire la sua vecchia insegnante. Quindi l'arresto da parte dei carabinieri.

Commenti
Ritratto di frank60

frank60

Mer, 30/09/2015 - 10:51

La grande risorsa si sta integrando bene.

obiettore

Mer, 30/09/2015 - 10:52

Risorse.

i-taglianibravagente

Mer, 30/09/2015 - 11:07

voleva passare dalla grammatica...alla pratica.

epc

Mer, 30/09/2015 - 11:11

Perle ai porci. Ogni euro speso per i clandestini, ogni minuto speso per i clandestini, ogni lacrima spesa per i clandestini, ogni affetto speso per i clandestini sono solo PERLE AI PORCI!

MEFEL68

Mer, 30/09/2015 - 11:13

Si è comportato male? E' del Mali? Foglio di via e riportato al suo paese con l'obbligo di non mettere più piede in Italia. Un Paese serio farebbe questo. Ma noi siamo un Paese serio?

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 30/09/2015 - 11:23

Per integrare i Siciliani, chi sono voluti più di 50 anni, quanto tempo dovremmo avere, per integrare QUESTO TIPO DI MIGRANTI, CHE MIGRANTI NON SONO, MA OPPORTUNISTI!!! I siciliani, ci hanno portato in casa la MAFIA!!! COSA CI PORTERÀ QUESTO TIPO DI MIGRANTI??? ALLEVAMENTI DI CAPRETTI, OPPURELA PENA DI MORTE ???

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 30/09/2015 - 11:31

Cercava, come dire, di 'inserirsi' nella società no?

Solist

Mer, 30/09/2015 - 12:09

hanno offerto loro vitto e alloggio ma nessuno ha pensato che i poveri cristi avessero anche esigenze sessuali bestiali da soddisfare...ma guarda tu che accoglienza del kaiz

Ritratto di east

east

Mer, 30/09/2015 - 12:20

Ma sarà anche giusto, siccome i poveri immmigrati clandestini (che siano profughi o meno) arrivano senza niente e quindi senza nemmeno donne avranno diritto di soddisfare i loro desideri di natura sessuale.. questa sarà sicuramente la prossima battaglia dei sinistri. Attenzione però, che valga solo per immigrati e clandestini, altrimenti processo, gogna mediatica sugli italiani e carcere..

venco

Mer, 30/09/2015 - 12:22

Ognuno deve vivere a casa propria, nella propria comunità e nella propria patria, non ci sono altre soluzioni.

Palladino

Mer, 30/09/2015 - 12:29

Inutile girarci intorno, la maggioranza di questi qui è fatta cosi'.Non si integreranno mai.

Holmert

Mer, 30/09/2015 - 12:33

Prof gli insegna l'italiano, ma il negretto era pronto a sfoderare i genitali e darle un assaggio del suo sapere in tema gender. Chissà se le volontarie metteranno giudizio sui loro frateliiii ed anche sorieleee.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 30/09/2015 - 12:39

per me e' NORMALISSIMO, tutto ok...vai da gente africana, in astinenza, uomini, non identificati..a fargli "lezioni" di Italiano...poi ti lamenti?,ma la fecessero finita, come quella che va in mezzo a decine di africani non identificati, in astinenza, a fare "accoglienza"...ci sono "azioni" che hanno rischi..contente loro..

Mobius

Mer, 30/09/2015 - 12:54

E va tenuto presente che le donne italiane sono, in generale, molto più desiderabili delle africane; quindi... vedete voi.

Aristofane etneo

Mer, 30/09/2015 - 13:07

"Azo - Mer, 30/09/2015 - 11:23" o sei un Italiano becero con gravi problemi di personalità o sei uno straniero anti italiano che semina zizzania perché interessato a dividere gli Italiani per depredarne l'economia, la cultura, l'identità. Se sei Italiano, in caso di guerra, stammi lontano.

Iacobellig

Mer, 30/09/2015 - 13:32

BUTTARLO FUORI SUBITO DAL PAESE DOPO QUALCHE LEGNATA SULLA SCHIENA!