Guaiva troppo. Preso a fucilate il cane che aveva vigilato il padrone morto

Qualcuno non ne poteva più di sentirlo piangere e, anziché premurarsi di dargli un rifugio, del cibo e un po' di affetto, ha pensato di eliminare il problema

La storia di Leo, il cane che un paio di mesi fa era andato al funerale del suo padrone per restare accanto alla bara, aveva commosso l'Italia, ma adesso c'è uno sviluppo che può solo indignare.

Nell'isola di Favignana, dove Leo ha sempre vissuto, dopo essere rimasto senza un padrone, il cane è diventato un randagio è dimagrito, è diventato triste e guaisce, per la fame e la solitudine.

Qualche giorno fa ha ricevuto tre fucilate. Qualcuno non ne poteva più di sentirlo piangere e, anziché premurarsi di dargli un rifugio, del cibo e un po' di affetto, ha pensato di eliminare il problema alla radice, tentando di uccidere l'animale.

A raccontare la notizia è il magazine "Qua la zampa", che ha raggiunto anche il sindaco dell'isola per un commento sulla vicenda: "La vicenda di Leo ci coglie impreparati rispetto a tale ferocia, ma non sull’operato necessario e sulle priorità da attuare”, ha commentatoGiuseppe Pagoto. “Da parte nostra non solo la più ferma condanna – ha proseguito il primo cittadino – ma soprattutto la massima attenzione per individuare il responsabile. Ci siamo fatti carico delle cure indispensabili e rivolgiamo un profondo ringraziamento ai volontari, per l’insostituibile aiuto e supporto rivolto alla bestiola ferita, e ai veterinari che gli hanno salvato la vita e ne stanno seguendo il decorso".

"Speriamo in un recupero di Leo e poi, soprattutto – ha concluso il sindaco – in un affidamento che lo tolga dai pericoli della strada. Il nostro appello è rivolto a chiunque possa dedicargli amore e attenzioni: anche fuori dall’isola".

Annunci
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 15/01/2016 - 15:47

L'uomo,ogni giorno,non perde occasione di dimostrare la sua inferiorità rispetto agli animali.

Kipelov

Ven, 15/01/2016 - 16:16

Prendetelo e mettetelo ai lavori forzati...Infame e vigliacco.Solo l'uomo sa essere così spregevole.Disprezzo totale

Ritratto di vadis

vadis

Ven, 15/01/2016 - 16:16

Sei peggio di una bestia! Normale! sono un uomo!

Pisslam

Ven, 15/01/2016 - 16:34

sempre i soliti fenomeni che se la prendono con degli indifesi animali....non se la prendono mai con chi si può difendere, chissà perchè

Giampaolo Ferrari

Ven, 15/01/2016 - 18:58

Ci sono molte persone trattate peggio dei cani nell'indifferenza assoluta.

roberto.morici

Ven, 15/01/2016 - 21:06

Più che dei "pericoli della strada" bisognerebbe temere del più garave pericolo costituito dalla possibilità di imbattersi in qualche ixxxxxxxe.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Ven, 15/01/2016 - 21:21

Il bastardo che ha sparato al cane colpevole solo di aver amato e continuare ad amare più di se stesso un uomo poi deceduto, deve essere individuato. Spero che Il Giornale di Feltri, sempre sensibile verso gli animali, ne pubblichi nome e cognome. In Attesa, chiedo al sindaco di Favignana: se nessuno si è preoccupato del cane quando è rimasto solo, perchè le autorità competenti o i volontari non lo hanno ricoverato in un luogo affidabile, in attesa di un'adozione? Va bene, meglio tardi che mai e grazie a chi lo ha salvato, comunque noi animalisti non abbandoniamo Leo, lo seguiremo su fb.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 15/01/2016 - 21:23

FAVIGNANA EEEEH!!!!! Poi i RAZZISTI siamo noi Leghisti!!!! Pax vobiscum.

Dordolio

Ven, 15/01/2016 - 21:27

Ci sono molte persone che andrebbero trattate peggio dei cani e purtroppo nessuno se ne accorge.

paci.augusto

Sab, 16/01/2016 - 08:08

Con i pochi abitanti di Favignana, non dovrebbe essere difficile individuare questo LURIDO VIGLIACCO, CRUDELE CAROGNA e dargli una bella lezione!! La galera è troppo poco per una carogna simile!!!

lento

Sab, 16/01/2016 - 08:40

La colpa e' delle istituzioni !Avere un canile per i randagi e' cosa buona....Chi ha sparato al cane e' un vile...Ma gli amministratori non sono da meno.

Holmert

Sab, 16/01/2016 - 12:05

Il sindaco? Certo, si è svegliato dopo che "Qua la zampa" ha denunciato il misfatto. il cane ha un solo compito, quello di dare affetto incondizionato al suo padrone ed il caso di Leo ne è l'ennesimo esempio. Solo che poteva fare,quando la fame ti strizza lo stomaco e tu non hai di che mangiare? Guaire o abbaiare per richiamare l'attenzione degli umani. Ma tra gli umani c'è sempre l'orco che spara per zittirlo per sempre. E' solo una questione di sensibilità.