L'Etna scivola nello Ionio: "Non sappiamo se ci sarà tsunami"

Lo studio di tre ricercatori italiani e coordinato da un centro tedesco lancia l'allarme sui movimenti del vulcano siciliano: "È come se non avesse i piedi"

L'Etna scivola nel Mar Ionio. Secondo quanto emerge da uno studio di Science Advances, il vulcano si sta muovendo verso Sud-Est come si ci fosse un vero e proprio "motore sommerso". Lo studio è stato coordinato dal Centro tedesco Helmholtz per la ricerca oceanografica Geomar di Kiel e realizzato da Alessandro Bonforte, Francesco Guglielmino e Giuseppe Puglisi, ricercatori presso l'Osservatorio Etneo dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) di Catania.

Secondo l'analisi dei tre ricercatori, il movimento non è affatto minimo. Nel maggio del 2017, in soli otto giorni si è registrato un movimento di 4 centimetri. Da quanto sono riusciti a capire i ricercatori dell'Ingv, lo scivolamento non è legato alla camera magmatica, ma è come se l'Etna stesse collassando in mare per il suo peso. Questo "motore" è stato monitorato per due anni a circa 15 chilometri dalla costa e a più di mille metri di profondità,

"È la prima volta che misuriamo deformazioni sottomarine dell'Etna", ha spiegato all'Ansa Alessandro Bonforte. Secondo il ricercatore, "i nuovi dati spostano adesso la causa del movimento in mare, dove si trova la scarpata ibleo-maltese. È come se il vulcano lì non avesse i piedi". Ma finora è impossibile prevedere "se e quando l'Etna provocherà uno tsunami", ha ribadito Francesco Guglielmino.

Commenti

agosvac

Ven, 12/10/2018 - 17:10

Visto che nessuno può prevedere se e quando scivolerà nel mare e visto che nessuno potrebbe fare niente per evitarlo, non vedo perché preoccuparsi. In fondo chi abita nei dintorni dei Capi Flegrei, vicino Napoli, abita su una polveriera che potrebbe scoppiare da un giorno all'altro oppure non scoppiare per diversi secoli. Lo stesso vale per la "caldera" che c'è tra Calabria e Sicilia. La stessa cosa per lo Yellowstone, negli USA e per la zona dell'Indonesia intorno al vecchio Krakatoa. Lo stesso vale per molte zone in tutto il mondo. L'uomo non ha nessun modo di evitare certe cose, allora "meglio non pensarci".

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 12/10/2018 - 21:39

Onefirsttwo dice : Che dire ? STOP Si muove a Sud-Est , cioè verso l'Africa STOP Trascinerà tutta l'Italia staccandola dalle Alpi e adagiandola all'Africa ? STOP L'Italia cuscinetto tra l'Africa e l'Europa sarebbe sotto certi aspetti una buona soluzione STOP 4 cm. ogni 8 giorni non sono pochi ! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .