L'ex suora: "Omosessualità? In convento è tenuta nascosta"

Un'ex suora, uscita da poco dal convento, rivela: "Sono stata plagiata. Con il passare degli anni poi, ha iniziato a pesarmi anche la mancanza di affettività"

"Dopo una violenta litigata con mia madre sono scappata di casa. Mia madre mi maltrattava. La suora, saputo della situazione, mi ha cercato e ha trovato dove ero nascosta. Da lì ha ricominciato a venirmi dietro". Lo rivela una ex suora, intervistata da Radio Cusano Campus, che racconta la sua vita in convento e di come una consorella più grande l’abbia plagiata.

Le due si conoscono quando Rosa, (questo il nome di fantasia usato dalla donna durante l’intervista) ha 13 anni ma le avanvces sarebbero arrivate solo 5 anni più tardi, una volta raggiunta la maggior età. “Sono stata plagiata. Con il passare degli anni poi, ha iniziato a pesarmi anche la mancanza di affettività", ha raccontato a Radio Cusano parlando anche di sesso. Omosessualità in convento? Queste cose si nascondono...”, dice e aggiunge: “Io non ho avuto esperienze in questo senso. Avevo tante amiche suore in convento che come me sognavano di andarsene. Nella mia comunità ce ne erano almeno 4, ma alla fine sono stata l'unica ad uscire".

Soltanto dopo aver passato un periodo in missione in Brasile, Rosa ha avuto il coraggio di richiedere la sua espulsione dalla congregazione. Ha dovuto aspettare tre anni però prima di andarsene definitivamente. Tre anni in cui hanno cercato di farle convincerla a cambiare idea e per un anno è stata costretta ad andare dallo psicologo. Ma Rosa ha tirato dritto per la sua strada. "Per fortuna non sono riusciti a farmi cambiare idea, nonostante tutte le pressioni”, conclude.

Commenti

ORCHIDEABLU

Ven, 03/02/2017 - 10:03

BRAVA SE NON ERA PIU' CONTENTA O CONVINTA DELLA SUA SCELTA E' GIUSTO CHE SI ANDATA VIA.