Libano, Benedetto XVI: "Fondamentalismo falsifica la fede"

Al via il 24esimo viaggio internazionale del Pontefice. Il Papa ha invitato "a creare pace" e messo in guardia contro i rischi del fondamentalismo

Con l'arrivo di Benedetto XVI a Beirut, inizia il 24esimo viaggio internazionale del Pontefice, che rimarrà in Libano fino a domenica. L'atterraggio dell'aereo del Papa all'aeroporto internazionale Rafiq Hariri è stato accolto dal presidente della Repubblica, Michel Sleiman e da ventuno salve di cannone.

Ancora in volo, il Papa aveva parlato del rapporto tra religione e fondamentalismi, definendo questi ultimi la "falsificazione" di un credo, laddove Dio "invita a creare pace nel mondo". Benedetto XVI ha anche sottolineato come proprio la difficoltà della situazione mediorentale richiedesse la sua presenza, per "dare speranza di pace, fraternità e amicizia".

Gli occhi di chi guarda al Medioriente sono per forza di cose puntati sulla Primavera araba, che il Pontefice definisce "positiva", poiché "esprime desideri di democrazia, libertà e anche desideri dell'affermazione dell'identità araba", nonché "il grido di gran parte della gioventù culturalmente più formata". Ma si deve fare attenzione: "La storia delle rivoluzioni ci insegna che c'è sempre il pericolo che nasca l'odio".

Come c'è anche il rischio che continui la fuga dei profughi dalla Siria, dilaniata dagli scontri tra lealisti e ribelli: "Non solo i cristiani fuggono - ricorda il Papa - ma anche i musulmani". E si deve fare "il possibile per rimanere ed è essenziale l'aiuto di tutti". Poi la condanna a chi continua a importare armi nel Paese: "Senza questo la guerra non può cessare, anziché armi occorre piuttosto importare creatività e idee di pace".

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha salutato la visita del Pontefice in Libano come portatrice di "un importate messaggio di pace e speranza", che nella regione è "quanto mai necessario in un periodo drammatico come l'attuale".

Il richiamo alla fratellanza espresso da Benedetto XVI arriva però nel giorno in cui infuria la protesta anche in Libano. A Tripoli, seconda città in ordine di importanza, si sono registrati un morto e diversi feriti tra la folla che manifesta contro il film che irride la figura del profeta Maometto.

L'aereo del Papa atterra a Beirut
Annunci
Commenti
Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Ven, 14/09/2012 - 14:44

Ma, caro Papa, che dici ? ... Ti vai a mettere contro proprio con il fondamentalismo islamico ? Un sommo Pontefice dovrebbe almeno comprenderli nella Pietà e perdono Cristiano in cerca della "Parola di Pace" dell'unico VERO DIO monoteista...! Umiltà e non accuse se si vogliono evitare altri episodi...

ABU NAWAS

Ven, 14/09/2012 - 14:47

PAROLE SANTE Il fondamentalismo è squilibrato fanatismo!!!

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Ven, 14/09/2012 - 15:41

sembra di sentire banalitano

macchiapam

Ven, 14/09/2012 - 16:48

Il papa fa il pesce in barile; e vaneggia, definendo i fondamentalismi "la falsificazione di un credo". A tacere che di fondamentalismi la Chiesa cattolica ha, nei secoli passati, fatto una scorpacciata - con roghi, torture, anatemi, eccetera - il presule finge di non capire quello che i suoi predecessori avevano ben capito: che l'Islam, cioè, è anzitutto una dottrina politica totalitaria, indirizzata alla prevalenza su tutti, e colla quale non si può trattare. Smetta quindi di affabulare di dialogo e integrazione, e incoraggi invece una dura ostilità verso gli islamici estremisti.

gcf48

Ven, 14/09/2012 - 17:17

ma piantatela di offendere il papa. almeno ammirate il coraggio di un vecchio che si reca nel cuore del caos a parlare di pace

eri75

Ven, 14/09/2012 - 17:18

Il fondamentalismo è figlio della fede intransigente in un dio terribile e vendicatore. Più o meno come quello cristiano del vecchio testamento. C'è passata anche la chiesa cattolica, che ora ha solo perso per strada il sacro furore dei roghi e delle crociate...

Jonovan

Ven, 14/09/2012 - 18:44

La verità è che entrambe le religioni monoteiste essendo prodotte dalle seduzioni di Satana,non possono che grondare sangue di innocenti,menzogne mischiate all'avidità di pochi a maleficio di molti. Sappiano costoro che come disse Papa Paolo VI investito dallo Spirito Santo "Attenti una volta verrà il Giudizio di DIO".

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Ven, 14/09/2012 - 19:31

Speriamo che torni tutto intero! A tutti quelli che sproloquiano sul Papa, vorrei proprio vederli a dare la prova di coraggio che sta dando questo mite vegliardo andando in una delle tane del lupo a dire parole di pace. Qui tutti a giudicare a puntare il ditino, ma intanto é il vegliardo che affronta con serenità l’incognito. Poi ci lamentiamo per il rischio di invasione islamica. Non faranno nessun sforzo, ci siamo già messi in un piatto d’argento. Manca solo il paggio che ci offrirà. Ma attento al paggio. La storia racconta che il paggio Antonio Quirino, andatevelo a cercare su Google, fece una gran brutta fine insieme a tutto il corpo diplomatico che precedeva.

FRANCO1

Ven, 14/09/2012 - 20:16

il Papa parla bene ma quelli là fanno come gli pare e non stanno a sentire nessuno, si riproducono come conigli e vengono allevati a pane e bombe per trasmigrare in europa per conquistarla da dentro, ormai è sotto gli occhi di tutti

ErnstJunger

Ven, 14/09/2012 - 20:24

Ha haaaa,un"Dio monoteista"proprio non l'avevo ancora visto!!! Bellissima...

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/09/2012 - 21:11

Il Papa ha trovato proprio il momento sbagliato per fare turismo a meno che non avesse voglia di fare il martire.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 14/09/2012 - 21:27

Povero Beppin! Ancora crede al dialogo interreligioso...

gi.lit

Ven, 14/09/2012 - 21:46

Giusto. Però, la Chiesa incoraggia i flussi migratori pur sapendo benissimo che in gran parte essi provengono dai Paesi islamici. A parte il fatto che, indipendentemente da quest'aspetto, un fenomeno del genere fuori controllo è sempre e comunque foriero di catastrofi per un Paese che lo subisce.

anna tomasi

Ven, 14/09/2012 - 22:06

per gc48. Io credo invece che se la stia facendo nei pantaloni.

chiara 2

Ven, 14/09/2012 - 22:46

Ecco un vero Papa!

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Ven, 14/09/2012 - 23:13

Ora si che mi sento tranquillo!! Lo ha detto il Papa..

Ritratto di xulxul

xulxul

Ven, 14/09/2012 - 23:29

Santità, come sempre, alla fine, lei dimostra di essere il più coraggioso. Lei è là, a confortare e confermare i fratelli nella fede (vera). Giustamente, nel suo alto magistero, purtroppo da pochi compreso, anche nella Chiesa, lei continua a fare appello alla ragione (Ratisbona...) e al suo corretto uso, che, giocoforza, porta alla plausibilità dell'atto di fede nel mistero d'amore di un Dio fatto carne. Questa è la verità che attrae l'uomo attraverso il vero, il giusto e il bello, ma che, da molti, è stata declassata a mero irenismo sincretista (Martini). La verità è esigente, certo. Ma è l'unica che rende l'uomo libero della vera libertà, non di quella (atea, edonista e avvelenata) che ci ha condotto alla soglia di una terza guerra mondiale (Dio non voglia). In ogni modo Lei, Santo Padre, è là, inerme, e forte solo della Verità del Vangelo. E' un grande esempio ai "grandi" di questo mondo, che blaterano blaterano di cose che vigliaccamente non vogliono conoscere (l'islam è una minaccia). E' giunta l'ora delle armi? Non lo so. L'occidente scristianizzato si presenta debole e fragile davanti a questa aggressione lucida e determinata. Il film non c'entra. Dio lo permetterà? Non lo so. Ma speriamo che questa minaccia renda l'occidente più consapevole della propria forza morale e delle proprie radici (cristiane). Solo così avremo possibilità di sopravvivenza, e ripetere le gloriose ed epiche imprese che grandi uomini (cristiani va da sè) hanno compiuto per salvare l'Europa dalle ricorrenti violenze mussulmane.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Sab, 15/09/2012 - 11:58

#xulxul# Mi unisco alla sua accorata lettera nello stigmatizzare il coraggio di questo Papa attaccato su tutti i fronti proprio da chi lo dovrebbe “difendere a spada tratta” per ora in senso metaforico. Ma se andiamo avanti di questo passo, quei pochi che ancora hanno i piedi per terra, lo dovranno fare nel vero senso della parola. Troppi cristiani estrapolano dal Vangelo solo quello che fa comodo loro, per rivestirlo con ideologie malate. Hanno preso la lampada e non riuscendo a spegnerla l’hanno messa sotto il moggio. Sì, perché quella lampada, che arde da più di duemila anni, nessuno la potrà spegnere e prima o poi, ritornerà sul moggio ad illuminare il cammino di tutti noi. Cordialmente -Rosella-

Ritratto di xulxul

xulxul

Sab, 15/09/2012 - 14:11

Grazie Rosella. Ad maiora. Buona domenica.

gcf48

Lun, 17/09/2012 - 17:36

anna tomasi purtroppo leggo solo adesso il suo commento. se voleva essere ironico ha sbagliato tutto. fa piangere