L'imam ora ammette le colpe: "Terrorismo c'entra con l'islam"

Hocine Drouiche è un giovane imam nato in Algeria e guida una piccola moschea a Nîmes, nella Francia meridionale: "Il problema nasce dal Corano"

Hocine Drouiche è un giovane imam nato in Algeria. Da alcuni anni guida una piccola moschea a Nîmes, nella Francia meridionale. Laureato all'Université des Frères Mentouri a Costantina in Algeria, ha vissuto in Siria e Arabia Saudita per poi conseguire un dottorato a Marsiglia in teologia islamica e dialogo tra religioni e culture. La sua fama deriva dalle posizioni di dura condanna al terrorismo che non ha timore a definire "islamico".

Intervistato dal settimanale Tempi, Drouiche sviscera tutte le "colpe" dell'islam nella diffusione del jihadismo globale. Per questo è stato attaccato da diversi musulmani e altri imam, tanto che alcuni lo hanno accusato di essere un impostore. "Sono un imam e ho il dovere di lanciare un allarme: esiste un islam politico che rappresenta un pericolo prima di tutto per noi musulmani - dice Drouiche - Non possiamo più nasconderci e continuare a dire che il terrorismo non c’entra niente con la nostra religione. Se le società europee apriranno la porta all’estremismo, richiuderla sarà difficilissimo".

Quando parla del terrorismo islamico, Drouiche lo fa a ragione. Chi sgozza, uccide, guida i tir e si fa esplodere lo fa seguendo delle regole precise. Che sono quelle indicate nel Corano letto alla lettera. Senza alcuna interpretazione storica. "Vivevo ancora in Algeria durante la guerra civile degli anni Novanta - racconta l'imam - Ho visto con i miei occhi come l’estremismo trasforma giovani normali in terroristi che sgozzano e uccidono nel nome di Allah e dell’islam. Se questi giovani che vengono plagiati vinceranno, non ci saranno più libertà né diritti umani in Europa. Anche la convivenza tra religioni sarà un miraggio. Un po’ come nel mondo arabo, dove si giustifica la persecuzione dei cristiani e l’uccisione degli ebrei".

Il timore è più che fondato. E la soluzione deve trovarla l'islam, fino ad ora incapace di mettere un freno all'espansione del radicalismo. "Bisogna fornire un’educazione coranica più attinente alla cronologia della rivelazione islamica e alla storia dell’islam", spiega l'imam. Che ammette: "Ci sono testi e parole nel Corano, come quando si invita a combattere i miscredenti" e lo stesso vale "per la sharia e gli hadith, che raccontano la vita, le opere e le parole del profeta Maometto. Alcuni messaggi violenti sono stati aggiunti dopo per scopi politici, altri sono stati annullati da hadith successivi e quindi non valgono più". Per sconfiggere il terrorismo è necessaria una interpretazione storica del Corano. Che molti oggi ancora rifiutano.

"Non possiamo continuare a ripetere il discorso del razzismo e dell’islamofobia dell’Occidente, ai quali bisogna reagire con il jihad - spiega Drouiche - Non è vero che il mondo è contro i musulmani". Eppure molte comunità musulmane si chiudono su loro stesse, generando dei veri e propri quartieri completamente avulsi dalla realtà europea e che rifiutano la contaminazione con l'Occidente. "In Francia - continua l'imam -abbiamo degli imam che chiedono ai musulmani di non augurare buon Natale e buon anno ai cristiani. È da questi comportamenti, che sembrano innocui, che nasce l’odio che poi sfocia nel terrorismo. Se auguri buon anno a questi imam ti guardano male, come se li avessi offesi. È un atteggiamento non solo anti-islamico, ma disumano". Lo stesso sentimento di chiusura si è registrato e continua a registrarsi dopo ogni attentato terroristico che insanguina l'Europa. Le comunità musulmane si limitano a tiepide denunce, senza ma produrre una vera e propria presa di posizione chiara. Anche per questo "la gente ha paura perché dopo gli attentati non vede una risposta chiara e univoca dei musulmani. Teme che i musulmani vogliano conquistare l’Europa e imporre la sharia. Se ci sono alcuni imam che lo vogliono davvero, la maggioranza no. Ma deve dirlo pubblicamente. E questo ci porta al secondo problema".

Commenti

Ma.at

Lun, 30/01/2017 - 14:35

Il Corano dic che chi non è musulmano deve essere ucciso oppure ingannato quindi queste sono soltanto parole senza alcun valore dette per fregarci e continuare a delinquere.

venco

Lun, 30/01/2017 - 14:35

Questo tizio rivela un po di coscienza.

Ma.at

Lun, 30/01/2017 - 14:36

Il Corano dice che chi non è musulmano deve essere ucciso oppure ingannato quindi queste sono soltanto parole senza alcun valore dette per fregarci e continuare a delinquere.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 30/01/2017 - 14:40

Terrorismo c'entra con l'islam come il meridionale c'entra con i ladri. Il discorso non fa una piega, concordo.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 30/01/2017 - 14:43

Illustre Imam, veda se riesce a farlo entrare nelle teste dei tanti deficienti e buonisti da strapazzo che governano l'Europa e l'Italia!

Lucaferro

Lun, 30/01/2017 - 14:49

È forse sincero? Ai posteri l'ardua sentenza. Certo è che dice il vero agli invertebrati e decerebrati sinistri europei.

Ritratto di ..WeThePeop£e.

..WeThePeop£e.

Lun, 30/01/2017 - 14:56

il problema dei musulmani sono i musulmani stessi

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 30/01/2017 - 15:03

L’islam è l’autostrada che porta alterazioni psichiche, ben note e conosciute dalla psichiatria.. sulla via della accettazione sociale e della loro erezione a fede universale.-finchè esisterà l’uomo.. esisteranno tali patologie.. ed esisterà tale religione.- la sola possibile soluzione è alterare l’equilibrio che la mantiene viva, negli individui e nella società, relegandola a forza ininfluente e numericamente marginale.- nella psiche miglioramenti si ottengono con la presa di coscienza di tale alterazione, e la conseguente REPRESSIONE di tali istanze fino ad ottenere un nuovo e salutare equilibrio.

agosvac

Lun, 30/01/2017 - 15:06

Un Imam( questa volta è giusta la maiuscola) che consegue una laurea in teologia islamica e dialogo tra religioni e culture, è, ovviamente, un caso del tutto particolare! Infatti dice cose più che giuste. Ben lontano da quell'accozzaglia di terroristi che si autoproclamano imam senza averne né la cultura né la capacità di comprendere il Corano al di là dalla lettera. Ce ne fossero di più, forse si potrebbe arrivare finalmente ad una comprensione reciproca.

buri

Lun, 30/01/2017 - 15:07

è la prima volta che un iman denuncia certi aspetti dell'islam, certo che non tutti i musulmani sono dei terroristi sanguinari, ma è anche vero che tutti i terroristi ed i tagliagole sono musukmani

chicasah

Lun, 30/01/2017 - 15:08

Finalmente uno con le idee chiare,, speriamo faccia scuola.

Libertà75

Lun, 30/01/2017 - 15:11

@gzorzi, anche se lei si definisce tale, non offenda gli altri meridionali

Marzio00

Lun, 30/01/2017 - 15:21

Il problema dell'Islam è che l'interpretazione non è assolutamente prevista e chi, come questo Imam, propone una sua interpretazione viene definito impostore, traditore (lo ha detto lui stesso!).

al59ma63

Lun, 30/01/2017 - 15:37

FUORI DALLE balle gli imam filoterroristi vanno E_S_P_U_L_S_I

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 30/01/2017 - 15:40

Mi stupisco che ancora la gente si stupisca. Eppure basta guardarli in faccia per capire con chi abbiamo a che fare. E' come la famosa frase di Andreotti "A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca". Ecco, a giudicare dalla faccia forse qualche volta ci si può sbagliare, ma il più delle volte ci si azzecca.

Ritratto di FRANZ58

FRANZ58

Lun, 30/01/2017 - 15:42

sono sempre dell'avviso che la religione non sia la causa. la causa purtroppo siamo noi 'esseri pensanti' che distorciamo la religione a nostro uso e consumo. stesso vale per la politica.

Massimo Bocci

Lun, 30/01/2017 - 15:57

"Terrorismo c'entra con l'islam" nel titolo c'è un "c'entra" di troppo e u "E'" di meno, la maniera giusta di porre il quesito era questo "Terrorismo E' l'islam" SI!!, SI!!, SI!!, SI!!, SI!!, SI!!, SI!!, SI!!, SI!!, SI!!, SI!!, SI!!,ecc.ecc.

ziobeppe1951

Lun, 30/01/2017 - 16:12

Lo sanno bene anche le zecche rosse..il business prima di tutto

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 30/01/2017 - 16:18

Fossero tutti così gli imam, con onestà intellettuale, non farebbero i fomentatori di odio nelle moschee. Un grazie a questa nobile persona, che con coraggio dice quanto è giusto, rischiando di suo. Se tutti dicessero queste parole, saremmo davvero tutti fratelli e sarebbero risolti molti problemi, di sicuro il più attuale e pericoloso, per entrambe le parti.

Opaline67

Lun, 30/01/2017 - 16:18

OH MA CHE GENTILE...GRAZIE IMAM PER AVERCELO CONFERMATO PERCHE' NON LO AVEVAMO MAI NEPPURE SUBODORATO

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 30/01/2017 - 16:21

Credo abbia diritto alla scorta.

Tuthankamon

Lun, 30/01/2017 - 16:34

Allora siamo a buon punto! Vediamo i fatti!

Ritratto di GuerrieroDelNord

GuerrieroDelNord

Lun, 30/01/2017 - 16:39

@FRANZ58: beh ma le religioni si basano su libri scritti da esseri umani. Il problema, come già detto sopra da qualcuno, è come vengono interpretati questi libri...

Opaline67

Lun, 30/01/2017 - 16:44

PROCEDETE A REVISIONE DEL CORANO FRA DI VOI IN SENO ALL'ISLAM E PURE PRESTO, ANCHE SE, NON POTENDO CHIARAMENTE PRESCINDERE DALL'ONNIPOTENZA DI ALLAH, NON SI CAPISCE COME POSSA ESSERSI SBAGLIATO A NON PREVEDERE CHE NON TUTTI AVREBBERO VOLUTO ESSERE MUSULMANI E, TANTO MENO, AVREBBERO POTUTO RITENERSI ALL'ALTEZZA DI TALE COMPITO. IMPOSSIBILE ALLORA NON CHIEDERSI COME DIAMINE POSSA ESSERSI CREATO IL GRAVISSIMO, DEVASTANTE QUI-PRO-QUO? CHE ALLAH SIA STATO INVENTATO E CHE VENGA INTERPRETATO AD ARTE DA OMINIDI IN MODO NON DISSIMILE DALLA BIBBIA NO EH?EH NO, IMPOSSIBILE SENNO' CHE RAZZA DI DEI SAREBBERO A LASCIARSI IMPIASTRICCIARE DAI COMUNI MORTALI

roseg

Lun, 30/01/2017 - 16:50

UN'ALTRO CHE HA SCOPERTO L'ACQUA CALDA!!!

acam

Lun, 30/01/2017 - 16:52

... Per sconfiggere il terrorismo è necessaria una interpretazione storica del Corano. Che molti oggi ancora rifiutano... aggiungerei: e confrontarlo con le costituzioni dei paesi dove lo vogliono importare. le costituzioni sono i corani dei nostri popoli se contrastano sono problemi, siamo noi pronti a difenderle? i politici sembrano non curarsene molto, per questo dovrebbero decadere a cominciare da boldrini, grasso, hylari, Angela; hollande, tutta gente a cui piace la mobilia vicino al di dietro.

riccioliscio

Lun, 30/01/2017 - 17:40

Ricordiamocelo così: un uomo buono e giusto.

Giorgio Colomba

Lun, 30/01/2017 - 18:21

Il fatto che ci si debba stupire perchè questo imam, remando contro la vulgata del suo credo, sostenga quelle che dovrebbero essere delle banali ovvietà, la dice lunga sull'assuefazione a cui ci ha fin qui condotto il mainstream dell'islamofilia imperante.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 30/01/2017 - 18:41

Ahi ahi, questo imam rischia aver un forte mal di gola fra non molto.

Cheyenne

Lun, 30/01/2017 - 19:05

solo la sboldra, i pdioti e il papocchio islamico continuano a negare

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 30/01/2017 - 19:06

Senonché il Rettore della moschea di Bordeaux sentenziò : "Il Corano si legge integrandolo nel contesto storico specifico durante il quale è stato scritto, cioè l'impero arabo (622 – 1258). Liturgicamente parlando, il Corano si legge dunque in arabo. Tradurre il Corano in francese sarebbe interpretarlo. ORBENE, L'INTERPRETAZIONE DEL CORANO NON È CORANO. Per contro, nulla impedisce di pensare il testo in francese, in particolare, nella preghiera (n.d.r. - bontà sua)".

baronemanfredri...

Lun, 30/01/2017 - 19:07

ALLORA INCITA IL TUO POPOLO HA DIRE CHE TRUMP HA RAGIONE ED E' VOSTRO AMICO

baronemanfredri...

Lun, 30/01/2017 - 19:08

GZORZI NON CONOSCI GENTE DELLA TUA REGIONE? MA DA DOVE SCRIVI? SONO MERIDIONALE E VIVO A MILANO. MA VEDI I LADRI SONO ANCHE QUI AL NORD

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 30/01/2017 - 21:21

Il Corano predica la l´umiliazione, la prepotenza, la violenza e la viltá ... Non ci vuole un gran cervellone per capire che un individuo e una societá sottomessi all´islam non possono essere altrimenti che un individuo e una societá di vili, di prepotenti e di violenti ... Un occidente che non fosse una decadente latrina e che sapesse rispettare e difendere la qualitá dei propri valori dovrebbe introdurre certa gente a corsi di fornmazione e di cultura prima di spalancar loro le porte e accettarli socialmente dentro il proprio seno.

Gabriele184

Lun, 30/01/2017 - 21:21

Attenzione: l'intervista pubblicata su Tempi e tema dell'articolo parla di mancanza di "contestualizzazione storica", non di "interpretazione" come scritto ben due volte nell'articolo de Il Giornale.it. C'è un'enorme differenza!

Tuvok

Lun, 30/01/2017 - 22:03

Un Imam leghista?

aichemae

Lun, 30/01/2017 - 22:16

gradirei sapere in quali altre testate -anche estere- saranno pubblicate queste dichiarazioni. In poche parole, quanta strada farasnno.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 31/01/2017 - 00:54

E' Alvaro Vitali travestito da imam.

congonatty

Mar, 31/01/2017 - 08:43

Bello il travestimento di Paolo, ma dove e' Mingo? Io leggo il giornale per avere una visione diversa dei fatti. Ma le notizie artificiali per compiacere i lettori di destra non si sopportano.

umberto nordio

Mar, 31/01/2017 - 08:51

Lo ammettono anche loro.Solo gli ottusissimi nostri governanti e rappresentanti dello istituzioni non ci arrivano.

scarface

Mar, 31/01/2017 - 09:56

Se dal corano venissero rimosse le parti che sono in conflitto con il codice civile ed il codice penale resterebbe solo la copertina ed il nastro segnalibro. L'islam, il solo ammesso, è quello imposto dal corano; non può esistere altra opzione o declinazione edulcorata. L'islam è la ideologia, sedicente religione, del libro e non deve avere posto in alcuna civiltà che si definisca tale. Una psicopatologia sessuale criminale da trattare al pari della ideologia nazista.

evuggio

Mar, 31/01/2017 - 10:01

una proposta: TUTTI coloro che stanno mettendo a repentaglio l'Europa e l'Italia in primis, per paura, buonismo, imbecillità o malafede, dovrebbero essere condannati a scrivere su un quaderno (come si faceva ai tempi in cui la scuola EDUCAVA) per mille volte le dichiarazioni di questo imam, fino ad impararle a memoria! Come sottoprodotto di utilità, per il tempo che resterebbero impegnati per questo "esercizio" non farebbero altri danni.

hectorre

Mar, 31/01/2017 - 10:02

uno su quanti?????....credo sia un'astuzia per indorare la pillola agli ingenui sinistri che lo eleveranno a portavoce unico...la realtà è ben diversa