L'incidente di Gianluca Buonanno e l'ipotesi del cellulare

Secondo alcune indiscrezioni sul telefonino di Buonanno sarebbe stata trovata una "chiamata persa" proprio al momento dell'impatto: torna l'ipotesi della distrazione alla guida

Sulla morte dell'eurodeputato della Lega Nord, Gianluca Buonanno, ci sono ancora alcuni punti da chiarire. Di fatto la dinamica dell'incidente è ancora poco chiara. Il leghista avrebbe urtato un'auto ferma in corsia d'emergenza e di fatto bisogna capire qule sia stata la causa dell'impatto. Se un malore o una distrazione alla guida. La moglie dell'europarlamentare al momento dell'incidente dormiva e quindi ricorda poco di quanto accaduto prima dell'incidente. Ma gli inquirenti continuano ad indagare e domani è stata predisposta l'autopsia sul cadavere di Buonanno. Un'autopsia che potrebbe chiarire la dinamica e confermare o escludere l'ipotesi di un malore. Ma da alcune indiscrezioni sulle indagini riportate dalla "Prealpina" torna in campo l'ipotesi di una distrazione dovuta allo squillo del cellulare.

La chiamata sul cellulare di Buonanno

A quanto pare, sempre secondo i dettagli riportati dalla Prealpina, c’è una "chiamata senza risposta" al momento dello schianto: a quanto pare il telefonino era caduto a terra e Buonanno si sarebbe chinato per raccoglierlo proprio mentre squillava. Avrebbe quindi perso il controllo del Maggiolone Volkswagen che, fatalmente, è andato a sbattere contro una Mercedes. L'altra auto era ferma per un guasto sulla corsia d'emergenza e l'impatto per Buonanno sarebbe stato inevitabile. Adesso si attendono i risultati dell'autopsia per capire cosa sia accaduto prima del terribile impatto.