L'inciviltà dei clienti del car sharing: multe, spaccio e prostituzione

Le compagnie di car sharing denunciano giorno dopo giorno atteggiamenti incivili dei clienti: tra i tanti c'è chi utilizza l'auto come un bagno e chi spaccia droga

Sono molte le persone che usufruiscono ogni giorno dei servizi di car sharing che dimenticano, di volta in volta, qualcosa all'interno della vettura.

E le aziende che propongono il servizio hanno un dossier immenso e incredibile sui comportamenti più incredibili dei clienti, quelli sbadati e quelli semplicemente incivili. C'è chi ha lasciato le scarpe con il tacco conficcate nel soffitto dell'auto e chi ha parcheggiato l'auto in mezzo a Piazza Duomo a Milano.

Così, come riporta il Corriere della Sera, sono tantissimi i casi in cui è stato richiesto l'intervento delle forze dell'ordine e dei tecnici delle società. Tra i tanti casi elencati c'è chi ha fatto veri e propri traslochi con la macchina "affittata" a ore, e c'è chi ha utilizzato il veicolo per trasportare un motorino. Poi arriva anche il genio che parcheggia l'auto dentro una proprietà privata e, una volta chiuso il cancello del palazzo, nessuno può più utilizzarla.

Le auto vengono anche utilizzate per attività illecite come la prostituzione e lo spaccio. Qualche settimana fa in sette, dell' Est Europa, sono andati a sbattere contro un muro nel capoluogo lombardo. E c'è stato anche un cliente che ha creato nove profili diversi, in dieci giorni, inserendo lo stesso numero di telefono, quello della compagna. Quando la compagnia se n'è accorta l'uomo è stato arrestato: era ricercato perché destinatario di un' ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Commenti
Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 26/04/2017 - 11:46

E secondo te prestare l'auto a tutti gli sconosciuti del mondo è una buona idea?