L'inquietante flirt tra Chiesta e massoni: un dialogo pericoloso perché contro la Fede

Il pontificato di Bergoglio ha scelto una pastorale che sta svuotando la dottrina

In principio fu il cardinale Gianfranco Ravasi, con un articolo sul Sole24Ore il 14 febbraio 2016. «Cari fratelli massoni» era il titolo che peraltro rendeva bene il tono e il senso dell'articolo. Apparentemente era una semplice recensione di un volumetto dedicato ai rapporti tra Massoneria e Chiesa cattolica, in realtà è stata l'occasione per lanciare un messaggio ben preciso: basta chiusure e pregiudizi, è l'ora del dialogo, cerchiamo quello che ci unisce e non quello che ci divide. E infatti ecco che da allora sono iniziati una serie di incontri nelle diocesi italiane con l'attiva partecipazione del Grande Oriente d'Italia (Goi).

In realtà cercare quel che unisce non è così semplice, perché dalla fondazione della Gran Loggia di Londra del 1717, la Massoneria ha collezionato ben 586 condanne da parte della Chiesa, la prima nel 1738, l'ultima nel 1983: un record assoluto. Il motivo è semplice: la Chiesa ha sempre ravvisato il carattere satanico del progetto massonico e quindi la sua pericolosità per i fedeli cattolici. Si comprende dunque perché per la Chiesa resti sempre valida l'incompatibilità di un cattolico con l'ordine dei liberi muratori e la scomunica automatica per chi aderisce a una loggia.

E allora? Allora si segue semplicemente il metodo del «pastoralismo», che sembra essere la chiave interpretativa del pontificato di Francesco. Vale a dire: non ci interessiamo della dottrina, diciamo che resta sempre valida, però nella pratica dobbiamo andare incontro alle persone quindi libertà anche di fare l'opposto. È il primato della prassi, di fatto uno svuotamento della dottrina, al grido di «Abbattiamo i muri, costruiamo ponti». Infatti il cardinal Ravasi nell'articolo riconosce l'incompatibilità formale tra le due appartenenze, ma condanna la demonizzazione dei massoni e intanto sottolinea i punti in comune. Quali? «La dimensione comunitaria, la beneficenza, la lotta al materialismo, la dignità umana, la conoscenza reciproca».

Agli osservatori più attenti, come la storica Angela Pellicciari, non era sfuggito che l'articolo di Ravasi non voleva essere una semplice recensione ma un vero segnale di via libera a una nuova era, tanto da invocare un nuovo pronunciamento ufficiale della Santa Sede contro la Massoneria. Richiesta per ora non accolta, in compenso i pontieri sono scesi in campo, dall'una e dall'altra sponda. Ha cominciato il Grande Oriente d'Italia in Sicilia, organizzando un convegno a Siracusa il 12 novembre 2017, a cui ha partecipato il vescovo di Noto, Antonio Staglianò: «Chiesa e massoneria, così vicini così lontani», il titolo provocatorio. Qualche polemica c'è stata, anche per quell'immagine di Cristo col compasso (in realtà un'opera medievale che con la Massoneria non aveva nulla a che fare) che campeggiava sulla locandina. Ma il vescovo Staglianò se l'è cavata con disinvoltura dicendo che lui avrebbe solo ribadito l'insegnamento della Chiesa. Ed è in qualche modo ciò che ha fatto, si sa però che in certi casi il gesto conta ben più delle parole, e il ghiaccio quindi è stato rotto. Così poi l'iniziativa è passata alla Chiesa e si è intensificata, praticamente è diventato un format che certamente vedremo replicato in altre parti d'Italia. Alla fine di ottobre l'incontro si è svolto a Gubbio, organizzato dalle Acli e dalla sezione umbra del Grande Oriente, sponsorizzato però dalla vicina diocesi di Assisi, che ha fatto marcia indietro solo dopo che la notizia è rimbalzata su giornali nazionali. All'inizio di novembre la replica a Matera, con tanto di «benedizione» del vescovo locale, Pino Caiazzo. In entrambe le occasioni hanno partecipato teologi e religiosi cattolici, ovviamente convinti della bontà di questo dialogo.

A sottolineare l'importanza dell'evento sta la presenza sia a Gubbio sia a Matera del Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Stefano Bisi, che infatti non ha mancato di collegare tutti questi appuntamenti all'articolo del cardinale Ravasi, tutto parte di un lavoro per creare «ponti tra gli uomini». Bisi non ha neanche dovuto nascondere il carattere esoterico e iniziatico della Massoneria, che non è ostacolo di poco conto con la Chiesa cattolica. Ma oggi nella Chiesa sembra prevalere una voglia di religione universale che affratelli tutti gli uomini, a cui sacrificare la propria identità. Non a caso gli organizzatori cattolici di questi incontri se la prendono con una visione identitaria della Chiesa, che sarebbe superata con l'avvento di papa Francesco, come se la Verità che Cristo rappresenta sia un ostacolo all'incontro con gli altri. Per cui tornano d'attualità le tesi che il massone Albert Lantoine, 33° e ultimo grado del Supremo Consiglio del Rito Scozzese Antico e Accettato di Francia, scrisse nel 1937 nella lunghissima lettera a Pio IX, chiedendo al Papa di smettere di combattere la Massoneria nell'ottica della «conciliazione degli opposti»: secondo Lantoine, la Massoneria e la Chiesa, Lucifero e Dio sarebbero necessari l'uno all'altro. Una prospettiva che è stata ovviamente condannata dalla Chiesa, ma oggi sembra esserci una folla di teologi e prelati che ardono dal desiderio di abbandonare la via di Cristo per confondersi con il mondo, e soprattutto con il Potere di questo mondo.

Commenti
Ritratto di Elvissso

Elvissso

Dom, 11/11/2018 - 09:01

LA CHIESA è LA PADRONA DEI MASSONI.

INGVDI

Dom, 11/11/2018 - 09:35

Bergoglio rappresenta la Chiesa senza fede.

Totonno58

Dom, 11/11/2018 - 09:44

Dice l'articolista "Il pontificato di Bergoglio ha scelto una pastorale che sta svuotando la dottrina"...allora grazie, Francè!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 11/11/2018 - 09:59

"Per cui tornano d'attualità le tesi che il massone Albert Lantoine, 33° e ultimo grado del Supremo Consiglio del Rito Scozzese Antico e Accettato di Francia, scrisse nel 1937 nella lunghissima lettera a Pio IX, chiedendo al Papa di smettere di combattere la Massoneria nell'ottica della «conciliazione degli opposti»: secondo Lantoine, la Massoneria e la Chiesa, Lucifero e Dio sarebbero necessari l'uno all'altro. Una prospettiva che è stata ovviamente condannata dalla Chiesa, ma oggi sembra esserci una folla di teologi e prelati che ardono dal desiderio di abbandonare la via di Cristo per confondersi con il mondo, e soprattutto con il Potere di questo mondo." Siamo messi bene con l'ex affiliato al rotary club di Baires che fa finta non non conoscere i principi della massoneria: conquista del potere spirituale e temporale urbi et orbi!

APPARENZINGANNA

Dom, 11/11/2018 - 10:35

Io avevo sentito dire che a Buenos Ayres Bergoglio intratteneva ottimi rapporti con la massoneria. Non so se è vero, ma sarebbe il caso di approfondire.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 11/11/2018 - 10:42

Il 'pensiero cristiano' sembra non avere più nessuna importanza. Da quando la Chiesa ha imbracciato il 'guardare quello che unisce e non quello che divide' sembra che non abbia più nessuna importanza essere cristiano. Quindi messe, sacramenti e preghiere vanno in secondo piano, anzi in soffitta? Sarebbe una bella comodità. Però, allora, quanto è più comodo essere massoni e atei che suonano il piffero per Bergoglio, ed essere omaggiati e ricercati dallo stesso, invece che cristiani, legati alle tre cose di cui sopra. Col rischio, magari, che, una volta dall'altra parte, tutto ciò non serva comunque a nulla?

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Dom, 11/11/2018 - 11:00

Ci basta il "prefazio": Cardinal Ravasi e hai detto tutto. "Io ritengo che Gesù fosse un abile guaritore, ma certi miracoli sulla natura.." Ravasi dixit. Ma Ravasi crede ancora in Dio? - E Bergoglio, grande "muratore" e "pontiere" verso Lutero e i Massoni, guastatore dei "muri", quelli degli altri. Quelli Vaticani vanno mantenuti sempre efficienti. - La "Grande Prostituta" di Babilonia, passando per San Gallo s'è poi trasferita a Roma: da più di 5 anni. - Speriamo solo che Maria di Nazareth, riesca ancora a "trattenere la mano appesantita" di suo Figlio.

Luigi Farinelli

Dom, 11/11/2018 - 11:07

Ecco dove Bergoglio sta portando la cristianità. I massoni ("fratelli 3 punti") si firmano così esaltando i 3 chiodi che hanno trafitto Gesù. Negli ultimi tre gradini iniziatici (dei 33 per diventare Grande Maestro, altro numero simbolico chiaro) l'adepto rinnega il battesimo, maledice Dio, infine dichiara Lucifero (Satana: il Serpente biblico) come vero portatore di luce per l'umanità. La massoneria contesta il Dio biblico del "crescete e moltiplicatevi", da cui la lotta alla natalità (vedi Catari) raggiungibile con libertinismo sfrenato, aborto, distruzione della famiglia naturale e ideologie panteiste come "Gaia" per incolpare l'uomo di impedire lo sviluppo del "pianeta vivente" inventando il riscaldamento antropico per incentivare aborti e de-natalizzazione. La "religione universale" a cui ci si riferisce in articolo è quella sincretista massonica: il Pensiero Unico laico razionalista (illuminista) anticristiano che ci sta dominando.

baronemanfredri...

Dom, 11/11/2018 - 12:10

AVETE SCOPERTO L'ACQUA CALDA? VI POTREI DARE NOMI E COGNOMI DI VESCOVI E ARCIVESCOVI CHE HANNO FATTO PARTE DELLA MASSONERIA, UNO ERA IMPORTANTISSIMO E POTENTISSIMO. NON E' UNA NOVITA'. OGGI CI SONO PRETI O ALTI PRELATI, COME SI SUOL DIRE, CHE FANNO PARTE DELLA MASSONERIA. PARLO DA CATTOLICO.

MgK457

Dom, 11/11/2018 - 12:30

Bergoglio è ateo.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 11/11/2018 - 12:34

Vanno a braccetto da secoli.

Dinobozen

Dom, 11/11/2018 - 12:35

Che “sollievo” leggere su a una rispettabile testata nazionale, fondata sulla libertà di pensiero ed economica, articoli da Santa inquisizione, gretti e meschini. Ma ancor di più i commenti da mentecatti che sono seguiti...... credo che sia l’“Illuminato” e “saggio” estensore dell’articolo, che gli estensori dei “commenti” dovrebbero tornare al “catechismo”....riguardare i valori e principi fondanti il cristianesimo .... vergognatevi avete la presunzione di essere migliori del Santo Padre.... siete voi il male del secolo, ciò che rovina il dialogo e fomenta i fondamentalismi.... riflettete, studiate e poi commentate Donato

PaoloPan

Dom, 11/11/2018 - 12:42

La massoneria ama Bergoglio: https://www.marcotosatti.com/2017/04/09/lamore-straordinario-della-massoneria-per-il-pontefice-uno-studio-documenta-una-storica-prima-volta/

PaoloPan

Dom, 11/11/2018 - 12:59

Si avvera la profezia della Vergine Santissima a La Salette: "Roma perderà la fede e diventerà la sede dell'anticristo." E' così chiaro che la falsa chiesa di Bergoglio ha perso la fede in Gesù Cristo. Si sono messi a dialogare con tutti, abbattendo muri e costruendo ponti con i nemici della Chiesa di Cristo, soprattutto con Satana. Solo il malefico e geniale principe delle tenebre può pensare di "conciliare gli opposti".

Tobi

Dom, 11/11/2018 - 13:35

«Cari fratelli massoni» ... non fate i ...

Tobi

Dom, 11/11/2018 - 13:40

«Abbattiamo i muri, costruiamo ponti». Se vuoi costruire ponti devi chiamare i muratori, ma solo quelli veri. Non devi invece accompagnarti con l'ordine dei liberi muratori. Questi ultimi costruiscono ponti verso l'inferno.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Dom, 11/11/2018 - 13:52

Riccardo Cascioli dovrebbe spiegarci in cosa consiste il "carattere satanico del progetto massonico". La Massoneria non ha mai proibito libri, nè acceso roghi; non è atea, non incita alla violenza, predica l'osservanza della Legge e divulga la tolleranza e il rispetto verso chi la pensa in modo diverso. Si può dire lo stesso per la Chiesa? Scaricatevi il Catechismo Cattolico e vedrete che la parola "democrazia" non appere neppure una volta. Il fatto è che la Chiesa ha sempre preteso di avere il monopolio della spiritualità e non tollera concorrenti; per questo le continue scomuniche e codanne nei confronti dei massoni. Che poi la Massoneria sia diventata una potenza economica e politica è un altro paio di maniche, pure la Chiesa possiede un potere politico e finanziario impressionante, sebbene Gesù abbia detto: "Beati i poveri".

venco

Dom, 11/11/2018 - 14:00

A me Bergoglio ha fatto riscoprire la fede cristiana che è tutto il contrario di quel che dice e fa.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 11/11/2018 - 14:05

Ormai ci tocca pure vedere preti e grembiulini a braccetto. La demolizione della religione cattolica da parte del pampero e della sua cricca viaggia a passo spedito.

Lotus49

Dom, 11/11/2018 - 15:08

LA NUOVA RELIGIONE: Gesù: "Lasciate che i bambini vengano a me". Bergoglio: "Appunto, e i bambini indossano il grembiulino!"

Lotus49

Dom, 11/11/2018 - 15:41

I NEO-COMANDAMENTI - Non avrai nessun Dio - Non nominare il nome dell'Euro invano - Ricordati di santificare l'Olocausto - Onora il Genitore Uno e il Genitore Due e, se c'è, anche il Genitore Tre - Non respingere - Non esistono atti impuri - Non rubare se non sei migrante - Non dire vera testimonianza - Non desiderare la donna d'altri (ma solo l'uomo) - Non spacciare la roba d'altri

edoardo11

Dom, 11/11/2018 - 16:22

Vi ho scritto di non mescolarvi con chi si dice fratello, ed è impudico o avaro o idolàtra o maldicente o ubriacone o ladro; con questi tali non dovete neanche mangiare insieme. (Lettera ai Corinzi di San Paolo)

Ritratto di falso96

falso96

Dom, 11/11/2018 - 17:14

Adesso dovrà pagare 5 miliardi di IMU, l'unica fede che ha è in TRIA.

Cheyenne

Dom, 11/11/2018 - 17:18

Chiesa, Massoneria e Rotary sono le tre facce di una stessa cosa. Tutte e tre legate al demonio. Ravasi o ci è o ci fa. La dimensione comunitaria è una fandonia tanto è vero che il potere dei Venerabili è assoluto, la beneficenza è quella di soros, la lotta al materialismo è di facciata, la dignità umana non è praticata, la conoscenza reciproca è solo tra gli adepti delle tre consorteri.Quasi tutti i rotariani sono massoni come molti vescovi e cardinali.

Dinobozen

Dom, 11/11/2018 - 17:58

Chayenne tu si che sei un dritto ..... ed uno che sa tutto.... ti invidio.... beato te.....

tosco1

Dom, 11/11/2018 - 18:37

Da Ravasi non me l'aspettavo, ma tant'e' che ormai e' evidente la situazione. Le dimissioni di Ratzingher, tuttora vivo, sottintendevano la necessita' delle organizzazioni di potere mondialiste,ormai note, di piazzare a San pietro, con o senza l'approvazione dello Spirito Santo, un Papa con certe caratteristiche ;quali? Esattamente quelle che ha Bergoglio: debole in dottrina della Fede, diplomato in Chimica, e quindi esperto di tutte le alchimie del potere, di Carattere, autoritario, rude, bizzarro nelle sue idee strane dei diritti dei popoli, rinunciatario sui dogmi che rappresentano la nostra identita' cristiana. Potremmo continuare a lungo, ma ,io penso che, quando quelli hanno fatto fuori il vero Papa,avevano gia' in mente Bergoglio,altro che Cappella Sistina e Spirito Santo.

venco

Dom, 11/11/2018 - 18:40

La massoneria è una mafia mondiale che punta alla sottomissione dei popoli, gia siamo in parte sottomessi dalla grande finanza in mano a questi che speculano sui debiti pubblici degli Stati

Luigi Farinelli

Dom, 11/11/2018 - 18:46

@ Cheyenne 17:18: quelli da lei citati sono dati di fatto praticamente incontestabili. il Rotary è l'anticamera della massoneria e la massoneria è l'anticamera del nuovo ordine mondiale, paventato in primis da papa Benedetto XVI ma ormai delineato, all'ombra del Pensiero Unico, del sincretismo religioso e dall'assenza di scrupoli morali nell'attaccare i principi naturali: Il Grande Oriente governa Bruxelles, per ammissione unanime di massoni conosciuti, impegnata a distruggere ogni retaggio cristiano della cultura europea demonizzando il medioevo a favore dell'Illuminismo: ma uno stuolo di Storici con le palle, a scorno della massoneria, sta uscendo dalle catacombe per riaffermare le vicende come furono ed evidenziare la Grande Mistificazione.

Tranvato

Dom, 11/11/2018 - 19:11

Avete avuto il potere di scacciare i demoni in nome di Cristo, non di dialogare con loro! Pensate di essere più forti di Lucifero? Presuntuosi: Salmi 18,14 Anche dall'orgoglio salva il tuo servo perché su di me non abbia potere; allora sarò irreprensibile, sarò puro dal grande peccato. Prima gli accordi con il regime ateo di Pechino, ora l'apertura al dialogo con la Massoneria... Inferi non prevalebunt, per quanto vi vogliate adoperare in tal senso.

treumann

Mar, 13/11/2018 - 19:03

A tanto siamo arrivati: che Dio ci salvi, ma veramente, non per modo di dire.

Atlantico

Gio, 15/11/2018 - 11:21

Pare impossibile leggere, nell'anno 2018, di "carattere satanico del progetto massonico". Cascioli parla di cose sulle quali è impreparato. Dovrebbe leggere nel codice canonico il vecchio canone 2335 e poi il nuovo testo del canone 1374 ( nel 1983 ) che non parla di massoneria né di scomunica ma di "peccato grave". Cascioli e quelli che la pensano come lui si immaginano i cattolici come dei minus habens cui deve essere detto quali partiti votare, quali associazioni frequentare, e magari anche che la pedofilia è un peccato grave ma non da scomunica come l'essere massoni. P.S.: non sono massone ( ma ne conosco alcuni e li stimo ), sono cattolico ma penso con la mia testa e ascolto più volentieri Gesù che non i Cascioli di turno.