L'integrazione di Riace? Fermato 30enne nigeriano

Riace: l’isola felice. Che non c’è! Solo pochi giorni fa, Mimmo Lucano, primo cittadino del comune ionico reggino famoso per il ritrovamento dei due guerrieri in bronzo più conosciuti nel mondo, sindaco calabrese più stampato negli USA, uno fra i primi 50 uomini più potenti del mondo secondo la rivista Fortune, unico fra gli italiani, aveva osannato i "nuovi" cittadini del suo paese. Quegli immigrati a cui sono stati consegnati lavoro, casa e amicizia. E, tanto per fare titolone, ne aveva tracciato un profilo altissimo di rettitudine morale, rispetto delle leggi, convivenza pacifica con i nativi. Ormai pochi e subordinati.

Ops! È di queste ultime ore la notizia di cronaca. Nera. Desmon Jhon, nome tipico della nuova popolazione riacese, ma di nascita nigeriana, trentenne, di sesso maschile, militesente, ospite pagato e rimborsato dallo Stato italiano, residente fra le accoglienti pareti di un’associazione del posto, fruitore dal settembre 2015 dei benefeci di tutela e sicurezza per i rifugiati politici e i richiedenti asilo ha ferito a sangue un volontario, della stessa associazione che lo ospita assieme ai suoi connazionali, con il preciso intento di rapinarlo.

Non contento del danno già arrecato, e dei reati già commessi, il riacese di nuova concezione, si è scagliato anche contro i carabinieri accorsi sul posto in seguito ad una chiamata d’emergenza. Delle due, una: o il sindaco è un ottimista, o a delinquere non sono, in quelle contrade, solo i tanto disprezzati calabresi. Il problema è che, nonostante il tamtam della comunicazione, siano in molti, anche fra gli amministratori locali, a chiedere il silenzio sull’accaduto.

Anzi, c’è già chi, amministrando da quelle parti si è affrettato a farsi fotografare con qualche plotoncino di africani. Quasi a cercare un posto in quella classifica americana, prima ignorata, oggi agognata. Così facendo si corre il rischio, però, di indossare la casacca di quell’ipocrita buonismo che ha soffocato la vera bontà e spalancato i cancelli alla dabbenaggine e alla superficialità. Convivere non significa consegnarsi, ma, offrire la propria solidarietà a chi realmente ne abbia bisogno.

Commenti

mare_vostrum

Ven, 08/04/2016 - 18:10

mandiamolo a fare il sindaco a tripoli sto coxxxone

ziobeppe1951

Ven, 08/04/2016 - 18:23

Non c'è niente da fare, l'unica legge che conoscono è quella del coltello..diffidate sempre dei negri

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 08/04/2016 - 18:28

Godeteveli. Sono tutti vostri Molice Linyi Shandong China

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 08/04/2016 - 19:04

SSSSSS!! Cosa scrivete??? SUBITO DIECI CAMION DI SABBIA!!! VIA VIA INSABBIARE il BUONISMO INSABBIA, NON INSEGNA!!!lol lol Se vedum.

asalvadore@gmail.com

Ven, 08/04/2016 - 19:22

Benvenuti all'Afritalia del vicino futuro.

filder

Ven, 08/04/2016 - 19:42

Conoscendo bene Riace e dintorni posso assicurare che la storia del buon samaritano e' piu' o meno paragonabile a quella di Pinocchio con i zecchini d'oro che crescevano sull'albero delle meraviglie, la storia di Riace e' a mio parere tutt'altra in quanto i Riacioti abbandonato il borgo vecchio meta tra l'altro di pellegrinaggi alla chiesa di San Cosma e Damiano si sono trasferiti nelle piu' comode abitazioni al mare lasciando le vecchie ma ancora ottime dimore ed e' qui che l'astuto sindachello che qualcuno vorrebbe eregere sugli altari di beatificazione si ha voluto dedicare ai poveri emigrati che a quanto risulta farebbe guadagnare un sacco di quattrini come ad es: fanno le coperative rosse essendo anche Lui primo cittadino un agguerrito devoto dei discendenti di Stalin, lascio ad altri di valutare l'opera che realmente svolge a gli occhi del mondo il moderno San Martino.

Una-mattina-mi-...

Ven, 08/04/2016 - 21:16

SOLITO VITELLONE PASCIUTO senza arte nè parte, uno dei tanti russatori recidivi stazionanti sui piumati gratuiti ed immeritati materassi, oziatori professionisti, boldrinamente fieri, predatori prepotenti, dalla lacrima facile e dallo sguardo languido a comando

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 08/04/2016 - 21:53

OK filder 19e42 TUTTO ESATTO!!! Saludos cordiales dal Nicaragua.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 08/04/2016 - 23:24

Questi li difendono perché ci mangiano!

moichiodi

Sab, 09/04/2016 - 14:18

Un italiano può essere fermato e un nigeriano no?

rosarnese

Dom, 10/04/2016 - 00:53

a Riace fittano le loro case abbandonate lucrando sui poveri disgraziati che sono al massimo 200 persone. A Rosarno da decenni le nostre mamme e nonne cucinano per migliaia di immigrati. Riace è un modello di integrazione mentre Rosarno è un covo di razzisti. A Rosarno arrivano tutti a speculare sui poveracci e dopo scappano. Persino il mitico Odevaine, braccio destro di Carminati, aveva la sua organizzazione con il suo ufficio a Rosarno.

justic2015

Dom, 10/04/2016 - 03:17

Un sindaco ipocrita per conto mio questo individuo andrebbe investigato per vedere quanti soldi a messo da parte con la scusa dei profughi e quanto rubba attualmente mi sbagliero` forse.