L'inviata di Matrix aggredita in diretta alla stazione Termini

Momenti di tensione in diretta in apertura della puntata di Matrix dedicata proprio alla sicurezza nelle grandi città

Momenti di tensione in diretta in apertura della puntata di Matrix dedicata proprio alla sicurezza nelle grandi città. Appena Nicola Porro si collega, intorno alle 23,30, con la sua inviata alla Stazione Termini di Roma, per documentare la situazione dei bivacchi che la popolano la notte, Francesca Parisella ha giusto il tempo di iniziare il collegamento per poi avvertire "ci hanno aggrediti". La camera ondeggia, si capisce che la giornalista e l'operatore stanno fuggendo e la voce della cronista sale di tono sino a trasformarsi in un vero e proprio urlo di paura. Qualche minuto dopo, Porro da studio spiega che "Francesca è sconvolta ma sta bene. Hanno distrutto la telecamera e malmenato l'operatore. Uno come quello di questa sera Non dovrebbe essere un reportage in zona di guerra. Grazie a un tassista, se no sarebbe finita molto peggio". Versione confermata dalla stessa Parisella, al telefono, poco dopo: "Eravamo a distanza per raccontare che tipo di accoglienza possiamo dare, si sono infastiditi e ci hanno aggrediti. Mi hanno rincorsa e preso per la giacca", spiega la giornalista.

Commenti

cgf

Gio, 04/05/2017 - 01:27

le risorse...

Keplero17

Gio, 04/05/2017 - 04:08

Ma forse è una percezione che ci siano queste aggressioni, si tratta di reati percepiti in quanto sono in diminuzione.

monadista

Gio, 04/05/2017 - 04:38

Cit. "Uno come quello di questa sera non dovrebbe essere un reportage in zona di guerra"... E' come la differenza che passa fra l'attraversare una strada di giorno o di notte: il fatto che di notte una strada non sia trafficata non significa che la si possa attraversare ad occhi chiusi, senza guardare. La stazione Termini a quell'ora avrebbero dovuto considerarla ambiente ostile, come fosse una zona di guerra, altrimenti non si sarebbe sentita la necessità di andar lì per riportare la testimonianza di una zona abbandonata al degrado e al bivacco. Questo episodio rappresenta la sintesi dell'incoscienza mista stupidità tipica italiana. Poi si ringrazia il tassista, perché altrimenti sarebbe finita peggio: ma poteva finire peggio anche per il tassista, evidentemente alterato, e che avrebbe potuto pigliarsi una mazzata nei denti per colpa loro. Un minimo di responsabilità bisognerebbe averla, manco quella. Che paese di fulminati!

curatola

Gio, 04/05/2017 - 05:53

hanno fatto bene :questo giornalismo rompipalle va scoraggiato. Per indagare ci sono i poliziotti e poi la legge sulla riservatezza. Chi vuol spiare corra i suoi rischi.

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 04/05/2017 - 06:59

Non siamo più padroni a casa nostra. Povera Italia. Regards

Popi46

Gio, 04/05/2017 - 07:19

W il Bronx

Ritratto di unononacaso

unononacaso

Gio, 04/05/2017 - 08:10

I poliziotti dov'erano? Una televisione senza un'adeguata sicurezza a me sembra qualcosa di assurdo.

fabiano199916

Gio, 04/05/2017 - 08:23

e dov'è il video? se è stata aggredita in diretta sarà stato registrato...

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 04/05/2017 - 08:58

Se si puliva casa era meglio.

sbrigati

Gio, 04/05/2017 - 09:06

Un'altra volta fate accompagnare la giornalista da qualche politico, tipo Librandi, o la Boldrini, od Alfano, ma senza scorta di nessun tipo, poi vediamo se cambiano opinione sulla sicurezza delle nostre città.

Aleramo

Gio, 04/05/2017 - 09:43

La stazione Termini è ormai un suk del terzo mondo.

Fjr

Gio, 04/05/2017 - 09:46

Se non ci fosse stato il tassista, ma la stazione Termini non ha la Polfer che dovrebbe presidiare e scongiurare simili fatti , allora chi arriva in treno cosa deve fare?evitare certi orari per non disturbare le risorse?oppure munirsi di un bodyguard per arrivare almeno al taxi?la zona di guerra non deve esserci e così come è stato fatto in centrale a Milano va fatto anche a Termini e in tutte quelle stazioni ormai diventate territorio di soacciatori etc etc

GioChi

Gio, 04/05/2017 - 10:00

E' naturale che chi fa un lavoro tipo il giornalista/reporter (non quello che se ne sta comodamente seduto in ufficio o nei Salotti) dovrebbe mettere in conto anche queste cose. Però dissento da un ragionamento simile... è come dire "visto che ci sono i ladri; i ladri rapinano le banche; allora chiudiamo le banche". Se quella zona è considerata "ostile" o degradata, dovrebbe essere pattugliata o quantomeno avere un presidio... non si possono relegare dei "reietti" della società (per toglierli alla vista dei passanti o turisti nelle zone bene) a zone periferiche e perdere la sovranità/legalità di parti del territorio. Il problema non si risolve nascondendo la polvere sotto il tappeto.

aldoroma

Gio, 04/05/2017 - 10:03

la risorsa della nostra nazione...grazie PD

evuggio

Gio, 04/05/2017 - 10:16

azioni fasciste; minimizzate, coperte e spalleggiate dai fascisti di sinistra.

clamajo

Gio, 04/05/2017 - 10:18

Questo paese sta diventando una fogna.....

BeerBante

Gio, 04/05/2017 - 10:35

Quando l intollerabile diventa tollerato.... è questa l italietta di oggi!

Garganella

Gio, 04/05/2017 - 10:35

monadista: domanda, secondo te bisogna condannare il degrado o chi lo denuncia? ciaparat!

manente

Gio, 04/05/2017 - 10:36

Perché non dite chi li ha aggrediti ? O forse vale anche per il Giornale la "direttiva" non scritta emanata dal governo di non dare pubblicità mediatica ai crimini commessi dai clandestini ?

diemme62

Gio, 04/05/2017 - 10:45

Aspettiamo il kompagno che ci spieghi che "solo 1/3 dei carcerati è di origine straniera", e che - citando Alfano - non è ancora stata provata una relazione fra l'immigrazione e l'aumento di reati

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 04/05/2017 - 11:25

#monadista & curatola La Sezione, proprio come la noblesse, si sa , "oblige". Auspicabile che in un prossimo futuro,di notte, tocchi a voi visitare, non con una telecamera ma con una semplice valigia in mano, quella variopinta e multiculturale tortuga in cui l'esecutivo democratico ha trasformato una stazione ferroviaria di primaria importanza logistica.

Ritratto di Joker2

Joker2

Gio, 04/05/2017 - 11:31

Chi ha accusato falsamente o fatto dichiarazioni fuorvianti in tal senso, deve essere denunciato per procurato allarme e di calunnie, per aver sobillato ed aizzato ai disordini altre persone a rivolte di piazza ! Indubbiamente, la finalità è stato quella di contrastare e sviare i controlli, usando come espediente e movente quella morte accidentale del loro connazionale e il tutto per riaffermare e difendere le loro attività illecite! Delinquenti e criminali,loro e chi li difende!

Ritratto di dido

dido

Gio, 04/05/2017 - 12:25

In redazione dovevano saperlo che prima o poi.....

Tarantasio

Gio, 04/05/2017 - 13:30

ma a roma avete la raggi, beati voi...

chebarba

Gio, 04/05/2017 - 14:01

quello che mi reoccupa al di la delle dichiarazioni forti o di chi giustifica dicendo che si sa che la stazione è pericolosa, CHE LA NOTTE IN STAZIONE C'E' GENTE CHE VIAGGIA E CHE LAVORA, ADDETTI ALLE PULIZIE, ADDETTI ALLE FERROVIE, TASSISTI ECC ECC CHE COSA DOVREBBERO FARE SE SUL DEGRADO NON SI INDAGA (GIORNALISMO E PUBBLICA SICUREZZA) E NON CI SI METTE RIPARO?

chebarba

Gio, 04/05/2017 - 14:04

diemme62 HAI RAGIONE SOLO CHE ALFANO NON LAVORA IN TRIBUNALE, CHI CI LAVORA I NUMERI LI CONOSCE PERFETTAMENTE E SA CHE COSTORO MENTONO SAPENDO DI MENTIRE, TRA L'ALTRO LA GIUSTIZIA PENALE ARRANCA ANCHE GRAZIE AL MOLTIPLICARSI DEI REATI DA PARTI DI SOGGETTI NELL'ORDINE EST EUROPA, COSTA NORD AFRICANA, MEDIO ORIENTE E IN ULTIMO, AFRICA NERA

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 04/05/2017 - 14:19

Continuando ad IMPORTARE sta FUFFA la situazione potra solo peggiorare, meno male che ho deciso di andarmene 18 anni fa!!! AMEN.

pastello

Gio, 04/05/2017 - 14:25

E la cattocomunista sotto mentite spoglie cosa fa? Due passi sui tetti ?

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 04/05/2017 - 14:41

Tarantasio Gio, 04/05/2017 - 13:30 ...."Ma a roma avete la raggi, beati voi"dice Tarantasio.Ed io aggiungo "..A milano avete Sala che vi fa i cerchioni.E a Torino avete l'Appendino che vi fa i pedali..Avete voluto la bicicletta?Votate ancora Pd e 5 stalle....Quindi?Pedalate.

gbgiangi

Gio, 04/05/2017 - 16:26

Beh dai ora i comunisti hanno fatto la legge sulla difesa personale a casa e di notte ma solo dopo le 3.18 si può sparare, ma non si possono dire parolacce eh!!!! si spara ma con eleganza, in effetti davanti ci sarà una risorsa italiana eh !!! il nostro futuro eh!!! ragazzi senza l'accoglienza senza ste risorse ma vi rendete conto dove saremmo finiti????????

amledi

Gio, 04/05/2017 - 16:33

"Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!". Ormai per la nostra martoriata e cara patria non c'è più speranza. Siamo arrivati al punto di non ritorno e purtroppo tanti, troppi Italiani fingono di non accorgersene.

Ritratto di nando49

nando49

Gio, 04/05/2017 - 17:46

Per quelli del PD è tutto nella norma, anzi forse la giornalista ha disturbato qualche clandestino che magari stava riposando dopo avere fatto ore di fila per votare alle primarie del PD. Anche a Milano, dopo il sevizio di "Striscia" alla Stazione Centrale dove spaccio e ricettazione sono lì da vedere, il PD ha protestato per non essere stato avvisato. Ma gli assessori del PD hanno avvisato le forze dell'ordine sulla situazione alla Stazione centrale?

Anonimo (non verificato)

evuggio

Gio, 04/05/2017 - 18:46

Liprandi, insisti che fra un po' la delinquenza diminuirà davvero perchè una consistente percentuale di "risorse" morirà..... dal ridere

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 04/05/2017 - 19:10

inutile commentare tempo perso, su 5 commenti te ne approvano 1.

routier

Gio, 04/05/2017 - 20:02

Se una nazione non ha il controllo del suo territorio si può ancora chiamare "Stato"?

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 05/05/2017 - 08:01

è solo percezione...i reati sono diminuiti,lo dice anche Librandi....

routier

Ven, 05/05/2017 - 09:12

INCREDIBILE! C'è ancora qualche sprovveduto che condanna i cronisti per la loro imprudenza, al posto di condannare il degrado e chi lo tollera.