Con la liquidazione compra e spaccia droga

Era rimasto disoccupato e si è inventato un nuovo lavoro

E’ stato arrestato un 22enne che, dopo aver perso il lavoro come magazziniere, ha impiegato la liquidazione in acquisto di stupefacenti. Non per se stesso, ma da rivendere e potersi creare così un nuovo lavoro. Il ragazzo, residente a Cremona, è stato arrestato dopo un normale controllo stradale svolto dai carabinieri. Gli agenti hanno scoperto nascosti sotto il sedile dell’auto 50 grammi di hashish, 50 di marijuana, 3 pastiglie di anfetamina e 2 di ecstasy. Per non farsi mancare nulla anche 50 grammi di ketamina. Insomma, un vero e proprio negozio dove poter comprare ogni tipo di droga. Portato in commissariato e interrogato, il giovane ha confessato di aver investito la sua liquidazione nell’acquisto di stupefacenti da poter rivendere. Ha raccontato agli agenti di non essere riuscito a trovare un altro lavoro e ha pensato bene di crearne uno. Peccato che la nuova occupazione non fosse legale.

Ha aperto una specie di supermercato della droga in via Giuseppina, rivolto soprattutto a ragazzi e frequentatori di discoteche. Ulteriori indagini degli agenti hanno però rivelato un traffico ben più importante e duraturo. I controlli di casa, telefono e computer appartenenti al 22enne, indicherebbero un lavoro antecedente il licenziamento. La liquidazione sarebbe sì servita per acquistare sostanze illegali, ma su ordinazioni ben precise fatte da un ingente numero di clienti. I carabinieri stanno comunque svolgendo ulteriori indagini. Intanto il ragazzo è in stato di arresto e nei prossimi giorni verrà probabilmente rintracciata anche la clientela del giovane.

Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 29/11/2018 - 11:48

e dopo dicono che mancano le IDEE..... guarda quà

Malacappa

Gio, 29/11/2018 - 14:03

Uno non puo' mettersi in proprio

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 29/11/2018 - 14:16

Comportamento onesto, da vero imprenditore senza truffare il prossimo per rubare i soldi. Care banche prendete esempio senza truffare i correntisti.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 29/11/2018 - 14:24

---vista l'attitudine poteva aprirsi un negozio di ganja legale--ce ne sono già circa 400 in italy e fanno affari d'oro---sicuramente arriverà a breve il fisco a rompere le balle --così come è accaduto con le siga elettroniche-

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 29/11/2018 - 14:49

la capitale economica si rafforza sempre di più, ai patani non interessa il come a loro interessa sapere il quantum economico tutto fa commercio, ormai hanno le "piazza" più grandi d'europa!