L'Isis minaccia il Vaticano: "C'è la data X per l'attacco"

Intelligence e Antiterrorismo in allerta per gli avvertimenti dei jihadisti in vista dell'apertura dell'anno santo

Il Giubileo è ormai alle porte. Papa Francesco si appresta ad aprire la Porta Santa il prossimo 8 dicembre, data in cui comincerà l'anno santo. Ma sulle celebrazioni, che dureranno un anno, incombe l'ombra del terrorismo di matrice jihadista. Più di una volta, come ricorda il Tempo, l'Isis con i suoi comunicati sul web ha messo nel mirino il Vaticano. L’immagine più inquietante è quella sulla copertina di Dabiq, il magazine online dello Stato islamico, dove sull’obelisco di piazza SanPietro è issata la bandiera nera dello Stato Islamico. Ma ad allarmare di più l'intelligence è un ebook, pubblicato lo scorso aprile, in cui i miliziani e le cellule terroristiche annunciavano la presa di Roma sette mesi dopo, ovvero proprio nel dicembre del 2015, mese in cui si aprirà proprio il Giubileo. Da lì, spiegano i terroristi nelll’ebook "comincerà un nuovo percorsoperl’Islam e per coloro che credono in questa religione o decidono di convertirsi. Per gli altri sarà l’Armageddon.

I fratelli che vivono in Europa hanno poco tempo per preparasi,«perchéentro 7mesi arriverà l'Anticristo". Parole queste già note, ma che adesso, secondo le indagini dell'Antiterrorismo suonano come sinistre, soprattutto dopo l'annuncio di Papa Francesco di voler celebrare un anno santo straordianario. La data "x" dunque resta quella dell'8 dicembre 2015. Tra le immagini agghiaccianti che hanno affollato le scrivanie degli inquirenti dell'Antiterrorismo, ci sono le foto postate a fine agosto da un account Twitter, poi rimosso, in cui si vedono Roma e piazza San Pietro a ferro e fuoco, mentre la terribile bandiera nera dello Stato islamico sventola sulla città eterna. Segnali inquietanti a cui va data una ferma risposta sul fronte della sicurezza.

Annunci

Commenti
Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Mar, 15/09/2015 - 08:36

Quando si dice "intelligence". Cominciano a capire anche loro quanto noi noi della Comunità Facebook "E' guerra tra civiltà?" paventiamo da mesi, ipotizzando anche con commenti in questo forum modi di operare stragisti, ad esempio lanci con mortai di granate chimiche, la cui prevenzione richiederebbe un controllo capillare del territorio per un raggio di alcuni chilometri.

ben39

Mar, 15/09/2015 - 09:01

Anche nelle Centurie del veggente Nostradamus viene accennato al Giubileo e ai suoi pericoli. Basta leggere l'interprete Renuccio Boscolo e i suoi siti in rete.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mar, 15/09/2015 - 09:10

Quando l'ondata di musulmani, che il Papa auspica per ringiovanire l'Europa, accenderà la miccia sotto il Vaticano, Francesco griderà: Vade Retro! Ed un nugulo di gommoni celesti riporterà gli islamiti nelle loro terre d'origine. Allora vedrete, se non ha ragione.

paolonardi

Mar, 15/09/2015 - 09:12

In medicina si insiste fermamente e giustamente sulla prevenzione piuttosto che sulla cura. Ritornello ripreso dalle industrie di latticini con yogurt con nomi di fantasia e in latino scorretto, mozzarelle senza lattosio, dalle produttici di insaccati senza grassi, dalle industre olearie che combattano il colesterolo. Finito l'inciso parliamo della minaccia Isis; la soluzione e' prevenire attuando in maniera forte e totale le loro minacce sul loro territorio.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 15/09/2015 - 09:20

In questo periodo storico credo non sia opportuno celebrare un giubileo straordinario.

Ritratto di Situation

Situation

Mar, 15/09/2015 - 09:30

ma MAGARI!!!!!! sarei dispiaciuto solo per la distruzione di opere d'arte. Però vorrei spiegare il mio MAGARI: magari, perché se davvero l'ISIS facesse un bel attentatone tipo Torri Gemelle in Piazza San Pietro sarebbe la volta buona che il mondo civile si sveglierebbe e si toglierebbe il problema dell'ISIS e per sempre in due settimane. Non dimenticate la vicenda Moro che fu talmente ecclatante che decretò in 4 mesi l'inizio della fine delle Brigate Rosse

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 15/09/2015 - 09:30

magari sono proprio le famiglie che ha ospitato.

primair

Mar, 15/09/2015 - 09:53

NON DIMENTICATE SIAMO STATI MINACCIATI !! SPERO NON SUCCEDERA'MAI ! LA SBOLDRINI NE DEVE RISPONDERE PERSONALMENTE!

gneo58

Mar, 15/09/2015 - 09:58

a volte i campanelli devono suonare molto forte per svegliare chi dorme di un sonno profondo.

paco51

Mar, 15/09/2015 - 10:21

se l'è cercato! L'itaglia non è in grado di difendere sè stessa: figuriamoci il Vaticano! Per i giovani: andate in Australia o Canada!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 15/09/2015 - 10:39

E' solo questione di tempo... poi succederà!

potaffo

Mar, 15/09/2015 - 10:48

Suonerà un po cinico, ma forse é l'unico modo perchè qualcuno apra veramente gli occhi sulla situazione in cui ci troviamo. La guerra é alle porte, e tutti quelli che arrivano qui non sono amici. L'Italia deve sfilarsi dalle alleanze che hanno portato solo guai ed organizzarsi per difendere il proprio territorio e i cittadini.

Ritratto di che_gue

che_gue

Mar, 15/09/2015 - 10:49

ascoltate il profeta pajasu!!

Ritratto di acroby

acroby

Mar, 15/09/2015 - 10:51

Visto come hanno distrutto tesori archeologici inestimabili in medio oriente non avranno nessuna remora a colpire san Pietro purtroppo. Forse bergoglio e i sinistri calabraghe si sveglieranno ma sará troppo tardi

Jimisong007

Mar, 15/09/2015 - 11:08

Putin Aiutooo!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 15/09/2015 - 11:17

Se e quando succederà dovremo ringraziare gli sforzi congiunti di governo e Vaticano tesi, con le attuali demenziali politiche, a catalizzare la deflagrazione jihadista nel nostro paese.

Ritratto di mina2612

mina2612

Mar, 15/09/2015 - 11:21

A che cosa serve un Giubileo straordinario, al di fuori delle date canoniche, se non per far entrare in Italia chiunque voglia arrivarci? Perchè Bergoglio ha avuto tanta fretta di indirlo dopo che ha ricevuto le reali minacce di devastazioni da parte degli amici 'musulmani'?

Efesto

Mar, 15/09/2015 - 11:22

Le notizie di dabiq e del web islamico sono sicuramente fanfaronate. Tuttavia l'Italia deve dimostrare pugno di ferro con capacità reattiva limitando la libertà delle associazioni contrarie al nostro stile di vita. I Crocefissi vanno mantenuti nelle scuole e se all'islamico non va, se ne vada lui. Nessuno gli impedisce di mantenere la sua religione ma non interferisca nelle nostre tradizioni. Così pure per il presepio ed altre manifestazioni di tradizione. Questo già fermerebbe l'ardore sacro della conquista del piane da parte di questi incivili.

Alessio2012

Mar, 15/09/2015 - 11:27

Se succedesse il Papa darebbe la colpa agli italiani, anche stavolta!

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Mar, 15/09/2015 - 11:34

La conquista di Roma è una barzelletta, un probabile attentato in Piazza San Pietro è invece una cosa seria. Tutte le nazioni europee hanno subito attentati, all'appello manca solo l'Italia... e la statistica parla chiaro, prima o poi accadrà anche da noi. Pare che la prevenzione non interessi a nessuno, men che meno al Vaticano che pare stia cercando volontariamente il martirio, a quale pro non è dato sapere.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mar, 15/09/2015 - 11:43

per la basilica mi dispiacerebbe....ma per tutto il baraccone di ipocriti e falsi porporati, sarebbe una goduria. il don checco delle pampas continua ad aprire bocca e dargli fiato.ogni giorno ne spara una più più demenziale dell'altra. L'ultima? i profughi ci vengono a ripopolare l'europa....facendo figli (?) Intanto papocchio, pensa a togliere il divieto di sposarsi a preti e monache. Non l'ha mica detto il tuo Gesù. Negli anni 70 l'Italia aveva 50 milioni di abitanti, oggi più di 60 milioni ti sembrano pochi? La vita si è allungata, e ci sono tanti anziani? Bene si sono moltiplicati per tre generazioni. Questo papa non mi piace, è solo un gran furbastro inutile e dannoso. La chiesa è morta!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 15/09/2015 - 11:45

Purtroppo mi spiace per le opere d'arte, ma non per gli idioti che li hanno appoggiati fino ad ora. Questi faranno sicuramente un casino in San Pietro con la piazza gremita di persone. Comunque c'è un disegno ben preciso di creare caos nella ns. società tramite un processo di deindustrializzazione. trasferimento dell'economia in Asia e un'immigrazione forzata innaturale orchestrata ad hoc dai poteri che tirano i fili da dietro le quinte. Ordo ab chaos.

HopFrog65

Mar, 15/09/2015 - 11:46

L'ISIS minaccia di fare un sacco di cose. Citando un famosissimo film, secondo me sono soltanto "chicchiere e distintivo" e nient'altro. Non aveva forse minacciato di attaccare Milano ed il suo EXPO ? L'unico vero pericolo, per i nostri confini, è rappresentato dal fanatismo di qualche "lupo solitario" che potrebbe farsi esplodere all'interno di un affollato mezzanino della Metropolitana, oppure nel mezzo di una coda per acquistare i biglietti di un concerto di Ligabue ... Abbiamo una INTELLIGENCE, abbiamo la Polizia ed abbiamo le altre Forze dell'Ordine. Evitiamo sensazionalismi privi di fondamento, soprattutto se provenienti da qualche arricchito straccione che, mascherato di nero, si sente potente.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 15/09/2015 - 11:51

.. "incombe l'ombra del terrorismo di matrice jihadista." E se cominciassimo con il dire pane al pane e vino al vino?? la matrice é ISLAMICA ed é completamente idiota continuare a fare distinzioni tra islam buono e islam cattivo! La conquista del mondo e la conversione o la morte per gli infedeli sono scritti nel corano e il corano é uno solo!

agosvac

Mar, 15/09/2015 - 12:00

Francamente non credo che i terroristi dell'isis, sia pure nella loro follia, abbiano il coraggio di colpire San Pietro. In tutto il mondo ci sono almeno uno o due miliardi di cristiani sparsi delle nazioni più tecnologicamente avanzate. Il giorno in cui questi cristiani vedessero distrutto lo stesso simbolo del cristianesimo cioè San Pietro ed il Papa, di sicuro scatterebbe una rivolta completa contro gli stessi Governanti dei loro paesi in modo da costringerli ad intervenire massicciamente contro l'isis. E' molto probabile che il giorno dopo la distruzione eventuale di San Piero sarebbero lanciate sull'isis almeno un paio di bombe atomiche ed addio all'isis per sempre!!!!!

Palladino

Mar, 15/09/2015 - 12:12

ce ne faremo una ragione senza dimenticare di porgere l'altra guancia.

squalotigre

Mar, 15/09/2015 - 12:21

HopFrog65 - saranno solo chiacchiere e distintivo (poi però Capone è finito in galera)e mi auguro con tutto il cuore che non si avverino. Expo non si è ancora concluso e aspetterei prima di gridare alleluya. Non ci vuole Nostradamus e neanche un profeta per credere che prima o poi anche in Italia ci sarà un attentato disastroso perché l'Intelligence e la polizia esistono anche in Francia, in Inghilterra ed anche negli USA; hanno mezzi e uomini anche più preparati dei nostri ma gli attentati ci sono stati ugualmente. Sperare nello stellone non serve. Ci hanno dichiarato guerra anche se Francesco e Matteo Renzi non se ne sono ancora accorti.

Enny33

Mar, 15/09/2015 - 12:33

tutte le profezie si stanno avverando!

pagano2010

Mar, 15/09/2015 - 13:10

e se fosse proprio quello che auspicano le "democrazie" occidentali? non per essere complottista ma per come sta evolvendo il fenomeno migrazione pare tanto ci sia una razionale pianificazione alle spalle...

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 15/09/2015 - 13:11

Caro paolonardi, non si può. All'islam non puoi applicare il principio di precauzione. Lo si potrebbe fare se avessero forma di virus ma, purtroppo, si travestono da sapiens sapiens per fotterci allegramente, consci che la loro mimetizzazione attacca direttamente i neuroni dei babbei occidentali inducendoli in uno stato catatonico buonoide.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 15/09/2015 - 13:15

Enny33, non mi è chiaro se le profezie si stanno avverando o le fanno avverare. Propendo per la seconda ipotesi.

pagano2010

Mar, 15/09/2015 - 13:17

Ricordatevi solo che Bergolgio è un gesuita (ovvero un politico formato nella scuola più evoluta e sofisticata del ns pianeta) e secondariamente è un seguace del culto montanista....

Ritratto di Chichi

Chichi

Mar, 15/09/2015 - 13:19

C’era poco bisogno di conferme. Il buon senso della gente, anche di chi ha una minima infarinatura storica sui rapporti tra Islam e cristianesimo (in pratica la Chiesa cattolica), sapeva che lo tsunami migratorio era un’occasione troppo ghiotta per l’Isis (ma anche per altri settori islamici speranzosi che quest’ultimo faccia bene il lavoro sporco) di piazzare in Italia il maggior numero di cellule dormienti. I soloni di sinistra, soprattutto, sostenevano che quelli dell’Isis «viaggiano in aereo». La domanda ora è come faranno i nostri benpensanti a rintracciare tutte le cellule già pronte e addestrate presenti nel nostro paese. Quand’ero ragazzino e volevo prendere un uccellino, mi dicevano: «mettigli un po’ di sale nella coda».

Un idealista

Mar, 15/09/2015 - 13:49

"Quando vedrete l'abominio della desolazione, di cui parla il profeta Daniele, stare nel luogo santo - chi legge comprenda -, allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, ... Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai avvenne dall'inizio del mondo fino a ora, se mai più ci sarà." Vangelo di Matteo, capitolo 24, versetti 15, 16 e 21.

Ritratto di kikina69

kikina69

Mar, 15/09/2015 - 14:02

Non sono così sicura che se attaccassero San Pietro ci sarebbe una rivolta mondiale dei cattolici. Avete visto il sito archeologico di Palmira? Non mi pare di avere letto chissà quale indignazione a livello internazionale. Eppure il tempio distrutto è pur sempre un bene archeologico di inestimabile valore. Facendo le debite proporzioni e considerato che stiamo subendo una invasione devastante e nonostante questo una buona parte della popolazione continua a votare per quei caxxxri che la difendono, la organizzano e la promuovono (in una parola il partito democratico alias PCI), non nutro molte speranze in una rivolta dei cattolici dei paesi avanzati...

Mobius

Mar, 15/09/2015 - 14:03

Bisogna dirlo chiaro, agli islamici: "Ci tenete proprio a barattare la Mecca con San Pietro?" Ma figuriamoci se Renzi, Alfano e Mattarella ci sentono da quest'orecchio...

Ritratto di kikina69

kikina69

Mar, 15/09/2015 - 14:04

Comunque concordo con Gianniverde..non era questo il momento di fare un giubileo, o meglio, non era il momento ma proprio per questo bergoglio l'ha indetto, fa tutto parte del "piano"

pavarotti

Mar, 15/09/2015 - 15:23

caro papa Francesco ormai e' troppo tardi Dovevi pensarci prima di andare a Lampedusa ....Da quel giorno e' stato l'inizio della fine. Peggio per tutti noi

cicocichetti

Mer, 16/12/2015 - 12:49

Ma se L'isis dovesse uccidere il Papa ( D_o ce ne scampi) in Italia dovrebbe scoppiare la guerra. Io personalmente non sono un cattolico praticante ma se dovesse mai succedere scenderei in strada a massacrare di botte ogni maomettano che incontro.