Livigno, bimbo di 10 anni cade dalla bici in montagna

Il piccolo ha picchiato la testa ed è stato portato all’ospedale di Bergamo in prognosi riservata

Brutta avventura a Livigno per un bambino di dieci anni che è caduto con la bici durante una gita su un sentiero di montagna. Secondo le prime informazioni il piccolo stava facendo un corso di mountain bike in alta Valtellina quando è caduto rovinosamente per terra battendo la testa. E’ stato ricoverato all’ospedale di Bergamo in prognosi riservata. Il fatto è avvenuto martedì 16 luglio verso mezzogiorno su un sentiero della località Carosello 3000 a Livigno.

Il bambino stava seguendo un corso con altri coetanei e con una giuda. Purtroppo, durante una discesa avrebbe preso un sasso e perso il controllo della sua mountain bike, cadendo a terra e sbattendo violentemente la testa sul suolo. Il bimbo è stato immediatamente soccorso dall'accompagnatore e sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i carabinieri di Livigno che stanno indagando su quanto accaduto. La vittima è stata trasportata d’urgenza in elisoccorso all’ospedale papa Giovanni XXIII di Bergamo e ricoverato in prognosi riservata. E’ stato inoltre sottoposto a diversi esami clinici per capire le conseguenze del violento trauma cranico subito.

I carabinieri, dipendenti dalla Compagnia di Tirano, comune in provincia di Sondrio, hanno per il momento sequestrato la mountain bike e il casco indossato dal bambino. Verranno fatti ulteriori accertamenti per capire se la bicicletta e la protezione usate dalla vittima erano idonee e in regola con le varie certificazioni di sicurezza. I militari hanno aperto un’inchiesta. Proprio Livigno è una delle mete prescelte per chi vuole avvicinarsi al downhill, l’uso della mountain bike su diversi tracciati di varia difficoltà e lunghezza. Questa località possiede infatti diversi sentieri idonei per questo sport, rivolto in particolar modo agli amanti della natura, della bicicletta e dell'avventura.