Livorno, disabile sfrattato: anonimo benefattore compra la casa all'asta e gliela restituisce

Un livornese disabile è stato licenziato e sfrattato: un anonimo benefattore decide di comprare la casa all'asta per restituirla gratuitamente all'uomo

È una storia a lieto fine quella che arriva da Livorno: un anonimo benefattore ha comprato la casa di un uomo disabile in difficoltà finita all'asta e glial'ha restituita.

Non si conosce né il nome né il volto del misterioso filantropo di questa vicenda avvenuta a Livorno: vuole restare anonimo "perché quando si fa del bene lo si fa e basta, senza pubblicità, senza altri fini, come un imperativo categorico", ha spiegato. Eppure il suo gesto lo ha fatto diventare famoso in tutta la città.

Tutto è partito da una notizia letta sui giornali: Alessandro D’Oriano, 46enne e disabile al 75% a causa di un encefalite che lo ha colpito da piccolo, ha perso il lavoro per circostanze poco chiare che sono al vaglio dei magistrati. Per la sua invalidità percepisce una pensione da 257 euro al mese, insufficienti per pagare il mutuo una volta perso il lavoro. Così il livornese ha perso anche la casa e per il dispiacere viene colpito da un ictus. Il misterioso benefattore si commuove e decide di fare qualcosa per aiutare l'uomo in difficoltà.

Prima chiama il sindaco Filippo Nogarin, che lo mette in contatto col fratello del disabile. A quel punto, come ha ricostruito Qui Livorno, decide di comprare la casa finita all'asta giudiziaria e di restituirla ad Alessandro in comodato d’uso gratuito fino a che sarà in vita. Il 46enne livornese potrà rimanervi per sempre senza pagare una lira di affitto o, ha assicurato il benefattore, ricomprarla da lui, se un domani vorrà e potrà, per la stessa cifra sborsata all'asta: 37mila euro.

“Un gesto meraviglioso che ci ha lasciato senza parole – ha commentato Francesco Emilio, il fratello di Alessandro – Io non conosco il nome di questa persona che, parlando con il mio avvocato, ha pregato di rimanere anonimo anche nei nostri confronti. Anche se non lo conosco a lui vanno i miei più sentiti ringraziamenti. Un gesto che fa ancora sperare nella vita“.

La buona notizia arriva ad Alessandro, ricoverato all'ospedale di Volterra dopo l'ictus che gli è quasi costato la vita, che per la prima volta da tanto tempo torna a sorridere. Ora lo aspetta una lunga e difficile riabilitazione in ospedale, ma già sapere che quando tornerà a Livorno, troverà la sua casa ad aspettarlo, lo fa ben sperare.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 26/06/2017 - 12:45

Credo che l'anonimo benefattore difficilmente possa essere un ricco sinistrato radical chic:questi gesti non gli appartengono.

ziobeppe1951

Lun, 26/06/2017 - 13:44

mbferno..12.45... mi hai tolto le parole di bocca

Malacappa

Lun, 26/06/2017 - 13:46

Questo signore e' veramente grande solo cosi con un anonimo il disabile puo' stare tranquillo, il governo dov'e' quando si tratta di aiutare un italiano ahhhh pero con gli invasori case hotel mantenimento a vita vergogna traditori.

Uomodellastrada

Lun, 26/06/2017 - 14:00

Ma perché dobbiamo mettere la politica dappertutto, e rovinare un gesto evidentemente disinteressato a favore di una persona meno fortunata di lui? Tanto di cappello al benefattore, nel caso specifico Uomo con la U maiuscola.

agosvac

Lun, 26/06/2017 - 14:18

Incredibile!!! Significa che in questo "strano" mondo esistono ancora persone di buon cuore!!!

elio2

Lun, 26/06/2017 - 14:23

Questo CITTADINO di cui ogni Italiano dovrebbe andar fiero sarà il solito "riccone" vessato dalle amministrazioni di sinistra che lo considerano un pollo da spennare in favore di se stessi o degli amici e amici degli amici per comperarsi quel consenso che, in modo democratico, NON hanno mai avuto in nessuna parte del mondo.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Lun, 26/06/2017 - 15:05

adesso che il fatto è di dominio pubblico, con il fruitore dell'alloggio all'ospedale per molto tempo, quando uscirà si troverà sicuramente la casa OKKUPATA da rom con 6/7 minori.

Marcello.508

Lun, 26/06/2017 - 15:13

agosvac - 14:18 - Strano ma vero!

Martinico

Lun, 26/06/2017 - 17:51

Spero solo non appaia l'agenzia delle entrate in questa faccenda.

guardiano

Lun, 26/06/2017 - 18:25

Non ho parole, a questo benefattore dico solo grazie sei un GRANDE.

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 26/06/2017 - 18:54

Grande, grande, grandissima persona, chiunque tu sia.

titina

Lun, 26/06/2017 - 18:54

Mi dispiace che sia anonimo: abbiamo bisogno di vedere in faccia le persone generose e altruiste, altrimenti sembra che non esistano. Grazie all'anonimo per l'immensa umanità dimostrata.

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 26/06/2017 - 21:26

chapeau per il gesto e soprattutto per l'anonimato.

Mobius

Lun, 26/06/2017 - 23:06

Scommetto che è stato Carlo De Benedetti...

nunavut

Mar, 27/06/2017 - 00:01

Ho un sospetto che l'anonimo sia o Elkid oppure Mannik,sono propenso più per Elkid che già fa benevolato affittando monolocali a Milano agli "esteri" servendosi della prefettura ricevendo (pro forma) un compenso di 2000 euro.