Ondata di migranti da Est, così la Ue li scarica all'Italia

Anche dall'Est entrano migliaia di immigrati. Le Questure al Giornale.it: "I Paesi europei chiudono gli occhi e li lasciano passare". E in Italia arriva chi è stato registrato in altri Stati

Se fosse un evento isolato, sarebbe riconducibile al caso. Ma se due indizi fanno una prova, le informazioni raccolte nelle Prefetture e nelle Questure italiane confermano il dato: l'afflusso di immigrati pakistani in Italia sta crescendo. In fretta. Andandosi così a sommare alla situazione già caotica della gestione della migrazione da sud, gli sbarchi in Sicilia, i centri di smistamento, il Cara di Mineo e tutto ciò che ne consegue. Tutto nell'indifferenza dei Paesi europei di primo approdo, Grecia e Ungheria in testa: secondo le regole di Dublino dovrebbero trattenere questi migranti e farsi carico delle loro richieste di asilo. Ma non lo fanno. Anzi: chiudono gli occhi e li invitano a venire da noi.

I migranti che dopo mesi o anni di viaggio arrivano a Torino, Biella, Macerata e negli altri centri d'Italia non rientrano nel sistema di smistamento che il governo ha istituito per far fronte all'afflusso di immigrati che sta sconvolgendo le coste italiane. Sono un evento inaspettato, frutto della pressione che le popolazioni in marcia stanno compiendo sulle frontiere orientali dell'Europa. Le immagini della stazione di Budapest, il filo spinato dell'Ungheria e la marcia dei migranti generano un colpo di coda che ricade sul Belpaese. Sono entrati in Europa attraverso la Grecia. Da lì hanno proseguito lungo la Serbia, l'Ungheria, l'Austria per entrare infine in Italia. Dove chiedono rifugio politico. Perché proprio qui e non altrove? Semplice, ci spiegano gli stessi pakistani: "In Italia è facile ottenere i ducumenti". (Guarda il video)

Il regolamento di Dublino, a quanto pare, vale solo per l'Italia. A più riprese la Cancelliera tedesca Angela Merkel ha accusato i nostri governi di far fuggire volontariamente i migranti per permettergli di chiedere rifugio nei Paesi del Nord Europa. Ora però, si sta verificando l'esatto contrario. "C'è sicuramente un passaparola nella comunità pakistana", confermano fonti interne alle questure e le prefetture dei comuni maggiormente colpiti. Sono tutti senza documenti, ma alcuni di loro sono stati fotosegnalati in un altro paese Ue. Probabilmente la Grecia, paese di primo approdo per la rotta balcanica. Ma anche l'Ungheria e l'Austria, evidentemente, chiudono più di un occhio e li lasciano transitare sui loro territori. "In Grecia la polizia mi ha fermato - dice Hamed, nome di fantasia di uno dei tanti pakistani arrivati a Biella - ma dopo alcuni controlli mi ha detto: vai pure". "Lì la polizia è più cattiva - continua Omar -, mentre qui in Italia si sta bene ed è più facile ottenere i documenti".

"Noi siamo ormai scrupolosi nel fotosegnalare chiunque entri in Ue dalle nostre coste - ha detto a ilGiornale.it il viceprefetto di Biella, Davide Garra - mentre gli altri Paesi hanno deciso di farli transitare fino ai nostri confini". Così le prefetture italiane sono costrette a gestire anche l'immigrazione "balcanica", che rende ancora più critica la situazione.

Biella

Uno dei casi più eclatanti è Biella. Città (una volta) ricca per il suo tessile, ma senza arterie di collegamento con i grandi centri cittadini del Nord-Ovest. Nei scorsi giorni sono arrivati 40 profughi dal Pakistan e dal Kashmir e senza alcun preavviso hanno chiesto di essere ospitati nelle strutture di accoglienza. Il più delle volte, però, sono costretti a passare alcune notti all'aperto. Dopo il fotosegnalamento e la visita medica, le loro domande, infatti, devono essere analizzate dal ministero dell'Interno che decide se inserirli (o meno) nel Sistema di Prima Accoglienza per Richiedenti asilo (Sprar). Alle difficiltà di trovare collocazione per i migranti "classici" provenienti da Sud, si è aggiunta quella di arrangiare una sistemazione dignitosa ai pakistani. Ma i posti sono finiti e il flusso non sembra volersi fermare. Molti se ne perdono poi durante il percorso di riconoscimento. Dei nove che due giorni fa hanno bussato alle porte della questura e che erano stati mandati all'ospedale per le visite mediche, solo quattro hanno fatto ritorno agli uffici della polizia. "Non so quanti ne arriveranno né quando accadrà - dice il viceprefetto vicario Patrizia Bianchetto - E il flusso sta aumentando". "Dopo averli rifocillati - aggiunge l'on. Roberto Simonetti (Lega Nord) devono essere rispediti in Ungheria o Grecia: altrimenti diventiamo lo zimbello dell'Europa".

Torino

Anche nella città della Mole antonelliana "si protrae da diversi mesi la stessa situazione". I pakistani dormono nei giardini di fronte alla Questura, nell'attesa di poter essere ricevuti e nella speranza che prima o poi arrivi la convocazione di fronte alla commissione competente a vagliare le domande di asilo. "Sono rifugiati di serie B - conferma a ilgiornale.it Pietro Di Lorenzo, segretario del Siap di Torino - perché non rientrano nel sistema degli Sprar". "La Questura - continua - deve già gestire i migranti inviati dal ministero, per questo non riusciamo a raccogliere più di 5-10 domande di questi che vengono dal pakistan e si presentano di loro spontanea volontà". Anche a Torino la nomea di città accogliente genera un passaparola che si rivela controproducente: "Vengono qui - aggiuge Di Lorenzo - perché non li rispediamo nei Paesi di primo approdo. Gli Stati della rotta balcanica, invece, li fanno passare perchè se ne vogliono liberare". Anche l'Italia dovrebbe adottare le misure che la Francia ha messo in atto a Ventimiglia. Respingere i migranti che hanno fatto il loro primo passo in Europa in un altro paese membro. "Noi invece accogliamo tutti- conclude -: non ci permettono né di respigere, né di far transitare".

Macerata

Lo stesso vale per le Marche. A Macerata, la notte da tra domenica e lunedì 13 pakistani hanno dormito su dei cartoni all'aperto. Rosalia Mazza, vicario del prefetto della città marchigiana che nell'ultimo mese ha dovuto gestire l'arrivo di 70 immigrati da Est, i pakistani sono un "problema non indifferente, visto che nelle strutture siamo già oltre le capienze disponibili".

Il modo in cui questi gruppi di pakistani sono riusciti a mandare in tilt la macchina dell'immigrazione è emblematico di come il ministero dell'Interno e le prefetture stiano annaspando. Quella che passa dall'Est Europa è una traccia appena aperta, desitanata a crescere. Grazie al passaparola che avviene tra migranti: "Qui in Italia ottenere l'asilo è semplice". E per colpa dell'Ue, che predica l'accoglienza e poi ci scarica gli immigrati.

Commenti

bimbo

Gio, 03/09/2015 - 10:39

Mentre gli alti dirigenti della ue diriggono il traffico degli immigrati e li spalmano nei vari paesi fortunati, noi ci stingiamo sempre più di vivere in un porcile. Il progresso ti fa sempre più schifo, mentre chi paga le tasse è solo un cliente da rinnovare.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 03/09/2015 - 10:40

Siamo, a nostra insaputa, la discarica mondiale. A quando un tribunale per la costante violazione dei diritti umani a danno degli abitanti di questo paese, costretti, loro malgrado, a vivere in quell'immondiziaio permanente ed istituzionalizzato cui l'hanno ridotto i nostri governanti?

federicop

Gio, 03/09/2015 - 10:41

In Africa ci sono 1,5 miliardi di persone ... I nostri gevernanti stanno scherzando con il fuoco ...

pagano2010

Gio, 03/09/2015 - 10:42

corsi e ricorsi della storia? solo per ricordare che nel secolo scorso il primo vero regime di destra estrema europe nacque in Italia con il PNF che cavalcava il disagio, il malcontento e l'inc@@@tura della gente difronte ad un sistema dei partiti la cui capacità d'azione, scarsa etica e ladrocinio è decisamente assimilabile a ciò che stiamo vedendo oggi... poi si sa come andarono le cose... si stanno creando le condizioni per avere il casus belli e poi sarà da capire come andrà a finire. O meglio si sa bene come finirà: in Europa si sono comabtture 2 guerre mondiali, mica si sono fatte da altre parti.

Rossana Rossi

Gio, 03/09/2015 - 10:44

Questa vergognosa invasione fatta soprattutto di gente che non è profugo oramai è inarrestabile e questo per l'ignavia, l'inettitudine l'incompetenza di un occidente incapace di difendere se stesso e i suoi valori. Lamentarsi è inutile e soprattutto demagogico prendersela con chi giustamente critica questa realtà oramai ingovernabile. E tutti ne subiremo le nefaste conseguenze.

vince50_19

Gio, 03/09/2015 - 10:44

E noi, fregandocene assolutamente dei trattati di Dublino, ce li terremo! Ecchec@@@o! Dove va a finire l'accoglienza per cui siamo famosi urbi et orbi? e poi 35 euro fanno comodo a tutta sta gente: bighellonare tutto il giorno, protestare se il wi fi è lento, il cibo non piace, il materasso è troppo duro.. e se non c'è un bella guagliona con cui scaricare le p.... Fra poco pretenderanno pure il climatizzatore con inverter a bizona se sono in due nella stessa stanza.. Saranno quella forza lavoro che ci farà fare la bella vita come quella che stiamo facendo ora, secondo certi presupposti di un tal baffino.. ahahahahaha .. A ca@@ate lo batte solo il noto chiacchierone..

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 03/09/2015 - 10:46

Il Pakistan è, notoriamente, la patria dell'Islam moderato...

elgar

Gio, 03/09/2015 - 10:53

L'Europa ci prende in giro, i migranti ne approfittano e i vari Mohamed si passano parola tra loro. Sanno che c'è Bergoglio e Galantino, che c'è Renzi e Alfano, che cantanti e attori di sinistra si stracciano le vesti per loro. Se qualcuno prova a protestare ci pensa l'UNAR come ha fatto in questi giorni con Giorgia Meloni. Imponendo quasi un silenzio stampa o bavaglio che dir si voglia da regime totalitario. Oppure ci provano con Salvini che però ha gli attributi e gli risponde per le rime. Certo che per tanti italiani la misura è colma ormai da un pezzo. E non è difficile prevedere una reazione da parte della gente. E' nelle cose.

curiosity1

Gio, 03/09/2015 - 10:54

Ma dai, non facciamo gli ipocriti!!! Quelli che non registrano gli immigrati economici e li lasciano andare di strafugo in austria e germania siamo noi ed è risaputo...

cgf

Gio, 03/09/2015 - 10:57

riportarli indietro, magari sugli stessi bus che riportano quelli che dall'Italia riescono a varcare il confine, no? sarebbe a costo zero.

giorgiandr

Gio, 03/09/2015 - 11:02

Quanto tempo ci vorrà ancora affinch[ tutti gli italiani (e tutti quelli di sinistra) si renderanno conto che l'Europa non solo è inutile, ma è addirittura dannosa per noi !

cabass

Gio, 03/09/2015 - 11:02

No no, andate in SVIZZERA! Accettano il 93% delle domande di asilo e vi garantiscono soldi, assistenza ecc. ecc. senza dover lavorare. Parole del loro capo delle Guardie di Confine. Ricordatevi, SVIZZERA - SCHWEIZ - SUISSE - SWITZERLAND!!! GO THERE!!!

amicomuffo

Gio, 03/09/2015 - 11:04

Vedrete che quando arriverà una bella epidemia di Tifo o Colera o peggio..allora le frontiere verranno chiuse. Ma purtroppo sarà troppo tardi!

badboy

Gio, 03/09/2015 - 11:04

Vergognatvei per la vostra agitazione. Agitate contro i rifugiati, contro la UE, contro gli altri paesi membri in modo insopportabile, brutto e incivile. Ma che razza di gente e di opinione volete coltivare ? Parecchi dei vostri lettori sono già piú che razzisti, in altri paesi europei, quelli piú civili, tanto di quello che viene scritto qui sarebbe penale, voi sotto osservazione. Vergognatevi.

Ritratto di nottiTaglia...

nottiTaglia...

Gio, 03/09/2015 - 11:05

avanti che c'è posto in DISCARICA itaglia

Aristofane etneo

Gio, 03/09/2015 - 11:06

Non credo ad una porcata simile. Che fanno il nostro Presidente della Repubblica e le Forze Armate e le molte (troppe) Forze dell'Ordine e i Magistrati e tutti coloro che hanno giurato fedeltà alla Costituzione più bella della Terra?

Aristofane etneo

Gio, 03/09/2015 - 11:14

Un tempo si diceva con orgoglio "ITALIA CON ROMA CAPUT MUNDI". Adesso, per volere di una ristretta congrega di zecche mondialiste, bisogna proprio rassegnarsi al più conciso "ITALIA CON ROMA CAPUT"?

manente

Gio, 03/09/2015 - 11:15

La folle dittatura europea della Troika deve essere distrutta, prima che siano i burocrati di Bruxelles agli ordini delle banche di affari anglo-sioniste a distruggere l'Italia e l'Europa.

Joe Larius

Gio, 03/09/2015 - 11:16

Se fossimo ancora capaci di farci un passabile esame di coscienza, come ci insegnavano a farlo una volta, arriveremmo obbligatoriamente alla conclusione che quanto favorisce l'invasione dei cosiddetti "migranti" nel nostro allegro paese è il frutto di una "ponderata" azione di coloro che abbiamo eletto e ci sono stati sinistramente affibbiati come nostri rappresentanti.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Gio, 03/09/2015 - 11:19

Arrivano, arrivano pure dal sud-est(complice l'islamico turco Erdocan)e arrivano pure dal sud. E' una mostruosa invasione dell'Europa, anche con cenni arroganti di chi, malgrado i divieti ungheresi e anglo-francesi,crede di avere diritto ad entrare in un Europa con la forza. Con questo andazzo che -mai finirà- che ne sarà della nostra civilta' cristiana? Se entrano con arroganza...piu' in avanti cosa ci succederà?

Ora

Gio, 03/09/2015 - 11:20

La Padania 2.0

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Gio, 03/09/2015 - 11:24

provate a vedere com'è la situazione qui a UDINE !!!! e abbiamo pure il sindaco che chiede di aprire le caserme dismesse .... per non parlare della serracchiani che per quest'inverno ha trovato loro una sistemazione negli alberghi di lignano e grado rigorosamente a spese nostre !!!

ziobeppe1951

Gio, 03/09/2015 - 11:24

@badboy...nostalgia del MINKULpop?

MEFEL68

Gio, 03/09/2015 - 11:30

Qualche mese fa, Salvini disse che era prevista una migrazione di circa un milione di persone. Risate e sberleffi della sinistra che disse che Salvini faceva del "terrorismo mediatico" per puri fini populistici e strumentali. Populista e strumentalizzazione sono due parole sempre usate dalla sinistra anche se si parla del tempo. Ecoo, ora visto quanto sta succedendo, cari sinistrati, data ancora ragione alla vostra sinistra o vi state ravvedendo e cominciate a dire che forse salvini aveva visto giusto?

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 03/09/2015 - 11:31

okkio gli altri stati hanno capito che da noi governano i bimbominkia..quelli, che continuano a dire che l'invasione e'"accoglienza" e "dovere morale"..

amicomuffo

Gio, 03/09/2015 - 11:35

Badboy io spero per te che stia scherzando...qui non è questione di razzismo...studiati un pò la storia italiana, quando i nostri emigrati sono andati in America a spaccarsi la schiena e nelle miniere a lavorare e MORIRE! Questi vengono qua, chiedono ed ottengono tutto quello che vogliono e molti italiani come me che sono allo stremo, li devono anche mantenere con le nostre tasse? Se li vuoi a casa tua prenditeli tutti!!! Te li regaliamo volentieri!Se invece la cosa è ironica...beh scusami tanto!

MEFEL68

Gio, 03/09/2015 - 11:40

Giuro che anch'io che non sono nessuno, avevo previsto che la vera meta fosse l'Italia. I TG si affannavano a farci vedere mappe con le frecce puntate verso i paesi del nord Europa, comprese Romania e Bulgaria: Ma come mi son detto. Siamo pieni di rumeni che vengono da noi perchè, dicono, in Romania non c'è lavoro, e i migranti ambiscono andre proprio là? E' ovvio che, una volta entrati in un qualunque stato europeo, con la libera circolazione possono andare dove vogliono. E dove vogliono se non in Italia dove hanno assistenza, alloggio, soldi e coccole?

LAMBRO

Gio, 03/09/2015 - 11:44

IL GOVERNO DEVE PROSEGUIRE A PUINTARE I PIEDI E SE SERVE CON LE MANIERE FORTI . SE LO FANNO I TEDESCHI, GLI UNGHERESI, GLI INGLESI, I FRANCESI POSSIAMO FARLO ANCHE NOI........TROPPO COMODO CREARCI UNA DESTABILIZZAZIONE E POI SANZIONARCI...E' QUELLO CHE VUOLE MERKEL..

giovanni951

Gio, 03/09/2015 - 11:45

sappiamo bene che nessuno di questi vuol venire qui...ci dobbiamo accontentare degli africani....

agosvac

Gio, 03/09/2015 - 11:56

La cosa è alquanto strana! Intanto non mi risulta che in Pakistan o nel Kashmir ci siano guerre o dittature pertanto nessuno di loro potrebbe richiedere asilo politico. E poi che vengano nella povera Italia è più strano ancora perché da noi si fa la fame mentre nel Nord Europa c'è il benessere!!! Se fosse vero ci sarebbe evidentemente una manovra illecita da parte di certi Governi dell'UE. La cosa non dovrebbe destare meraviglia si sa che i Governi del Nord Europa stanno barando, anzi hanno sempre barato sui clandestini cercando di scaricarli ovunque piuttosto che accoglierli loro. "Questa" UE sta diventando sempre più una vera barzelletta, purtroppo sul sangue dell'Italia, la ruota più debole del carro!!!

i-taglianibravagente

Gio, 03/09/2015 - 12:03

Non c'e' problema....siamo un GRANDE paese....nel senso che abbiamo tanto spazio.

squalotigre

Gio, 03/09/2015 - 12:14

badboy - reato penale lo commettono coloro che come lei svendono la nostra cultura (ad esempio impedendo la costruzione di presepi nelle scuole) e riempiono il nostro paese di ogni sorta di individui privi di identificazione, delinquenti, stupratori e spacciatori compresi. L'epiteto con il quale vi riempite la bocca è razzista. Ma non sapete neanche cosa significa. Il colore della pelle e la razza non c'entra una mazza. Se ci invadessero gli svedesi e pretendessero di essere nutriti e sistemati a nostre spese e volessero imporci il culto di Odino, sarebbe la stessa identica cosa.

lorenzovan

Gio, 03/09/2015 - 12:17

no ...zio beppe...nostalgia del sano giornalismo di destra di Montanelli

Ritratto di kikina69

kikina69

Gio, 03/09/2015 - 12:18

Il mio intervento non è perfettamente inerente..vorrei chiedere tuttavia alla REDAZIONE del Giornale - visto che lo Stato italiano si accolla le spese per il giubileo- se può fare una indagine a tappeto su tutto il territorio italiano per sapere quante parrocchie, conventi, associazioni religiose danno ospitalità ai clandestini e il numero degli ospitati. grazie anticipatamente ci dovrà pur essere un minimo di reciprocità, o no??!?

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Gio, 03/09/2015 - 12:19

È inutile commentare, rassegnatevi, evidentementi il "governo" non eletto non sa come difentersi!! Votate PDeNcd.

armbia

Gio, 03/09/2015 - 12:33

Vero è che se la disoccupazione nel nostro paese è al 40% il dato dovrebbe significare che manca lavoro per qualche milioni di Italiani. Bene, a tutte queste persone richiedenti asilo o meno cosa gli facciamo fare? lavoro in nero alimentando evasione fiscale, delinquenza di cui non sentiamo assolutamente la necessità, oppure, parassiti per i quali non abbiamo denaro per mantenerli. Il buonismo riempie l'animo ma non concretizza una situazione in drammatico sviluppo. Per finire, ricordatevi che i cuccioli di lupi da grande saranno lupi.

ziobeppe1951

Gio, 03/09/2015 - 12:35

@lorenzovan....cos'é sei in libera uscita da l'Unitá? Lo so che tu invece rimpiangi la pravda di staliniana memoria

Romolo48

Gio, 03/09/2015 - 12:37

Ma l'Angelino catanese sostiene che non è invasione; dunque, perché agitarsi tanto? @ badboy … non si agiti lei; piuttosto rifletta. Gli altri paesi, che evidentemente tanto ammira, alzano muri, voltano le spalle e scaricano tutti qui da noi. Dietro

moshe

Gio, 03/09/2015 - 12:54

Siamo la fogna del mondo intero grazie alle zecche rosse ed al vatikano.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 03/09/2015 - 13:03

E' inutile illudersi, o la prossima volta gli italiani si decidono a votare Salvini in massa (l'unico che cerca in qualche modo di difenderci) o l'Italia è finita!

moshe

Gio, 03/09/2015 - 13:03

La guerra si avvicina con passi lunghi e veloci.

claudio22

Gio, 03/09/2015 - 13:07

Basta!! La soluzione al problema (sia per gli europei che per i migranti)è una sola...1)formazione di una forza militare di coalizione internazionale (Unione Europea, USA, Cina, Russia)per ristabilimento dell'ordine con la forza (qualsiasi opzione) per la fine dei conflitti in Libia e Siria. 2) Utilizzo del territorio libico per creazioni di luoghi di soccorso di profughi e costruzione di vere e proprie città dotate di tutti servizi (abitazioni, ospedali, scuole, università, fabbriche, ecc.) per ospitare i dignitosamente profughi fino alla fine delle emergenze nei loro paesi. Il tutto finanziato con i proventi del petrolio libico...Risultato: 1)eliminazione esodo verso Europa, 2)fine guerra in Libia e Siria, 3) miglioramento notevole condizioni di vita e reddito di milioni di persone,4) possibilità di creare nuovi mercati per ns export..Non vedo altra soluzione...e a costo zero per tutti (eccetto compagnie petrolifere francesi in Libia e capimandamento locali corrotti)

Ritratto di danutaki

danutaki

Gio, 03/09/2015 - 13:09

@ badboy.....si vergogni lei piuttosto a postare insulsaggini !! Rischia il duro monito dell'UNAR lo sa ??

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Gio, 03/09/2015 - 13:20

@ MEFEL68..........non so se lo ricorda, tantissimi anni fa ci fu 1 manifesto stradale che raffigurava 1 Nativo del Nord America con la scritta (non è il testo esatto ma il senso era quello)"Hanno subito l'invasione ed ora sono nelle riserve"??? - Chi vuole l'invasione della NOSTRA Terra è stra-conosciuto, come lo sono le sue motivazioni; il rischio, sempre + vicino, è quello prospettato da moshe; se mai i governi non eletti ci permetteranno di votare sta a noi togliere le fette di salame dagli occhi e decidere....al di là delle ideologie che oggi come oggi sono 1 lusso che non possiamo permetterci, se NON vogliamo finire come i Nativi del Nord America - .....chissà se verrà pubblicato, tanti miei commenti svaniscono

meloni.bruno@ya...

Gio, 03/09/2015 - 13:26

I vigliacchi e delinquenti che ci governano,da furbetti del quartierino,non aspettano altro che il popolo abbia veramente un'implosione verso gli immigrati augurandosi che ci cascano anche i morti!Cosi avrebbero degli attenuanti per salvarsi la faccia con i loro padroni della casta europea ma scaricando le colpe al proprio popolo razzista.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 03/09/2015 - 13:36

Pensare che ci sono ancora bestie immonde che non si preoccupano, anzi basta leggere cosa postano su questo giornale.

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 03/09/2015 - 14:37

Quello con la maglietta bianca e rossa a destra nella foto si vede come soffre e com'e' malnutrito.

lorenzovan

Gio, 03/09/2015 - 15:06

@povero ottuso(alias ziobeppe51)...quando manifestavo contro l'URSS tu ancora neanche andavi a scuola!!!!

Blueray

Gio, 03/09/2015 - 15:37

Scusate ma dov'è il problema? Il Pakistan è una repubblica federale, membro dell'ONU, quindi i fuggitivi si restituiscono al primo ministro Nawaz Sharif. E' vero che hanno armi nucleari ma non le sprecheranno certo contro chi non accoglie i loro 200 mln di abitanti che si stanno trasferendo in Italia!

Ritratto di LITTORIANO

LITTORIANO

Gio, 03/09/2015 - 17:01

In Pakistan bruciano vivi i pochi cristiani presenti, i loro tribunali li condannano a morte per blasfemia e i pakistani vorrebbero sommergerci a noi??? Ma da che razza di individui siamo governati???

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 03/09/2015 - 19:02

Italiani, popolo di santi, di eroi, di emigranti ecc. e ... gran massa di cog lioni.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 03/09/2015 - 19:05

E cosa devono dire quei cittadini elettori contribuenti che dopo anni e anni di rispetto delle leggi a causa di un "intoppo" nella loro vita si ritrovano buttati in mezzo alla strada raminghi dall'interesse precipuo delle istituzioni.

vincenzo1956

Gio, 03/09/2015 - 19:06

@badboy.I profughi attualmente riconosciuti come tali sono quelli eritrei,siriani e qualche volta sudanesi.Dovrebbe spiegarci cosa c'entrano i pakistani,quelli del bangladesh,costa d'avorio,nigeria,belin e via dicendo.Le voglio ricordare che sono gia' presenti 5 mil. di stranieri regolari( la maggior parte islamici). Che visto il tasso di natalita' italiano e quello dei " migranti"tra 20/30 max quando formeranno ( come gia' avvenuto il altri paesi) liste politiche islamiche,le donne della sua famiglia metteranno il velo,forse subiranno l'infibulazione e lei preghera' verso la mecca.Auguri

Andreadivillarzino

Gio, 03/09/2015 - 19:31

l'unica soluzione comincia alle prossime urne; abbiate il coraggio di dare la maggioranza alla vera maggioranza del pensiero italiano. moshe ha perfettamente ragione ed io predico la guerra come lui da tempo. Quando sarà troppo tardi faranno santa la Fallaci ma sarà troppo tardi.......