Loris, intercettazione choc a casa Stival: "Veronica non sapeva dove buttare il corpo"

Il suocero di Veronica in una intercettazione ambientale: "Aveva Loris e non sapeva dove buttarlo, è una putt…". E il marito: "È stata lei..."

"Dopo aver visionato anche il resto del filmato, non ho nulla d'aggiungere". Davide Stival diventa il grande accusatore di sua moglie Veronica Panarello. La 26enne madre di Andrea Loris Stival ha perso completamente la fiducia dei propri parenti. In una intercettazione ambientale che coinvolge e i nonni del piccolo, la famiglia si mostra certa della colpevolezza della donna che viene pesantemente insultata.

Il grande accusatore di Veronica.

All'una di notte del giorno in cui la donna viene fermata per l'omicidio del piccolo Loris. A separarli c'è soltanto un muro, negli uffici della procura di Ragusa, ma mentre lei continua a raccontare il solito ritornello, Davide vede le immagini registrate dalle telecamere e smentisce, punto su punto, il racconto della moglie. E le sue parole pesano come un macigno se sommate agli indizi raccolti da magistrati e investigatori. La prima immagine che fanno vedere a Davide è l'ultima di Loris in vita, quella del piccolo che rientra a casa, alle 8.30 circa. Veronica dice di averlo portato a scuola, il suo avvocato che da quelle immagini le sagome non sono riconoscibili. Davide è lapidario: "L'immagine riporta le sagome compatibili alla mia famiglia, riconoscono mia moglie e i miei due figli. La sagoma che ritorna verso l'ingresso dello stabile è compatibile con quella di Loris". Poi gli mostrano le immagini dell'auto che fa una strada diversa da quella che racconta sua moglie. E lui mette a verbale un'ulteriore conferma: "Riconosco l'auto, su una via non compatibile col percorso solitamente effettuato per accompagnare Loris a scuola". Anche perché "posso affermare con certezza che il tragitto era sempre uguale". La terza immagine che Davide vede, e ormai nella sua testa Veronica non è più la "mamma speciale" dei giorni precedenti, è quella della Polo che entra nel garage. E anche in questo caso Davide smonta ogni possibile alibi alla moglie. "La maggior parte delle volte vi parcheggiavo la mia auto perché più nuova, mentre lei lo faceva raramente e solamente quando pioveva o nel caso in cui non trovava parcheggio nei dintorni".

L'automobile nel garage

La mattina dell'omicidio, come spiega il gip, c'era un posto disponibile nello spiazzo antistante l'abitazione. Ma non solo: è sempre Davide a dare una risposta al perché Veronica per entrare nel garage con l'auto passa dal portoncino di casa e poi apre dall'interno. Lei fornisce una spiegazione "per nulla convincente" sostenendo di aver perso le chiavi da alcuni mesi. Ma il marito, intercettato mentre parla con i familiari, avanza un'altra ipotesi. "Ora mi sta venendo in mente... perché lei ha un altro mazzo di chiavi dentro la macchina, dove ci sarà quella del garage... quindi lei gli ha dato le chiavi (a Loris, ndr) che erano dentro la macchina... e se ne è salito... infatti, lei quando poi doveva entrare nel garage non la poteva aprire la porta perchè non aveva le chiavi...". Il papà di Loris, che aveva saputo della scomparsa del figlio dai carabinieri mentre era a Cesena a caricare surgelati e aveva scoperto della morte da internet, contraddice Veronica anche sulla questione delle forbici che gli investigatori sequestrano nella camera dei bambini e che potrebbero essere state utilizzate per tagliare la fascetta con cui Loris è stato strangolato. "Di solito - spiega agli investigatori - erano custodite all'interno della stanza da bagno. Non saprei riferire il motivo per cui le stesse si trovassero in quella stanza".

La famiglia abbandona Veronica

Appena arrivato a Ragusa, Davide chiede subito alla moglie cosa sia successo. "E nei giorni successivi, tutti i giorni - racconta - le ho chiesto "di ricordare ogni particolare di quella mattina... di ricordare se fosse stata seguita o se stava coprendo qualcuno che magari aveva conosciuto e del quale aveva paura di comunicarmi". Ma lei niente. Una sfinge, anche sul fatto che non conoscesse la strada del Mulino Vecchio. I sospetti esplodono il giorno dopo il fermo, con Davide impegnato in una conversazione con il padre, la madre e la zia. E sembrano diventare certezze. "Erano tutte cose studiate... tutto premeditato", dice la zia. "Ma ti rendi conto che giro ha fatto? - chiede Davide - è entrata, è stata quanto è stata, ha fatto quello che ha fatto, se lo è messo in macchina, ed è scesa, lei dice per andare a buttare la spazzatura...". Davide e la famiglia fanno i conti sui tempi che non tornano nel racconto di Veronica. "La riprende la Erg, fino a fare il curvone - incalza - impiega sei minuti in più per arrivare alla strada successiva". E interviene quindi Andrea, il nonno di Loris: "Eh... certo... ha impiegato di più in quanto aveva Loris dentro la macchina... e non sapeva dove cazzo doveva buttarlo il bambino... buttana". Davide a questo punto, mentre la moglie negli uffici della questura sta ripetendo che lei Loris lo aveva portato a scuola, non sembra avere più dubbi: "Sei minuti... certo che aveva Loris dentro la macchina".

Commenti
Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Sab, 13/12/2014 - 23:08

..........SPUAH::!!

Prameri

Sab, 13/12/2014 - 23:23

I parenti parlano. Ben sapendo di essere intercettati. Non so se la donna perversa che eseguito con perizia l'esecuzione del figlio, ma che racconta troppe bugie, è già stata studiata da esperti psichiatri.

moichiodi

Sab, 13/12/2014 - 23:58

bastaaaaa! lasciateci in pace e lasciate in pace le persone coinvolte. meglio già sconvolte per conto loro.

Ritratto di sempreforzasilvio#

sempreforzasilvio#

Dom, 14/12/2014 - 01:48

VERGONA! NON SI PUBBLICANO LE INTERCETTAZIONI! QUESTA DONNA E' ANCORA INNOCENTE, ALMENO FINO A CONDANNA IN CASSAZIONE!

Armandoestebanquito

Dom, 14/12/2014 - 02:52

e' stato lo suocero mather fucker,per vendetta... non la ha mai voluta alla txxxa

ronin59

Dom, 14/12/2014 - 08:30

La Franzoni ha fatto scuola. Non parlerà, non ammetterà, negherà. Quella povera creatura non avrà mai giustizia. E poi il carcere deve riabilitare ecc.. quanti mostri abbiamo in giro per colpa del cattobuonismo sinistro?

linoalo1

Dom, 14/12/2014 - 08:48

Sarebbe ora che,su questa donna,si facesse una approfondita Perizia Psichiatrica!Che non sia normale,lo si vede chiaramente dal continuo filmato in cui lei,sorretta da due persone,si mostra disperata!In quel filmato,la sua espressione dovrebbe essere oggetto di studio da parte di Esperti Psichiatri!Comunque,il primo giudizio che nasce,guardandola in quel filmato,è:o è una brava attrice,o è matta veramente!Se così fosse,svanirebbe l'ipotesi di una terza persona in casa!Ossia,l'amante segreto!Lino.

aaantonio5555

Dom, 14/12/2014 - 09:24

Una volta il giornale, che leggo on line e compro tutti i giorni era garantista nei confronti di tutti .Cos'è cambiato nel vostro giornale ??? Oggi parla l'accusa e solo l'accusa, il gip con una grande decisione mi dovrebbe spiegare in poco tempo come ha fatto ha leggere tutto e capire i fatti forse è superman .Intanto doveva solo studiare la custodia cautelare che è formata da solo 3 comma .Con la nuova legge ferma al senato non poteva confermare la custodia cautelare in carcere.Infatti la giustifica dopo tante poesie scritte,scrive c'era una grande possibilità di fuga.Come disse Totò:MA MI FACCIA IL PIACERE............

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 14/12/2014 - 09:55

@linoalo1 - Proponiamo l'esperto di 'Lie to me'? Il linguaggio del corpo in verità non mente mai.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 14/12/2014 - 10:08

Dissociazione psichica : ha fatto tutto lei poi ha rimosso dalla mente il fatto e non lo ammetterà mai anche di fronte all'evidenza. Esattamente come il caso di Cogne. Caso da dare nelle mani di psichiatri. Questo è il mio povero parere,

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Dom, 14/12/2014 - 10:11

renzi fa scuola, racconta lui le bugie e non possono farlo i cittadini?

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 14/12/2014 - 10:12

Dissociazione psichica : ha fatto tutto lei poi ha rimosso dalla mente il fatto e non lo ammetterà mai anche di fronte all'evidenza. Esattamente come il caso di Cogne. Caso da dare nelle mani di psichiatri. Questo è il mio povero parere,da aggiungere poi la mia esecrazione al clamore mediatico che si è fatto. Televisione,giornali, si sono fatti processi su carta e video prima del tempo. Sarebbe ora che tutti stessimo un po' più zitti!!!!

Magicoilgiornale

Dom, 14/12/2014 - 10:17

Bisogna dare un esempio di condanna altrimenti ci si convince che in Italia si possa uccidere I PROPRI FIGLI TRANQUILLAMENTE !

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Dom, 14/12/2014 - 10:22

shame on you all..dal fatto sta, che Veronica è innocente fino al di là di ogni ragionevole dubbio, su questo in paesi decenti non ci piove. Io mi chiedo,questa ragazza ha fatto tutto in 36 Minuti senza premidazione: uccidere,trasportare, nascondere il bimbo senza vita, guidare avanti e indietro tranquilla per il paese e andare in un corso di cucina senza apparentemente segni di nervosismo, in poche parole ha fatto tutto quello che gli esperti GIP,GIAP e "Geppetto" dicono e sbandierano senza un minimo sbilanciamento di comportamento insolito...Muah,spero che scatta il gettone di riflessione.

Ritratto di RENZI

RENZI

Dom, 14/12/2014 - 10:33

sempreforzasilvio# Dom, 14/12/2014 - 01:48 VERGONA! NON SI PUBBLICANO LE INTERCETTAZIONI! QUESTA DONNA E' ANCORA INNOCENTE, ALMENO FINO A CONDANNA IN CASSAZIONE! E' davvero una vergogna , le intercettazioni fatte in tempo reale si possono pubblicare subito solo se sono quelle di Berlusconi ....

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 14/12/2014 - 10:44

@alasnairgi - Posso farle una domanda? Perché così spesso ricorriamo alla dissociazione psichica per una madre che uccide il figlio e non per altri omicidi compiuti da uomini o da donne verso altri soggetti?

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Dom, 14/12/2014 - 10:45

#Euterpe, Veronica allora è una attrice che fa scattare la mente e corpo in tempo reale e idonea alla situazione: uccidere con calma e sangue freddo per poi fingere dolore fino allo svenimento? Mi sembra che qua il psicologo ha tanto da scoprire(!) e l'esperto di 'Lie to me' può fare una tesi: Il linguaggio del corpo bionico femminile di V.P.in Stival!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 14/12/2014 - 10:47

@RENZI- Spero che lei si sia mostrato così scandalizzato anche quando altre intercettazioni sono state pubblicate, e non si trattava di casi di omicidio.

Ritratto di Euterpe

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Angelika

Angelika

Dom, 14/12/2014 - 11:48

Ciò che esce dalle intercettazioni dovrebbe rimanere materia degli inquirenti e se ne dovrebbe parlare il meno possibile: non per nascondere le verità alle gente, ma semplicemente per non rischiare inquinamenti di prove! Ormai lo sanno anche i bambini che quando accadono certi fatti si viene intercettati, per cui ognuno può ovviamente parlare al telefono tirando in ogni momento l'acqua al proprio mulino. Ovviamente il mio è un discorso generale, qundi non mi riferisco solo al tremendo caso di Loris.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 14/12/2014 - 11:52

@euterpe : Può darsi benissimo che per altri omicidi entri in ballo la dissociazione psichica. Sta agli inquirenti definire i termini del delitto. Nei casi di madri che uccidono i propri figli è difficile per me dare spiegazioni diverse in assenza di altri motivi evidenti.

antonioball73

Dom, 14/12/2014 - 12:30

ma che c'e' di choccante.pensano che la mamma abbia ucciso il bambino,fanno delle ricostruzioni e usano un linguaggio normalissimo per una situazione cosi' drammatica.perche sergio rame sta choccato? cosa gli ha sugggerito questa intercettazione che prima non sapesse?FATE DEI TITOLI ATTINENTI AL FATTO,e non titoloni insensati solo per farvi leggere.se avessero detto brava,hai fatto bene...allora si,ma questo titolo sensazionalistico buttato cosi'...sara'

Armandoestebanquito

Dom, 14/12/2014 - 12:39

x RENZI, sei la persona più' coerente di questo blog, ma non ti votarei mai. Infatti i comunisti hanno insegnato a giustiziare le persone in piazza senza le prove e senza aspettare i regolari sistemi processuali. Tutti quelli che vorrebbero giustizia subito senza le prove sono dei malati che cercano un capro espiatorio dove scaricare le propie frustrazioni personali, cercatevi un lavoro per favore.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 14/12/2014 - 13:32

@Allexpert- La mia risposta non è passata e non ho voglia di riscrivere, dico solo che meno male che c'è lei con la sua illuminata interpretazione così ben suffragata da prove, per cui la madre è innocente al di là di ogni ragionevole dubbio .Così com'è incontestabile la conclusione:il bambino si è suicidato!

giottin

Dom, 14/12/2014 - 13:33

Il mio dubbio è che quando si sono viste le prime immagini di quella donna sembrava affranta, sorretta dai poliziotti altrimenti sarebbe caduta, mentre quando sono andati a prelevarla per portala in questura per interogarla aveva il volto incappucciato come il più classico dei delinquenti che non vogliono farsi riconoscere: niente altro che una'attrice!!!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Dom, 14/12/2014 - 13:34

L’intercettazione l’accusa! Sono convinto che la signora ormai s’è convinta - nella sua testa - d’essere innocente e vede il “fattaccio” come una fatto estraneo commesso da un’altra persona. Potrebbe essere la sua “intima” difesa contro qualcosa di cui adesso s’è pentita.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 14/12/2014 - 13:41

@Armandoestebanquito - E quelli che rifiutano le prove perché convinti dell'innocenza dell'imputato a prescindere, come li giudica? Adesso va tanto di moda parlare di frustrazioni personali, tutti son diventati eccelsi psicanalisti che come cura infallibile indicano il lavoro, anche a chi il lavoro l'ha già, e forse anche gratificante. Lei,Armandoestebanquito, lavora molto, nella media, è pensionato o disoccupato?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 14/12/2014 - 13:56

Molti sostengono che come forma di difesa psichica le madri assassine ricorrano alla negazione del delitto commesso, io penso che chiaramente ciò potrebbe valere per tutti i criminali. Perché non vi è nessuno che prenda in considerazione l'ipotesi che il negare ad oltranza sia solo un suggerimento dell'avvocato difensore? Io esco dal coro e affermo con piena convinzione che una tipa che è capace di uccidere un figlio è capace di tutto. Non mi stupisce neanche che siano soprattutto gli uomini a prenderne le difese, chi vuole sapere il perché si vada a studiare l'antropologia culturale.

Nerone2

Dom, 14/12/2014 - 14:07

Per tutti coloro che hanno difficolta' ad accettare una madre che uccide il proprio figlio consiglierei di leggere - Sindrome di Medea -

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Dom, 14/12/2014 - 14:12

#Euterpe, lei non fa altro che vedere la realtà da un solo lato ad es. 4 tolto 1 fa 3, ma sappi che esiste anche un 4 tolto 1 fa 5! Riesce a spiegarmelo?(allora Chapeau)! Gli garantisco che esiste veramente 4 tolto 1 fa 5!! Allora apettiamo finchè le prove sono senza se a senza ma. Di certo il bambino non si è suicidato!

Armandoestebanquito

Dom, 14/12/2014 - 14:34

#Euterpe, darling! non ti eccitare di troppo... prove? quali prove.. finora solo indizzi e linciamneti mediatici, come di solito.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 14/12/2014 - 15:31

@Armandoestebanquito - E' proprio vero che la verità è caleidoscopica...io credevo che quello eccitato fosse lei nel negare gli indizi, comunque grazie per il 'darling', dirlo in inglese è più chic o forse ne accentua la valenza ironica? Mi mancano gli indizi per una giusta interpretazione, ahimé.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 14/12/2014 - 15:40

@AlleXpert- Adesso mi sottopone anche all'esamino? E crede che io sia così ingenua da risponderle? Ma ho capito bene cosa lei abbia voluto dire.A me delle prove e controprove ai fini del giudizio importa ben poco, è compito dei magistrati, io ho solo voluto riferirmi al diverso tipo di approccio al caso in questione che noi lettori abbiamo.

Armandoestebanquito

Dom, 14/12/2014 - 15:59

@Euterpe :"o forse ne accentua la valenza ironica?" no non affatto... ad a giudicare dai tuoi gentili modi sei proprio una darling. comunque come dice AlleXpert "apettiamo finchè le prove sono senza se a senza ma"...

gigi0000

Dom, 14/12/2014 - 16:37

Tutto è possibile, ma sino alle certezze dobbiamo ritenere Veronica innocente. Circa le supposizioni del suocero, poi: Loris sarebbe stato buttato nel canale ancora vivo, il ché contrasterebbe con parecchie considerazioni, sia degli inquirenti, che dei giornalisti e, soprattutto dei commentatori. Proposta di legge popolare per lasciare in pace coloro che si trovano in situazioni incresciose e contro la diffusione di qualsiasi notizia in merito!

Ritratto di sempreforzasilvio#

sempreforzasilvio#

Dom, 14/12/2014 - 18:05

@RENZI no, non bisogna pubblicare ne' le intercettazioni di Silvio (grande), ne' quelle dei comuni mortali. E mi stupisce che Il Giornale, che ha sempre avuto questa linea, ora pubblichi intercettazioni a vanvera, infangando persone innocenti. Perche' mi siete comportati correttamente non pubblicando le intercettazioni del Silvio, e ora mi comportate cosi', usando intercettazioni di magistrati politicizzati?

Leo Vadala

Dom, 14/12/2014 - 18:48

Mi puo' spiegare qualcuno esattamente cos'e' una intercettazione ambientale?

Ghiringhelli Mario

Lun, 15/12/2014 - 07:13

aaantonio5555 Dom, 14/12/2014 - 09:24:"Una volta il giornale, che leggo on line e compro tutti i giorni era garantista nei confronti di tutti." è vero confermo e mi spiego anche perchè la destra è così cinica, assomiglia molto alla sinistra più becera. In ogni caso potrei suggerirle di pensare, nei casi delle Franzoni, di Loris, di Sara, di Yara ecc. ecc. chi può essere stato se non i custodi dei piccoli? Feltri due o tre giorni fa irrideva il giudice che si basava su una tesi del genere: chi può essere stato se non la madre? bene lui ed il Giornale hanno questa linea: irridere a tutti i costi una decisione saggia. Sa perchè: semplicemente perchè non hanno avuto nessuna tragedia come questa in famiglia. Però mi meraviglio che lei sposi ciecamente questa tesi. Guardi che se legge "il Giornale" come me dal 1974, non è che deve buttare il cervello all'ammasso altrimenti va a rinfoltire le file dei pecoroni che notoriamente sono di sinistra.

guerrinofe

Lun, 15/12/2014 - 12:36

@@@sempreforzasilvio# allora secondo te bisogna aspettere la cassazione per sapere, il reato in flagrante non conta non esiste piu per te!ma brava allora avanti cosi ora tutto dipende dalla CAPACITA DELL'AVVOCATO e dai soldi disponibili, non dal contesto . SE HAI SOLDI SEI FUORI ALTRIMENTI COLPEVOLE!

GIANNILIMOLI

Mar, 16/12/2014 - 14:44

FOLLIE (AL PICCOLO LORIS) incessanti follie negli amori che non vivono in questa vita che non ha piu' senso. menti logorate e del tutto impazzite che agiscono con follia e finiscono in agonia. madri amorevoli e per i figli sempre onnipresenti, ma accade che d'un tratto che le loro menti si spengono e i loro cuori si infrangono mentre le loro mani colpiscono e i loro beni periscono. bambini che soccombono malmenati e violentati e di certo nella loro innocenza derubati e ingannati. bambini svaniti in questo mondo corrotto e impazzito dove forse l'amore non e' mai esistito. GIANNILIMOLI