Loris, l'indizio che può incastrare Veronica Panarello

Un altro indizio potrebbe incastrare, e questa volta in modo definitivo, la mamma del piccolo Loris, Veronica Panarello

Un altro indizio potrebbe incastrare, e questa volta in modo definitivo, la mamma del piccolo Loris, Veronica Panarello. A riportarlo è il settimanale Giallo che analizzando le ultime deposizioni della donna ha rilevato una incongruenza che potrebbe far pendere il verdetto verso una condanna per la Panarello. Di fatto la 27enne avrebbe dichiarato che l'esecutore materiale dell'omicidio è stato il suocero Andrea Stival. Di fatto però nel racconto che fa la mamma di Loris, ci sarebbe un dettaglio rilevante. La donna avrebbe infatti affermato che dopo l'omicidio, il suocero le avrebbe ordinato di guidare l'auto con a bordo il cadavere del bimbo fino al canalone dove poi è stato abbandonato il corpo. Ed è in questa mossa che la donna potrebbe esseresi contraddetta.

Veronica Panarello ha infatti dichiarato di aver guidato l'auto in retromarcia lungo la strada del canalone per poi fermarsi proprio dove è stato ritrovato il cadavere. Poi il suocero sarebbe sceso dall'auto, avrebbe preso il cadavere e lo avrebbe abbandonato vicino al canalone. Di tutto ciò nei rilievi degli inquirenti non c'è alcun riscontro. Inoltre secondo i rilievi degli inquirenti di Ragusa sulla punta delle scarpe del bimbo ci sarebbero tracce di terriccio che farebbero pensare ad un trascinamento del corpo. Tesi che non viene invece contemplata dalla versione della mamma che afferma che il suocero prese in braccio il cadavere del bimbo per poi abbandonarlo. Dunque la versione della Panarello di fatto è in pieno contrasto con quella che mostrano gli indizi. E adesso gli inquirenti useranno proprio questo dettaglio per smontare le accuse della donna ai danni del suocero.